Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

TopSecretTop Secret Spionaggio è una collana edita dalla Garden Editoriale dedicata quasi interamente ai romanzi di spionaggio dell’autore tedesco C.H. Guenter (Karl-Heinz Günther, 1924-2005) e al suo celebre personaggio seriale Mister Dynamit, inframmezzati da romanzi di altri autori (spesso italiani sotto pseudonimo).

La pubblicazione inizia nel 1987 e i numeri contengono spesso due romanzi o vari racconti in appendice. Dalla metà degli anni Novanta vengono spesso ristampati romanzi già editi in collana.

Elenco delle uscite
Le date fra parentesi quadre si riferiscono all’uscita nelle edicole italiane

1. Missione Maritza [Mr. Dynamit 370] (Grenzfort Maritza, 1970) di C.H. Guenter
+ Operazione “Sole” [Mr. Dynamit 471] (Zum Letzen Mal die Sonne, 1976) di C.H. Guenter [1987] Traduzione di Maria Sala
Contiene anche:
Il trattato navale [Sherlock Holmes] (The Adventure of the Naval Treaty, da “The Strand”, ottobre-novembre 1893) di sir Arthur Conan Doyle – Traduzione di Alda Carrer
Nessun ramoscello d’ulivo (No Olive Branch, da “Espionage Magazine”, aprile 1986) di Ardath Mayhar – Traduzione di Marika Boni Grandi
Non si può ingannare una moglie (You Can’t Fool a Wife, da “Espionage Magazine”, dicembre 1984) di Ardath Mayhar – Traduzione di Marisa Capecchi
Spia a doppia corda, di Jerry Ashley Dane (probabile pseudonimo) – titolo originale e traduttore non indicato

2. Tre siluri per Nelson [Mr. Dynamit 404] (Drei Torpedos für Nelson, 1972) di C.H. Guenter
+ Missione inferno [Mr. Dynamit 472] (Schwer zu Siegen, Leicht zu Sterben, 1976) di C.H. Guenter [agosto 1988] Traduzione di Alessandra Roccato
Contiene anche:
Il segreto del cacciatore di volpi (The Secret of the Fox-Hunter, dall’antologia “Secrets of the Foreign Office”, 1903) di William Le Queux – Traduttore non indicato
Harold Bree all’attacco (#) di James Guts – Traduttore non indicato
Agente X-76 (#) di James Guts – Traduttore non indicato
Carlos (Hush! Hush! Whisper Who Dares…!, #) di J. Gluckman e S.E.D. Johnson – Traduzione di Alessandro Marcelli
Chi la fa, l’aspetti (The Biter is Bitten, #) di Ardath Mayhar – Traduzione di Alessandro Marcelli
Un eroe americano (An All American Hero, da “Espionage Magazine”, febbraio 1986) di Joe R. Lansdale – Traduzione di Alessandro Marcelli
Una galassia di spie di Antonio Bellomi
TRAMA:
Fedele al suo appuntamento annuale si ripresenta ai nostri lettori uno degli agenti segreti più affascinanti di tutta la letteratura di spionaggio: Bob Urban, l’agente Dynamit!
Nel primo romanzo Tre siluri per Nelson, tutto ha inizio negli anni Trenta quando un uomo dà una caccia spietata a un sommergibile tedesco e ama la donna sbagliata. Ora, a distanza di tanto tempo, quest’uomo, l’ammiraglio con un occhio solo, è stato messo su una lista nera e rischia di finire in una trappola mortale con la sua nave e ben mille uomini di equipaggio.
Anche la seconda storia Missione Inferno ha un inizio che risale al terrificante periodo della Seconda guerra mondiale, quando i carri armati tedeschi marciano su Atene e il giovane Alecos deve fuggire. A Parigi troverà pace e ricchezza, ma poi ecco che a distanza di anni la sua pace è sconvolta. Un gruppo di mercenari vuole mettere le mani su una sua invenzione… e toccherà all’agente Dynamit del BND tedesco risolvere ancora una volta un pericoloso caso che potrebbe sconvolgere la pace del mondo.

