Tag

, , , , , , ,

COP_1347_allingham_casi_da_manuale_cm.inddArriva finalmente in Italia una storica antologia in cui Margery Allingham presenta diciotto assaggi della sua arte narrativa e dei suoi personaggi più amati.

La scheda di Uruk:

1347. Casi da manuale (The Allingham Case-Book, 1969) di Margery Allingham [24 maggio 2014] Traduzione di Igor Longo
Una questione di altezza [Albert Campion] (Tall Story, da “EQMM”, aprile 1954)
Il tre porta fortuna (Three is a Lucky Number, da “Argosy”, luglio 1956)
La Villa Marie Celeste [Albert Campion] (The Villa Maria Celeste, apparso originariamente come Family Affair su “EQMM”, ottobre 1960)
Lo psicologo (apparso originariamente come The Psychologist su “She”, marzo 1957, ristampato poi come Money to Burn su “EQMM”, aprile 1957)
La signorina Sotutto [Albert Campion] (Little Miss Know-All, apparso originariamente come The Neatest Trick of the Month su “EQMM”, marzo 1959)
Un giorno lo impiccheranno [Albert Campion] (One Morning They’ll Hang Him, da “EQMM”, agosto 1950)
Il vagabondo (The Lieabout, da “The London Evening News”, 22 luglio 1936; “EQMM”, aprile 1950)
Il fisionomista [Albert Campion] (Face Value, da “The London Evening Standard”, 20 dicembre 1949; “EQMM”, febbraio 1974)
Prova fotografica (Evidence in Camera, da “The Strand”, gennaio 1949; “EQMM”, ottobre 1949)
Lo scherzo è finito [Albert Campion] (Joke Over, apparso originariamente come The Man Who Utterly Vanished su “EQMM”, dicembre 1954)
Funerali di stato (apparso originariamente come It’s All Part of the Service su “Edgar Wallace Mystery Magazine”, maggio 1965, ristampato poi come The Lying-In-State su “EQMM”, luglio 1969)
Il professionista e i truffatori (The Pro and the Con, #)
C’è un medico in sala? (Is There a Doctor in the House?, da “EQMM”, settembre 1957)
Una questione di confini [Albert Campion] (The Borderline Case, dall’antologia “Mr. Campion: Criminologist”, 1937)
Non li prendono mai (They Never Get Caught, da “Nash’s Pall Mall Magazine”, novembre 1934; “EQMM”, giugno 1946)
Negli occhi della mente (The Mind’s Eye Mystery, da “Argosy”, maggio 1958)
La mamma sa (apparso originariamente come Mother Knows Best su “The London Evening News”, 12 maggio 1954, ristampato poi come Mum Knows Best su “EQMM”, giugno 1954)
Un dragone per Scotland Yard (apparso originariamente come The Snapdragon and the C.I.D. su “Sunday Telegraph”, 24 dicembre 1961, ristampato poi come Murder Under the Mistletoe su “EQMM”, gennaio 1963)

La trama:

CasebookUna fredda serata londinese, un gruppo di amici riunito nella saletta di un pub. L’ispettore Charlie Luke è in vena di racconti, e ad ascoltarlo c’è anche Albert Campion, il detective gentiluomo. Le sue parole prendono vita, mentre rievoca una nebbiosa notte di anni prima. Era giunta voce che un noto criminale, armato e a corto di soldi, preparasse un colpo nell’ufficio di un allibratore. Un’intera squadra di poliziotti era appostata per catturarlo con la refurtiva addosso. Finché, dopo mezzanotte, l’ombra di un tipo alto e magro avvolto in un impermeabile si era stagliata sul marciapiede, alla luce dei lampioni. Poi niente era più andato come previsto… E questo non è che l’inizio di una serie di sfide sorprendenti, in grado di sconcertare gli investigatori più sagaci, e dunque perfino l’imperturbabile Campion. Ma non per molto.

L’autrice:

Margery Allingham (1904-1966), inglese, è una celebre firma dell’epoca d’oro del giallo. Figlia di una coppia di scrittori, ha esordito pubblicando a soli diciannove anni la sua prima storia, ispirata al mondo dell’occulto, per poi affermarsi come autrice di mystery caratterizzati da ambientazioni raffinate e intrecci ingegnosi. Ha utilizzato anche lo pseudonimo Maxwell March. Il suo personaggio ricorrente, protagonista di romanzi e racconti, è l’investigatore dilettante Albert Campion.

L.

– Ultimi post simili: