Jessica_FletcherCollana di romanzi gialli con protagonista La Signora in Giallo (Murder, She Wrote), firmata dal personaggio immaginario Jessica Fletcher ma in realtà curata interamente dal ghostwriter professionista Donald Bain. Questi nel 2006 ha scritto la propria autobiografia intitolandola Murder He Wrote, giocando con il titolo della “Signora”.

Donald_BainElenco delle pubblicazioni italiane
I numeri si riferiscono all’ordine originale

01 – Gin & pugnali (Gin and Daggers, 1989) – Sperling & Kupfer 2002, traduzione di Barbara Murgia
Jessica Fletcher si trova a Londra per partecipare alla convention degli Scrittori del Mistery. Ma è destino che per la Signora in giallo non ci possa essere riposo e così, quando viene ritrovato il cadavere di Marjorie, la visita alla capitale si trasforma in un nuovo enigma da risolvere. Come se non bastasse, poi, la salute precaria di Marjorie e i pettegolezzi su un suo ipotetico ghostwriter agitano gli scrittori riuniti per il congresso e un clima di sospetto generalizzato aleggia sulle indagini, tanto che anche Jessica si ritrova tra i principali indiziati.

02 – Manhattan & omicidi (Manhattans and Murder, 1994) – Sperling & Kupfer 1999, traduzione di Anna Maria Rettore
Jessica Fletcher è a New York per promuovere il suo ultimo romanzo, in vista delle feste natalizie: una bella occasione per ammirare le vetrine sfavillanti del centro. Per strada, un misterioso Babbo Natale le chiede con insistenza un incontro e benché sotto il travestimento lei riconosca un pericoloso trafficante di droga, accetta di vederlo l’indomani. L’uomo viene però trovato morto, vittima di un omicidio che lascia perplessi gli stessi inquirenti e a Jessica non resta che avviare un’indagine che rischia di rovinarle le vacanze.

03 – Rum & delitti (Rum and Razors, 1995) – Sperling & Kupfer 2000, traduzione di Barbara Murgia
Dopo un freddo inverno trascorso nella sua casa di Cabot Cove a scrivere un nuovo romanzo, Jessica è pronta a godersi un meritato periodo di riposo nel paradiso caraibico di St. Thomas, su spiaggie di finissima sabbia bianca bagnate da acqua trasparente. Ma dopo appena qualche giorno trascorso nel più bell’albergo del posto, la signora in giallo percepisce qualcosa di strano. I suoi sospetti si concretizzano quando una sera si imbatte nel cadavere del padrone dell’hotel, ucciso con una coltellata alla gola.

04 – Brandy & pallottole (Brandy & Bullets, 1995) – Sperling & Kupfer 1996, traduzione di Maria Barbara Piccioli
La ridente Cabot Cove, dove risiede la scrittrice-detective Jessica Fletcher, è in piacevole subbuglio: qualcuno vuole trasformare la verde tenuta di Casa Worrel in un ritiro-cenacolo per giovani artisti. Il progetto decolla sotto i migliori auspici, ma una serie di misteriosi decessi, proprio all’interno del centro culturale, scatena il putiferio. Lo scenario Metzger brancola nel buio e, come sempre, è la signora Fletcher a imboccare la pista giusta, quella che la condurrà a risolvere uno dei suoi casi più emozionanti…

05 – Martini & follia (Martinis and Mayhem, 1995) – Sperling & Kupfer 1997, traduzione di Lisa Morpurgo
Un soggiorno a San Francisco si trasforma per Jessica Fletcher in una nuova indagine. Dopo una conferenza in un carcere femminile, la scrittrice trova nella sua borsa il diario di una detenuta, che con toni accorati proclama la propria innocenza. Kimberly, autrice di libri per l’infanzia, è stata infatti accusata di aver assassinato il marito, di cui peraltro sembrava innamoratissima. Jessica decide di aiutarla e, nel tentativo di scagionarla, rischia perfino di rimetterci la pelle.

08 – Omicidi & fantasmi (The Highland Fling Murders, 1997) – Sperling & Kupfer 1998, traduzione di Laura Businelli
Per la scrittrice-detective più famosa del mondo, è giunto il momento di una meritata vacanza in Scozia. Ospite dell’ispettore capo di Scotland Yard nel suo castello di Wick, Jessica ne ignora però la principale caratteristica: il maniero è infestato da spettri, intorno ai quali aleggiano inquietanti leggende. Una fama sinistra, presto confermata da un agghiacciante delitto e da una sequenza di strani incidenti. La signora in giallo si prepara così ad affrontare un assassino di questo mondo… o forse dell’altro.