3. Progetto “Scorpione” [Mr. Dynamit 529] (Straße der Skorpione, 1981) di C.H. Guenter
+ Operazione Bosforo [Mr. Dynamit 476] (Poker Brutal, 1977) di C.H. Guenter [novembre 1988]
Contiene anche:
Il mistero del progetto Bruce-Partington [Sherlock Holmes] (The Adventure of the Bruce-Partington Plans, da “The Strand”, dicembre 1908) di sir Arthur Conan Doyle – Traduzione di Alessandro Marcelli Fabiani
La trappola, di Antonio Bellomi
La signora che lavorava a maglia (Knit Lady, da “Mike Shayne’s Mystery Magazine”, agosto 1984) di Ardath Mayhar – Traduzione di Carlo Sigon
La stanza dell’incubo (The Nightmare Room, da “The Strand”, dicembre 1921) di sir Arthur Conan Doyle – Traduzione di M. Cristina Pietri
TRAMA:
Mosca progetta un’opera segreta. Anni di lavoro vi sono stati profusi, tutto è pronto… e l’Occidente di questa minaccia conosce solo la parola “Scorpione”! La caccia all’agente dell’est si scatena in ben cinque nazioni e, dopo una girandola di avvenimenti da mozzare il fiato, l’agente viene catturato dalla CIA. Ma l’uomo tace e dietro la cortina di ferro viene spedito l’agente Dynamit con pieni poteri. La sua impresa non sarà però facile e solo davanti al mitra spianato del suo boia l’agente Dynamit conoscerà la verità…
Il secondo romanzo, “Operazione Bosforo”, sempre con l’agente Dynamit, si svolge sulle coste del Mar Nero dove spunta un misterioso veicolo con dodici ruote. Poco dopo un famoso architetto subisce una disgrazia mortale sulle Alpi austriache. Contemporaneamente un misterioso microfilm viene sottratto dalla cassaforte del Ministero degli Interni di Ankara. C’è forse un fattore comune tra tutti questi avvenimenti? E se c’è, dov’è la mente centrale di quel diabolico intrigo? Nei burocratici uffici dell’URSS o nel perfetto centro di comando di una multinazionale dell’acciaio di Philadelphia? L’agente Dynamit si butta a capofitto in una nuova avventura che lo vedrà protagonista in tutta Europa prima di trovare la soluzione proprio sul Bosforo.

4. Complotto in nero [Bulldog Drummond 2] (The Black Gang, 1922) di “Sapper” (Herman Cyril McNeile) [giugno 1989] Traduzione di Massimiliana Brioschi
Contiene anche:
Il mistero delle due macchie [Sherlock Holmes] (The Adventure of the Second Stain, da “The Strand”, dicembre 1904, raccolto poi in “The Return of S.H.”, 1905) di sir Arthur Conan Doyle – Traduzione di Alessandro Marcelli Fabiani
Doppia caccia, di Enzo Verrengia
C’è sempre una donna, di Enzo Verrengia
La spia (Alexander and the Lady, da “Short Story Magazine”, 1918) di Edgar Wallace – Traduttore non indicato
Madame Sara (Madame Sara, da “The Strand”, ottobre 1902) di L.T. Meade (Elizabeth Thomasina Meade Smith) e Robert Eustace – Traduzione Abramo Luraschi

5. La formula [Mr. Dynamit 468] (Spion im Schweigenetz, 1977) Traduzione di Alda Carrer
+ Silenzio di morte [Mr. Dynamit 327] (Kurier ins Dunkel, 1977) di C.H. Guenter [ottore 1989] Traduzione di Roberta Formenti
Contiene anche:
La corsa della tartaruga, di Enzo Verrengia

6. I giorni della vendetta [Mr. Dynamit 460] (460. Tage der Rache, 1976) di C.H. Guenter
+ Morire all’Avana [Mr. Dynamit 451] (Brich den Hals in Havanna, 1975) di C.H. Guenter [1990] Traduzione di Marika Motta

7. Terrore a Aqaba [Mr. Dynamit 466] (Fangschuß in Akaba, 1976) di C.H. Guenter
+ Progetto Cleopatra (The Cleopatra Syndicate, 1982) di Sidney J. Bounds [ottobre 1990] Traduzione di Mida

