Tag

, ,

MucchioSelvaggioGrande classico del western trovato ieri su bancarella: la novelization di un film celebre all’interno di una collana editoriale ancora più celebre.
Per la locandina italiana d’annata del film, rimando al mio blog sull’argomento: IPMP.

Ecco la scheda di Uruk:

I Grandi Autori del Western 29. Il mucchio selvaggio (The Wild Bunch, 1969) di Brian Fox – La Frontiera Edizioni (dicembre 1982), traduzione di Tiziano Agnelli
* [Tratto dalla sceneggiatura di Walon Green e Sam Peckinpah per il film omonimo del 1969 di Sam Peckinpah, con William Holden ed Ernest Borgnine]

Wild_BunchEcco la quarta di copertina:

Uomini rimasti immutati in una terra che stava rapidamente cambiando. Dei veri Misfits (termine intraducibile che sta per disadattati, fuori tempo, fuori ambiente) ecco i componenti del Mucchio Selvaggio. Improvvisamente un nuovo West era emerso e per questi uomini fu di colpo la resa dei conti. I loro giorni erano ormai contati ma prima di scomparire il cielo stesso si sarebbe macchiato di sangue. Emersi dal West di fine secolo, con un passato sfocato, e solo a sprazzi illuminato da brevi reminescenze intimistiche, questi uomini si muovono tra una fauna di frontiera aberrante, disperatamente tesi all’ultimo colpo, quello che permetterà loro di ritirarsi per sempre. Ma il West non è più quello. Adesso chi li inseguiva non era più una posse guidata dallo sceriffo di turno, ma un branco di cacciatori di taglie al soldo del capitale, condotti da un vecchio pard. Il vecchio gioco si stava ormai contaminando, e la stanchezza e il disgusto per questa nuova era cominciavano già ad intaccare anche la loro amicizia. Alle loro spalle Thornton, ex-membro del gruppo, anche lui costretto a cambiare dai tempi nuovi; davanti a loro le orde selvagge e bestiali del Messicano Mapache, nel Texas li aspettava il capestro. Non c’era più posto per i sopravvissuti del Mucchio Selvaggio, e Pike Bishop condusse i suoi uomini all’abbagliante showdown senza rimpianti e con un solo proposito: rendere memorabile quell’ultima passeggiata.
Questo libro è tratto dalla sceneggiatura originale dell’omonimo film Warner-Pathe. Regia di Sam Peckinpah, interpretato da William Holden, Robert Ryan e Ernest Borgnine.

Ed ecco infine l’incipit:

Il giorno del massacro di San Rafael fu caldo come l’anticamera dell’inferno. Per settimane i raggi impetuosi del sole del deserto avevano cotto e disseccato il territorio lungo il confine. Quello che in seguito fu definito come “Massacre Day” iniziò tranquillamente, un normale giorno d’estate in una qualsiasi cittadina di confine. La gente si levò presto nelle camere già soffocate dalla calura, fece colazione e si dedicò al lavoro giornaliero come sempre, imprecando in silenzio e con rassegnata accettazione dato che quello sarebbe stato un altro giorno afoso.

Wild_Bunch2L.

Annunci