09 – Assassinio a bordo (Murder on the QE2, 1997) – Sperling & Kupfer 2001, traduzione di Barbara Murgia
La celeberrima giallista Jessica Fletcher non può non accogliere con entusiasmo la proposta del suo agente letterario. Si tratta di essere ospitata sulla Queen Elizabeth II, in rotta da Southampton tra mille lussi e intrattenimenti. In cambio Jessica deve tenere qualche conferenza e scrivere una commedia da rappresentare sul transatlantico. Una volta a bordo, conosce anche altri passeggeri di richiamo. Tra loro lo chef Carlo di Giovanni, il giudice Dan Salon, la timida botanica Elaine Anathous e l’arrogante Marla Tralaine, ex star hollywoodiana, già sospettata dell’assassinio del suo ultimo marito. Ma proprio quando a Jessica sembra di potersi rilassare, ecco che scopre un piedino dalle unghie scarlatte sporgere da una scialuppa.

13 – Omicidio in primo piano (Knock ’em Dead, 1999) – Sperling & Kupfer 2003, traduzione di Barbara Murgia
Scrittrice e detective navigata, con una lunga carriera alle spalle, a Jessica Fletcher non era mai capitato che un suo lavoro fosse tradotto in pièce teatrale. Le luci di Broadway l’attendono, ma presto Jessica si scontra con la difficile realtà dell’ambiente dello spettacolo: sceneggiatori arrivisti, attori poco dotati e produttori arroganti. Tutto normale, ma il gioco si fa duro quando uno dei produttori dello spettacolo viene trovato morto.

14 – Delitto in maschera (Trick or Treachery, 2000) – Sperling & Kupfer 2004, traduzione di Barbara Murgia
A Cabot Cove è giunto l’evento più atteso dell’anno: la festa mascherata nella villa di Paul Marshall per la notte di Halloween. Tra gli invitati c’è Jessica Fletcher, che ha deciso di travestirsi da Leggenda, il popolare fantasma locale. Quando il party è al culmine, Matilda Swift, una strana, inquietante ospite, viene trovata uccisa. Subito coinvolta nelle indagini dallo sceriffo, la detective-scrittrice deve togliersi il costume per ricalarsi nei panni dell’infallibile Signora in Giallo, alle prese con una difficile inchiesta…

15 – Assassinio nel vigneto (Blood on the Vine, 2001) – Sperling & Kupfer 2007, traduzione di Barbara Murgia
Nelle cantine della Napa Valley, famosa in tutto il mondo per i suoi vigneti, qualcosa sta fermentando, e non si tratta solo di ottimi vini. È una misteriosa serie di omicidi che vede coinvolto prima un cameriere assunto da una ex star di Hollywood, e poi la stessa star che, fino a quel momento, era stato considerato come il primo sospettato. Jessica Fletcher, scrittrice e investigatrice di fama, viene chiamata a mettere il “naso” in questa misteriosa faccenda. Ma neppure il profumo del buon vino riuscirà a offuscare il suo fiuto infallibile.

17 – Delitto à la carte (Provence to Die for, 2002) – Sperling & Kupfer 2004, traduzione di Barbara Murgia
Jessica Fletcher ha finalmente deciso la meta delle sue vacanze. La bucolica e idilliaca Provenza è il luogo ideale per respirare atmosfere incantate, farsi ammaliare dall’affascinante accento e divertirsi seguendo i corsi dello stimato chef Emil Bertrand. Tutto si interrompe bruscamente quando il celebre cuoco viene trovato morto. E come se non bastasse, la probabile arma del delitto viene rinvenuta nella casa dove è ospite la scrittrice, cosa che getta un’ombra di sospetto su di lei e sulla sua nuova amica Mallory, una ragazza americana in viaggio per l’Europa.