8. Intrigo internazionale [Mr. Dynamit 448] (Deckname Zefano, 1975) di C.H. Guenter – Traduzione di Alessandro Marcelli Fabiani
+ Braccio di ferro a Kalimatan (1990) di Frederick Kaman (Stefano Di Marino) [ottobre 1990]
Contiene anche:
Effetto Domino (Der Domino-Effekt, #) di Andreas Gruber – Traduzione di Lorella Fontana e Donatella Pepe
Caccia alla spia, di Antonio Bellomi
TRAMA:
Osso duro per l’agente Dynamit in Intrigo Internazionale. Una società segreta, composta da uomini politici e militari di alto livello, decisi al tutto per tutto pur di raggiungere potere e ricchezza, si fa imbrogliare da un certo Malone che sparisce con una grossa somma di denaro. La caccia all’uomo si fa frenetica perché l’organizzazione non può ammettere il tradimento, ma il trambusto non manca di chiamare in scena i servizi segreti e soprattutto… Mr. Dynamit, l’agente del BND, che i nostri lettori già ben conoscono.
In Braccio di ferro a Kalimatan, invece, faremo la conoscenza con un novello soldato di ventura dei tempi moderni, Julius Colleoni, agente free-lance della CIA, che diventa protagonista di una serrata battaglia tra servizi segreti e trafficanti di droga. L’azione, da Singapore dove è iniziata, si sposta presto a Kalimantan, in Indonesia, ultima frontiera per uomini e donne con un passato che si ostina a non volerli dimenticare. E il gioco al massacro comincia…

9. Cacciatore di uomini [Mr. Dynamit 410] (Schlaf, Mein Teufel, Schlaf Ein, 1972) di C.H. Guenter – Traduttore non indicato
+ Sulla strada per Peshawar (1990) di Frederick Kaman (Stefano Di Marino) [dicembre 1990]
Contiene anche:
Bob Sander indaga, di Dino Suardi
L’ultimo balzo nel nulla, di Frederick Kaman (Stefano Di Marino)
Baci e pistole, di Alex Krusemark (Stefano Di Marino)
Il giardino di Allah, di Enzo Verrengia
Pablo, di Enzo Verrengia
Nessuno deve sapere, di Gilbert Oury (Stefano Di Marino)
TRAMA:
Il BND tedesco, il controspionaggio della Germania Federale, non ha nulla da invidiare in quanto a organizzazione alla CIA o al KGB, anzi… Uno dei compiti di questi servizi segreti è di intervenire per stroncare sul nascere situazioni che potrebbero portare a crisi mondiali.
Max Galan [nome che gli americani affibbiarono a Mr. Dynamit], il cacciatore di uomini, è uno dei migliori agenti del BND e quando Lupo Marzotto, un boss della mafia, e Cimo Trieste, un noto scassinatore di casseforti, uniscono le loro forze per un’operazione che potrebbe destabilizzare il mondo, Max Galan deve intervenire con energia. Obiettivo primario, rimettere al sicuro i piani difensivi della NATO. Obiettivo secondario, ma non meno importante, salvare la pelle.
Completa il volume una serie di racconti di spionaggio dei migliori autori d’oggi.

10. Il trafficante nero [Mr. Dynamit 84] (Der Schwarze Ballermann, 1976) di C.H. Guenter – Traduzione di Alessandra Roccato
+ La tigre nel mirino (1991) Frederick Kaman (Stefano Di Marino) [marzo 1991]
TRAMA:
In Africa, sta avvenendo qualcosa di misterioso. Un trafficante d’armi del Kenia riesce a recuperare due cannoni britannici a lunga gittata che dopo la seconda guerra mondiale erano stati nascosti nei pressi di Dover. La cosa non può che impensierire i servizi segreti, i quali non lesinano gli sforzi per seguire il percorso di questi cannoni… Ma a un certo punto la pista si perde nel nulla.
Mister Dynamit, l’imbattibile agente del BND, viene incaricato di chiarire il mistero, ma a un certo punto i conti non quadrano più. Nel cuore dell’Africa nera si imbatte in una recinzione elettrificata che sembra nascondere ben altro che due cannoni sia pure superpotenti. E da quel momento la sua missione assume un’importanza eccezionale, perché il pericolo che incombe sul mondo è formidabile.
Con il secondo romanzo di questo volume, La tigre nel mirino, torna Frederick Kaman, che già i nostri lettori conoscono per il suo Braccio di ferro a Kalimatan, con una vicenda elettrizzante, ambientata a Hong Kong che non vi darà requie fino all’ultima pagina.

11. Espresso per Madrid [Mr. Dynamit 484] (Express nach Madrid, 1977) di C.H. Guenter
+ Il quadrilatero della morte [Mr. Dynamit 477] (Viereck des Todes, 1977) di C.H. Guenter [1991] Traduzione di Alessandra Roccato

12. Quando è tardi è tardi [Mr. Dynamit 399] (Zu spät ist zu spät, 1972) di C.H. Guenter
+ Un tango sull’Himalaja [Mr. Dynamit 401] (Ein Tango am Himalaja, 1972) di C.H. Guenter [1991]

13. Morte invisibile [Mr. Dynamit 402] (Der Blutsauger, 1972) di C.H. Guenter – Traduzione di Alessandra Roccato
+ Iguana Connection (1991) di Frederick Kaman (Stefano Di Marino) [settembre 1991]
TRAMA:
Ritroviamo nel primo romanzo Mister Dynamit, agente del BND tedesco. Questa volta l’agente Dynamit si trova coinvolto in una misteriosa e piccante faccenda che prende le mosse dalla morte di un generale, confidente del presidente degli Stati Uniti e genio militare dell’Occidente, avvenuta tra le braccia di un’avvenente ragazza squillo. Ma come è morto il generale? Forse per mano di una grossa potenza orientale? O a opera di un superveleno? Per Mister Dynamit l’indagine si rivela difficile, oltre che pericolosa.
Il secondo romanzo si svolge in Centramerica e vede Burt Cussler, scrittore fallito, che viene suo malgrado proiettato improvvisamente in una pericolosa avventura. Arruolato a forza in una squadra speciale della DEA, l’ente antidroga americano, Burt si troverà a svolgere un micidiale doppiogioco tra narcotrafficanti e agenti della CIA, corrotti e decisi a tutto pur di armare l’esercito fantasma del generale Quintana Roo. E per Burt sarà molto difficile riuscire a sopravvivere.

14. Il terrore nell’aria [Mr. Dynamit 407] (407. Sterben Tut Weh, 1972) di C.H. Guenter
+ L’enigma del domino [Mr. Dynamit 503] (Das Domino-Rätsel, 1979) di C.H. Guenter [novembre 1991] Traduzione di Alessandra Roccato
TRAMA:
Nel primo romanzo, Terrore nell’aria, un gruppo di scienziati criminali progetta un colpo audace che dovrebbe rivoluzionare la vita economica degli Stati Uniti. Ma qualcosa trapela. Si viene a sapere che è implicato un importante scienziato e per farlo rapire si ricorre a uno specialista. E chi c’è sulla piazza più abile di Mister Dynamit?
Nel secondo romanzo, L’enigma del domino, l’FBI annuncia che vengono usate per attentati a diplomatici armi segrete tedesche che risalgono alla Seconda Guerra Mondiale. Sono forse armi abbandonate da un esercito fantasma tedesco, sopravvissuto per diversi anni anche dopo la guerra? Trafficanti d’armi, ex agenti e bande di gangster si danno da fare per accaparrarsi quest’esplosiva eredità. E Mister Dynamit si trova di fronte alla terribile impresa di salvare la vita di ventimila persone.

15. Neunfinger [Mr. Dynamit 395] (Neunfinger, 1971) di C.H. Guenter
+ La tela del ragno [Mr. Dynamit 406] (Strafkommando, 1972) di C.H. Guenter [gennaio 1992] Traduzione di Alessandra Roccato
TRAMA:
In Olanda sparisce nel nulla un furgone portavalori. Il colpo porta la firma di Neunfinger, il potente gangster imprendibile a cui i servizi segreti di tutto il mondo danno la caccia. Perché Neunfinger non è solo un criminale comune, ma le sue azioni si intrecciano con la politica e lo spionaggio. Quando poi cominciano a sparire documenti segreti è proprio il caso di chiamare in scena Mister Dynamit, l’abilissimo agente del BND tedesco.
Nel secondo romanzo, Mister Dynamit si trova ad affrontare un altro potente della terra, nei cui forzieri scorrono fiumi di denaro, un uomo al cui gesto si mettono in azione micidiali killer. Un uomo che provoca la morte di tante persone in Europa e in America. Un uomo che va fermato ad ogni costo.