18 – Scommessa con il morto (You Bet Your Life, 2002) – Sperling & Kupfer 2007, traduzione di Barbara Murgia
Un’amica è in difficoltà e Jessica Fletcher, come al solito, non si tira indietro. Incolpata dell’assassinio del marito, Victor Kildare, Martha chiede alla Signora in Giallo di essere difesa da quella che sembra essere un’accusa molto ben costruita ma falsa. Dopo essersi unita al team di avvocati, per poter agire indisturbata, Jessica comincia a indagare nel passato dell’uomo in cerca del vero responsabile. E scopre così che intorno alla vittima ruotano ingombranti ex mogli, una figlia, diversi soci in affari e molte conoscenze discutibili. Mentre la stampa si getta sul caso, la posta in gioco si fa sempre più alta…

19 – Delitto cum laude (Majoring in Murder, 2003) – Sperling & Kupfer 2011, traduzione di Barbara Murgia
Quando un’amica di vecchia data, ora decano dello Schoolman College nell’Indiana, le chiede di tenere un seminario di scrittura creativa, Jessica Fletcher accetta entusiasta. Alla ricerca di nuovi stimoli per il prossimo libro, è convinta che l’atmosfera tranquilla e bucolica del piccolo college possa fare al caso suo. Anche se un tornado non era certo il genere di stimolo che aveva in mente quando ha deciso di partire… Poco dopo il suo arrivo, infatti, si abbatte sul campus la più violenta tromba d’aria degli ultimi sessant’anni. Si contano diversi crolli, decine di feriti e fortunatamente solo una vittima. Wesley Newmark, direttore del dipartimento d’inglese, viene trovato morto nel suo ufficio, sepolto sotto un cumulo di macerie e colpito alla testa da un pesante schedario. La polizia locale liquida il caso come un tragico incidente, ma una serie di strane coincidenze e una misteriosa lettera inviata di recente dal professore alla sorella portano Jessica a pensare che non si sia trattato soltanto di una fatalità. Determinata a scoprire quali segreti si nascondano tra le antiche mura del college, la Signora in Giallo comincia una nuova indagine. Riuscirà ancora una volta a smascherare il colpevole?

20 – Assassinio in prima classe (Destination Murder, 2003) – Sperling & Kupfer 2005, traduzione di Barbara Murgia
A Jessica Fletcher, si sa, piace viaggiare: questa volta si trova su un lussuoso, pittoresco treno d’epoca, che corre attraverso il Canada. Servizio d’altri tempi, tovaglie di lino e posateria d’argento… Ma i nostalgici membri del Track and Rail Club che l’hanno invitata covano rancori che spesso sfociano in scontri feroci, finché la situazione degenera e il discusso presidente dell’associazione muore in preda a spaventose convulsioni. Avvelenamento?

21 – Cocktail letale (Dying to Retire, 2004) – Sperling & Kupfer 2006, traduzione di Barbara Murgia
Jessica Fletcher si trova in Florida in compagnia del dottor Seth Hazlitt, dello sceriffo Metzger e di sua moglie Maureen per partecipare al funerale di Portia Shelby, una vecchia amica di Cabot Cove. Tuttavia, da subito, sospetta che la morte di Portia non sia dovuta a cause naturali. Infatti pillole dimagranti sotto accusa per i loro effetti micidiali vengono ritrovate da Seth tra i farmaci per cardiopatici che la vittima assumeva, un cocktail letale contro cui ogni medico o farmacista avrebbe dovuto metterla in guardia. Qualcuno le ha dunque somministrato una dose fatale. Potrebbe trattarsi del costruttore al cui progetto edilizio lei si opponeva fermamente, o del misterioso ristoratore che forse è un mafioso sotto copertura… o persino dell’affascinante marito!

22 – Dinner Party con cadavere (A Vote for Murder, 2004) – Sperling & Kupfer 2005, traduzione di Barbara Murgia
All’ombra del Campidoglio, su invito del senatore del Maine War-ren Nebel arriva Jessica Fletcher, per promuovere un’importante iniziativa letteraria. Un mondo sfavillante, dove però, al suo primo party, Jessica fa una macabra scoperta: il cadavere del capo dello staff della sicurezza, Nikki Farlow. Disgrazia o omicidio? In mezzo a intrallazzi di lobbisti, insinuazioni della stampa, colpi bassi degli avversar! politici del senatore, la scrittrice-detective dovrà far luce su un caso davvero intricato…