16. Una spia tra noi [Richard Hannay 3] (Mr. Standfast, 1918) di John Buchan [aprile 1992] Traduzione di Alessandra Roccato
TRAMA:
Torna l’indimenticabile autore de I 39 scalini con un nuovo romanzo del generale Hannay. Prima guerra mondiale. Questa volta nelle alte sfere di qualche Servizio Segreto inglese si annida una spia insospettata che ha tessuto per anni una rete di ragno e che ora è in grado di inviare all’alto comando tedesco informazioni riservatissime sugli spostamenti delle navi britanniche. E i sommergibili tedeschi si avventano su di esse seminando la strage. Le tracce dell’organizzazione si trovano in Olanda e in Svizzera, ma è in Inghilterra che si annida l’inafferrabile traditore e a Hannay è affidato l’incarico di scoprirlo ad ogni costo. La caccia è serrata e si svolge su un territorio internazionale, ma quando alla fine il traditore verrà catturato, la sorpresa sarà grande.

17. Nel segno del drago [Mr. Dynamit 648] (Drachen-Töter, 1991) di C.H. Guenter
+ Dieci cosacchi per Anushka [Mr. Dynamit 365] (Zehn Kosaken für Anuschka, 1969) di C.H. Guenter [maggio 1992]
TRAMA:
Nel primo dei due romanzi presentati in questo volume, Nel segno del drago, la storia ha origine nel lontano 1940 quando una persona parte dalla Germania per raggiungere la Cina via Mosca, ma scompare senza lasciare tracce. Cinquant’anni dopo un reportage dall’Afghanistan porta notizie del disperso e Mister Dynamit, nel corso delle indagini, incappa nei portatori del segno del drago che sembrano dotati di misteriosi poteri psicocinetici. La pace mondiale sembra in pericolo…
Il secondo romanzo, Dieci cosacchi per Anushka, vede in azione un misterioso gruppo i cui adepti si definiscono liberators, impegnati a far evadere prigionieri dietro compenso. È evidente che le grandi potenze non sempre sono d’accordo sul loro agire, ma per vederci chiaro occorre come al solito Mister Dynamit!

18. Il grande impostore (The Great Impersonation, 1920) di E. Phillips Oppenheim
+ Fuga da El Diablo (1992) di Frederick Kaman (Stefano Di Marino) [agosto 1992]
Contiene anche:
In fondo al fiume nero, di Alex Krusemark (Stefano Di Marino)
Il samurai, di Frederick Kaman (Stefano Di Marino)
TRAMA:
E. Phillips Oppenheim è uno degli autori più celebri del giallo inglese e molte sue opere sono autentiche spy-stories d’alto livello. Il che non sorprende se si considera che Oppenheim ha lavorato effettivamente per il controspionaggio britannico. Questo romanzo, Il grande impostore, è imperniato sulla figura di Sir Everard Dominey, un relitto umano dedito all’alcol, che scompare nella giungla africana per ricomparire poi a distanza di tempo sobrio e ricco. Ma è veramente lui? O si tratta di una spia tedesca che sta recitando la parte più difficile della sua vita?
Completano il numero un romanzo breve, Fuga da El Diablo, di uno dei più interessanti autori della nuova generazione, Frederick Kaman, che ci narra un’affascinante storia di lotta tra sandinisti e contras, e altri racconti che si svolgono nelle più scottanti aree del globo.

19. Allarme rosso [Mr. Dynamit 635] (Zum Teufel mit der Hölle, 1991) di C.H. Guenter – Traduzione di Alessandra Roccato
+ L’ira di Allah (Desert Hell, 1992) di Henry G. Collins (Enzo Verrengia) [ottobre 1992] Traduzione di Enzo Verrengia
TRAMA:
Il volume si apre con un romanzo di C.H. Guenter, Allarme rosso, imperniato su un intrigo internazionale che inizia con la sparizione di Henri Crupp, industriale e fabbricante d’armi. I servizi segreti di tutto il mondo scattano immediatamente in allarme e sulla sua eredità si scatenano potenze mediorientali e concorrenti rivali. Chi vincerà questa partita a poker: la NATO o i rivoluzionari? A questo punto si impone l’entrata in scena di Mister Dynamit.
Nel secondo romanzo, L’ira di Allah di Henry G. Collins, potrete leggere di un altro intrigo internazionale, sempre sullo sfondo di un Medio Oriente inquieto e sanguinario, ma le cui ramificazioni giungono nei salotti più sofisticati d’Europa e nelle banche più protette del mondo. Insomma, due romanzi avvincenti e della massima attualità in uno degli scenari più misteriosi, e sconvolgenti.