24 – Long drink con delitto (Margaritas and Murder, 2005) – Sperling & Kupfer 2006, traduzione di Barbara Murgia
L’editore Vaughan Buckley invita Jessica Fletcher a trascorrere con lui e la moglie una piacevole vacanza, in una pittoresca città nel centro dell’altipiano messicano e ritrovo per pittori, musicisti e attori. Ma la vacanza culturale viene scossa dal rapimento di Vaughan e dalla richiesta di un ingente riscatto…

25 – Una recita quasi perfetta (A Question of Murder, 2006) – Sperling & Kupfer 2008, traduzione di Barbara Murgia
Jessica Fletcher è a Mohawk House, dimora d’epoca convertita in albergo, dove è in corso un appuntamento molto particolare. Siamo infatti nel pieno dell’elettrizzante “week-end del mistero”, un evento a cui gli ospiti dell’hotel devono partecipare attivamente: oltre agli incontri letterari con famosi giallisti sono previsti quiz, concorsi e un thriller teatrale a puntate di cui il pubblico dovrà trovare la soluzione. Per aumentare il coinvolgimento, realtà e finzione sono continuamente mescolate: la trama è rimpolpata attingendo alla suggestiva (e sinistra) atmosfera del posto, e altri attori circolano in incognito interpretando un ruolo anche fuori scena. Così, quando uno dei protagonisti si accascia sul palco come da copione, ma ucciso per davvero, Jessica, interpellata sul da farsi, prende una decisione coraggiosa: continuare il programma come se niente fosse. Una tormenta di neve ha infatti tagliato fuori l’hotel dal mondo dopo l’arrivo dei primi agenti, bloccando lì anche l’assassino, ed è fondamentale evitare che le persone intrappolate sappiano dell’accaduto. In un quadro surreale e dai risvolti grotteschi, tra poliziotti veri, detective finti, misteriose dame in nero e improbabili sospettati, in cui teatro e vita vissuta si specchiano l’uno nell’altro, la coraggiosa Signora in Giallo indaga con la consueta perspicacia e impeccabile bon ton, fino al sorprendente finale.

27 – Caffè, tè e il delitto è servito (Coffee, Tea or Murder, 2007) – Sperling & Kupfer 2008, traduzione di Barbara Murgia
L’invito da parte di Wayne Silverton, il fondatore della prima compagnia aerea di Cabot Cove nel Maine, a imbarcarsi sul volo inaugurale diretto da Boston a Londra è per Jessica Fletcher un vero onore. È anche l’occasione migliore per ritrovare il vecchio amico George, ispettore di Scotland Yard. Ma quando mancano due giorni alla partenza, sulla compagnia si abbatte un evento funesto: Wayne Silverton scompare senza lasciare traccia e c’è chi paventa un delitto. Riuscirà a risolvere il caso, trovare il colpevole, e alla fine a non perdere l’aereo?

29 – Fuochi d’artificio con cadavere (Murder on Parade, 2008) – Sperling & Kupfer 2009, traduzione di Barbara Murgia
Cabot Cove, nel Maine, è alla vigilia del 4 Luglio e i preparativi per festeggiare la ricorrenza fervono creando un’atmosfera di frenetica allegria. Tra tutti, il più entusiasta è Joseph Lennon, un magnate appena arrivato in città che, con le sue manie di grandezza e la spudorata ricchezza, non rinuncia a esercitare pressioni sul mondo degli affari e della politica locali. Dalla magnifica nuova sede della sua società, affacciata sulla baia, è determinato a conferire alla cittadina un look da XXI secolo, che però non le appartiene. Inevitabilmente, le sue intenzioni suscitano il malcontento degli abitanti, preoccupati che Cabot Cove perda la propria identità fondata sulle tradizioni di un tempo. Ignorando le resistenze, Lennon ha deciso di finanziare uno spettacolo pirotecnico così straordinario da eguagliare metropoli come New York. Con l’apoteosi dei fuochi d’artificio, i festeggiamenti del 4 Luglio sono un successo senza precedenti ma, prima che la serata giunga al termine, nelle acque della baia viene ripescato il cadavere dell’imprenditore, e l’euforia si tramuta in orrore. Il mistero si fa ancora più intricato quando ci si accorge che Lennon non è morto per annegamento: pare che qualcuno abbia voluto fermarlo a tutti i costi… Jessica Fletcher non ha altra scelta che buttarsi a capofitto nelle indagini, per scoprire chi fra i suoi concittadini, i suoi conoscenti o forse i suoi amici sia stato capace di un delitto così efferato.

30 – Capodanno con delitto (A Slaying in Savannah, 2008) – Sperling & Kupfer 2010, traduzione di Barbara Murgia
La quiete di Cabot Cove, dove la signora Fletcher può finalmente concentrarsi sui suoi romanzi, viene interrotta bruscamente e dolorosamente – quando Jessica riceve la telefonata di un avvocato di Savannah: l’eccentrica amica di un tempo, Tillie Mortelaine, è morta all’improvviso. Alla tristezza per la perdita, si aggiunge la sorpresa: Jessica erediterà un milione di dollari, ma a due condizioni. Per prima cosa, la neoereditiera dovrà utilizzare la somma per aiutare il centro di formazione scolastica fondato anni prima a Savannah assieme a Tillie. In secondo luogo, potrà ricevere il denaro solo se riuscirà a risolvere nel giro di un mese il mistero che avvolge ancora la morte dell’ex fidanzato di Tillie, Wanamaker Jones, ucciso quarant’anni prima con un colpo di pistola durante il veglione di Capodanno. Come sempre, la Signora in Giallo raccoglie la sfida; si trasferisce a Savannah e si stabilisce nella sontuosa dimora di Tillie, trovandosi a tu per tu con gli ospiti di cui si circondava l’amica, persone bizzarre e anticonformiste proprio come lo era lei. Le quali sostengono che lo spirito di Wanamaker Jones vaghi ancora all’interno della villa, la stessa dove è stato assassinato, incapace di abbandonare il mondo dei vivi. E – più terrenamente – che l’affascinante Wannamaker non fosse davvero innamorato della più anziana Tillie, bensì attratto dal suo patrimonio.

31 – La morte è in scena (Madison Avenue Shoot, 2009) – Sperling & Kupfer 2010, traduzione di Barbara Murgia
Dopo molti anni di assenza, Jessica Fletcher torna a New York, dove ha vissuto a lungo e dove abita il nipote preferito, Grady Fletcher. È stato proprio lui a invitarla, e Jessica, per quanto sorpresa, ha accettato molto volentieri di partire. Ben presto, però, si rende conto che l’invito non è dettato solo dall’affetto: sotto c’è dell’altro. Infatti Grady è l’amministratore della Eye Screen, affermata casa di produzione, che si è appena assicurata la pubblicità televisiva di una carta di credito internazionale promettendo la partecipazione di personaggi famosi come testimonial. Così propone a Jessica di entrare a far parte del ristretto gruppo di celebrità, in quanto scrittrice di fama mondiale. Lei non ama apparire in televisione ma, data l’insistenza del nipote e l’incoraggiamento del suo agente letterario Matt Miller – che vede nell’operazione un sicuro mezzo di promozione dei libri – alla fine acconsente. A convincerla definitivamente è la richiesta di Frank, il figlio di nove anni di Grady, che lei adora e che non sta più nella pelle alla prospettiva di seguire la zia sul set. Durante le riprese, però, il piccolo scompare misteriosamente e Jessica, affranta, si mette sulle sue tracce, cercando in ogni angolo degli studi. Purtroppo non trova il bambino, bensì il corpo senza vita di Betsy Archibald, direttore creativo dell’agenzia, una donna estremamente ambiziosa… e odiata da tutti.

32 – Ospite inatteso a Cabot Cove (A Fatal Feast, 2009) – Sperling & Kupfer 2011, traduzione di Barbara Murgia
A Cabot Cove, Jessica Fletcher è alle prese con misteriose lettere anonime e un inquietante signore appena arrivato in città che passa il tempo sul marciapiede davanti al suo cottage. Per fortuna si sta avvicinando il giorno del Ringraziamento, e i preparativi per la cena che ha organizzato con i suoi amici più cari la distraggono. Ma qualcosa non va come previsto: il ritrovamento di un corpo senza vita in un prato vicino a casa sconvolge la quiete festiva. Anche questa volta Jessica Fletcher sarà la sola in grado di scoprire l’assassino, andando a scavare nel passato scomodo di uno dei suoi ospiti…