20. Un uomo chiamato Kiril [Stepan Povin 1] (The Man Called Kyril, 1981) di John Trenhaile [1993]

21. I 39 scalini [Richard Hannay 1] (The Thirty-Nine Steps, 1915) di John Buchan [marzo 1994] Traduzione di Riccardo Ghiri
Contiene anche:
Il monaco nero (The Black Monk, da “The Finger Of Fate”, 1930) di “Sapper” (Herman Cyril McNeile) – Traduzione di Massimiliana Brioschi
TRAMA:
È questo uno dei più grandi romanzi gialli del passato da cui il regista Alfred Hitchcock ha tratto un grande film. Tutto ha inizio quando un certo Scudder viene assassinato dopo aver fatto un’importante rivelazione al personaggio principale di questo romanzo: Richard Hanney. Una rivelazione sconvolgente perché preannuncia niente di meno che un diabolico complotto di anarchici per scatenare una guerra tra Germania e Russia, complotto che può essere sventato da Scudder stesso. Morto Scudder, tocca ad Hanney cercare di sventare le macchinazioni anarchiche e in questa impresa si troverà coinvolto in una serie di pericolose avventure che lo porteranno a scoprire il mistero dei 39 scalini e i a salvare la pace nel mondo.

22. Missione Maritza [Mr. Dynamit 370] (370. Grenzfort Maritza, 1970) di C.H. Guenter
+ Operazione “Sole” [Mr. Dynamit 471] (Zum Letzen Mal die Sonne, 1976) di C.H. Guenter

23. Guardando dalla piazza [Stepan Povin 2] (A View From the Square, 1983) di John Trenhaile [giugno 1995] Traduzione di Marika Boni Grandi
TRAMA:
Il suo nome: Povin. Capo del Primo Direttorio del KGB nonché del Servizio Segreto di tutte le Russie. Per anni il Generale Povin ha passato le più importanti informazioni ai servizi segreti occidentali direttamente dal cuore del KGB, ma ora la sua posizione si trova in pericolo. È sospettato di tradimento e capisce che è giunto il momento di lasciare la Russia e rifugiarsi al sicuro. E così chiede aiuto all’Occidente in cambio di un’ultima, clamorosa informazione: il KGB sta mettendo in atto un piano diabolico, il furto di un aereo dell’aviazione statunitense, un prototipo di eccezionale importanza strategica; un furto che avrà conseguenze disastrose e la fine della distensione fra le due potenze. La CIA passa immediatamente al contrattacco e invia in Siberia i suoi agenti, scelti tra i migliori, per sventare l’impresa.
Guardando dalla piazza consolida John Trenhaile come uno tra i migliori autori della narrativa di spionaggio; un romanzo avvincente e carico di tensione, assolutamente da non perdere!

24. Missione inferno [Mr. Dynamit 472] (Schwer zu Siegen, Leicht zu Sterben, 1976) di C.H. Guenter
+ Operazione Bosforo [Mr. Dynamit 476] (Poker Brutal, 1977) di C.H. Guenter [1996]
TRAMA:
Nel primo romanzo, Missione Inferno, tutto ha inizio nel terrificante periodo della Seconda guerra mondiale, quando i carri armati tedeschi marciano su Atene e il giovane Alecos deve fuggire. A Parigi troverà pace e ricchezza, ma poi ecco che a distanza di anni la sua pace è sconvolta. Un gruppo di mercenari vuole mettere le mani su una sua invenzione… e toccherà all’agente Dynamit del BND tedesco risolvere ancora una volta un pericoloso caso che potrebbe sconvolgere la pace del mondo.
Il secondo romanzo, Operazione Bosforo, sempre con l’agente Dynamit, si svolge sulle coste del Mar Nero dove spunta un misterioso veicolo a dodici ruote. Poco dopo un famoso architetto subisce una disgrazia mortale sulle Alpi austriache. Contemporaneamente un misterioso microfilm viene sotratto dalla cassaforte del Ministro degli Interni di Ankara. C’è forse un fattore comune tra tutti questi avvenimenti? E se c’è, dov’è la mente centrale di quel diabolico intrigo? Nei burocratici uffici dell’Est europeo o nel perfetto centro di comando di una multinazionale dell’acciaio di Philadelphia? L’agente Dynamit si butta a capofitto in una nuova avventura che lo vedrà protagonista in tutta Europa prima di trovare la soluzione proprio sul Bosforo.