34 – I gioielli della Regina (The Queen’s Jewels, 2010) – Sperling & Kupfer 2013, traduzione di Barbara Murgia
Sin dal giorno del varo della maestosa Queen Mary 2, Jessica Fletcher desidera concedersi una vacanza sul leggendario transatlantico. E ora che è stata invitata a tenere una serie di conferenze proprio sulla lussuosa nave, in viaggio da Londra a New York, è al settimo cielo. Non vede l’ora di godersi l’aria salmastra e qualche buona lettura sul ponte, ma è costretta ben presto a rivedere i suoi piani: a bordo trova una sua vecchia conoscenza dei Servizi Segreti, Michael Haggerty, che si sta occupando di una misteriosa quanto delicata indagine. Pochi giorni prima, infatti, è stato rubato un diamante blu di valore inestimabile e il proprietario, un noto collezionista londinese, è stato assassinato durante la rapina. Ora, stando agli indizi raccolti da Michael, l’unica possibilità di scoprire la verità sembra stia salpando insieme con i passeggeri della Queen Mary 2. Jessica non ha intenzione di venire coinvolta ma, di fronte alla richiesta di aiuto dell’amico, non può tirarsi indietro. Così, abbandonata l’idea di godersi in relax il resto della traversata, inizia a indagare. La Signora in Giallo riuscirà a scovare il colpevole anche nel bel mezzo dell’oceano?

35 – Omicidio sul ghiaccio (Skating on Thin Ice, 2011) – Sperling & Kupfer 2012, traduzione di #
In occasione dell’inaugurazione del palaghiaccio, a Cabot Cove è stata organizzata un’importante gara di pattinaggio. Tutta la città è in fermento, e in vista dell’evento persino Jessica ha ripescato i vecchi pattini in soffitta. Tra i partecipanti alla competizione c’è anche la giovane Christine Alien. Arrivata da San Francisco nella sperduta cittadina del Maine solo per prepararsi sotto la guida di Brian Devlin, ex medaglia d’oro, Christine spera di poter gareggiare, un giorno, a livello agonistico. Ma il suo sogno diventa un incubo quando una serie di misteriosi incidenti manda a monte gli allenamenti e il suo partner, il campione russo Alexei Olshansky, viene trovato morto proprio all’interno del palaghiaccio. Convinta che si tratti di omicidio e non di una fatalità, Jessica inizia a indagare. La lista dei sospetti si allunga di giorno in giorno, e più si avvicina alla verità più la Signora in Giallo rischia di trovarsi isolata, nelle mani di uno spietato assassino. Riuscirà anche questa volta a fermare il colpevole prima che sia troppo tardi?

36 – Un delitto a regola d’arte (The Fine Art of Murder, 2011) – Sperling & Kupfer 2012, traduzione di Barbara Murgia
Dopo una lunga vacanza alla scoperta delle meraviglie artistiche dell’Italia, Jessica torna nella sua amata e tranquilla Cabot Cove, convinta di poter riprendere fiato e dedicarsi finalmente al nuovo romanzo. Ma quando alla sua porta si presenta Wayne Simsbury – figliastro di Marlise, un’amica di vecchia data – Jessica è costretta a rivedere i suoi piani. Il padre di Wayne, facoltoso uomo d’affari di Chicago e proprietario di una rinomata collezione d’arte, è stato ucciso, la notizia è su tutti giornali e l’unica sospettata dell’omicidio al momento è proprio Marlise. Wayne si rivolge a Jessica, pregandola di aiutarlo. Convinta dell’innocenza dell’amica, Jessica inizia a indagare. Tutti gli indizi fanno pensare che l’assassino sia da cercare nel mondo dell’arte tra mercanti, collezionisti e ladri su commissione; ma la Signora in Giallo non si lascia ingannare, e dimostrerà che il colpevole è qualcuno al di sopra di ogni sospetto.

37 – Assassinio sull’isola (Trouble at High Tide, 2012) – Sperling & Kupfer 2013, traduzione di Barbara Murgia
Una settimana di relax al sole delle Bermuda è esattamente quello di cui Jessica ha bisogno dopo il lungo e faticoso tour promozionale per il suo ultimo libro. All’arrivo, però, trova l’idilliaca isola in subbuglio per una serie di misteriosi e brutali omicidi. La tensione è alle stelle e tutti gli abitanti sembrano porsi la stessa domanda: chi sarà la prossima vittima? Jessica è determinata a non farsi rovinare la vacanza e decide di partecipare comunque alla sontuosa festa organizzata dal suo amico, Thomas Betterton, giudice federale del New Jersey, in un’elegante villa sulla costa. Ma quando, a fine serata, durante una rilassante passeggiata sulla spiaggia, s’imbatte nel cadavere di uno degli invitati Jessica è costretta ad affrontare la realtà. Per un attimo la sfiora persino l’idea di ritornare a casa, a Cabot Cove… La convince a restare la telefonata di George Sutherland, ispettore capo di Scotland Yard, inviato sull’isola insieme con la sua squadra per investigare sugli inquietanti delitti. Jessica viene così coinvolta nelle indagini trovandosi pericolosamente vicina all’assassino… Riuscirà il fiuto infallibile dell’instancabile Signora in Giallo a risolvere il caso anche questa volta?

45 – Omicidio in grande stile (Design for Murder, 2016) – Sperling & Kupfer 2017, traduzione di Barbara Murgia
Per distrarsi dalle fatiche del suo ultimo romanzo, Jessica Fletcher si è concessa una breve vacanza a New York. Una piacevole pausa per unire utile e dilettevole: passare un po’ di tempo con suo nipote e la sua famiglia, incontrare cari amici come il suo editore e il suo agente letterario, e provare l’elettrizzante esperienza della Settimana della Moda. Nel febbrile calendario di eventi e grandi firme, ad attirare l’attenzione di Jessica c’è il nome di un giovane stilista di Cabot Cove, al suo debutto con una meravigliosa collezione di abiti da sera. Alla sfilata lo sfarzo è abbagliante e, sotto i flash incessanti dei fotografi, tutto sembra andare liscio fino a quando, all’improvviso, una modella cade rovinosamente in passerella e muore. Cause naturali? Forse. Qualche giorno dopo, però, un’altra modella viene trovata morta in circostanze misteriose. E l’atmosfera si fa inevitabilmente sempre più tesa. Due vittime. Due modelle. Il loro unico apparente collegamento? Il giovane stilista di Cabot Cove. L’istinto investigativo della Signora in Giallo, tra narcisismi e segreti, sarà messo a dura prova. E non sarà facile scoprire chi ha firmato questa collezione… mortale.

RACCOLTE

In viaggio col delitto (Cocktail letale / Scommessa con il morto / Assassinio nel vigneto) – Sperling & Kupfer 2008, traduzione di Barbara Murgia
Raccolti in un unico volume, tre imperdibili romanzi di Jessica Fletcher. In “Cocktail letale” la Signora in giallo si trova in Florida, al funerale di Portia Shelby, una sua vecchia amica, e sospetta che la morte della donna non sia dovuta a cause naturali: qualcuno le ha somministrato una dose fatale di farmaci. Fiutata la pista, l’attenta Jessica non si lascerà sfuggire il colpevole. In “Scommessa con il morto” si unirà al team della difesa dell’amica Martha Kildare, accusata di aver assassinato il marito Victor. Ma indagando nel suo passato in cerca del vero responsabile, Jessica si rende conto che molte persone potrebbero beneficiare della morte dell’uomo. In “Assassinio nel vigneto” è ospite di due vecchi amici nella Napa Valley, la zona della California famosa per le sue viti. Al suo arrivo la valle è in fermento per l’omicidio di un cameriere, seguito, pochi giorni dopo, dal “supposto” suicidio di un losco individuo. L’intuito di Jessica la porta a scoprire una lista di sospetti incredibilmente lunga.

In vacanza con il morto (Rum & delitti / Delitto à la carte / Long Drink con delitto) – Sperling & Kupfer 2012, traduzione di Barbara Murgia
Non c’è pace per la Signora in giallo. Partita da Cabot Cove in cerca di relax, Jessica Fletcher si trova alle prese con tre crimini consumati sotto il sole delle mete turistiche più ambite: un uomo accoltellato alla gola nella paradisiaca isola di Saint Thomas nel Mar dei Caraibi, un cuoco brutalmente ucciso in un delizioso paesino nel Sud della Francia e, come se non bastasse, un vecchio amico di famiglia rapito durante una breve vacanza a San Miguel de Allende, in Messico. Riuscirà la nostra detective a trovare il colpevole, risolvere il caso e a godersi finalmente un po’ di meritato riposo?

Annunci