25. La formula [Mr. Dynamit 468] (Spion im Schweigenetz, 1977) di C.H. Guenter [10 marzo 1997] Traduzione di Alda Carrer
Contiene anche:
Lo spettro e il conciaossa (The Ghost and the Bone-setter, 1838) di Joseph Sheridan Le Fanu – Traduzione di Roberta Formenti

26. Tre siluri per Nelson [Mr. Dynamit 404] (Drei Torpedos für Nelson, 1972) di C.H. Guenter
+ Sulla strada per Peshawar (1990) di Frederick Kaman (Stefano Di Marino) [maggio 1997]
TRAMA:
Fedele al suo appuntamento si ripresenta ai nostri lettori uno degli agenti segreti più affascinanti di tutta la letteratura di spionaggio: Bob Urban, l’agente Dynamit.
In Tre siluri per Nelson, tutto ha inizio negli anni Trenta quando un uomo dà una caccia spietata a un sommergibile tedesco e ama la donna sbagliata. Ora, a distanza di tanto tempo, quest’uomo, l’ammiraglio con un occhio solo, è stato messo su una lista nera e rischia di finire in una trappola mortale con la sua nave e ben mille uomini di equipaggio.

27. Progetto “Scorpione” [Mr. Dynamit 529] (Straße der Skorpione, 1981) di C.H. Guenter [giugno 1997]
Contiene anche:
Il giovane dottore (The Young Doctor, da “Mr. Fortune’s Practice”, 1923) di H.C. Bailey (Henry Christopher Bailey) – Traduzione di Valeria Leotta
Orrore a Red Hook (The Horror at Red Hook, 1927) di Howard Phillips Lovecraft – Traduzione di Valeria Leotta
TRAMA:
Mosca progetta un’operazione segreta. Anni di lavoro vi sono stati profusi, tutto è pronto… e l’Occidente di questa minaccia conosce solo una parola: “Scorpione”! La caccia all’agente dell’est si scatena in ben cinque nazioni e, dopo una girandola di avvenimenti da mozzare il fiato, l’agente viene catturato dalla CIA. Ma l’uomo tace e dietro la cortina di ferro viene spedito l’agente Dynamit con pieni poteri. La sua impresa non sarà facile e solo davanti al mitra spianato del suo boia l’agente Dynamit conoscerà la verità…

28. I giorni della vendetta [Mr. Dynamit 460] (Tage der Rache, 1976) di C.H. Guenter [1997] Traduzione di Marika Motta

29. Morire all’Avana [Mr. Dynamit 451] (Brich den Hals in Havanna, 1975) di C.H. Guenter [luglio 1998]
Contiene anche:
Gotico americano (American Gothic, 1987) di Ray Russell – Traduzione di Alda Carrer
L’aborrito avversario (The Loathly Opposite. Oliver Pugh’s Story, da “The Runagates Club”, 1928) di John Buchan – Traduzione di Alda Carrer
I segreti della cabala (Secrets of Cabalism, 1819) di William Child Green – Traduzione di Roberta Formenti
TRAMA:
In Morte all’Avana tutto ha inizio con la scomparsa di uno scienziato russo in missione a Cuba. Sulle sue tracce si lanciano i servizi segreti occidentali e orientali, oltre a un pericoloso gangster francese che progetta di venderlo al miglior offerente. Anche l’agente tedesco Dynamit viene coinvolto in una rocambolesca caccia all’uomo e metterà a repentaglio, ancora una volta, la sua stessa vita.

L.

– Ultimi post simili:

Advertisements