Tag

, , , ,

Notte_BrooklynNel suo viaggio di recupero dei classici dimenticati dall’editoria italiana, la collana “La Memoria” (Sellerio) si occupa anche di “tappare i buchi” delle bibliografie di autori celebri. Per esempio Lawrence Block ad oggi ha scritto circa una ventina di romanzi con protagonista l’ex poliziotto Matthew Scudder, il primo dei quali è Le colpe dei padri (Mondadori 1981; Fanucci 2005): ecco l’inedita decima avventura.

Ecco la scheda di Uruk:

930. Un’altra notte a Brooklyn [Matthew Scudder 10] (A Walk Among the Tombstones, 1992) di Lawrence Block [2013] Traduzione di Simona Fefè
* [Da questo romanzo il film La preda perfetta (A Walk Among the Tombstones, 2014) di Scott Frank, con Liam Neeson]

TombstonesEcco la quarta di copertina:

«Ehi, Khoury, non è ancora tornata, vero? – Chi parla? – Non te ne deve fregare di chi parla. Abbiamo preso tua moglie, arabo di merda. La vuoi indietro o no?». Kenan Khoury, libanese di New York e trafficante di droga, in pochi minuti è pronto a pagare quasi mezzo milione di dollari per riavere la bella, dolce, innocente Francine. E la ritrova, dopo una serie di giri pazzi, nel portabagagli di un’automobile, a pezzi. Nella grande città, una coppia ben organizzata uccide per godere del palpito di dolore delle giovani prede, e ha di mira le donne amate dai fuorilegge. Matthew Scudder, ex poliziotto, ex alcolista, detective senza licenza, si mette al lavoro per scoprire il mostro e consegnarlo, forse, alla vendetta: perché un narcotrafficante non può parlare alla polizia, perché c’è spesso più umanità e lealtà dove meno ce l’aspettiamo, e soprattutto perché la striscia di sangue innocente è cominciata ben prima di Francine e rischia di continuare dopo, con un’altra inconsapevole vittima.
Per le strade inquiete di Brooklyn, corre un’indagine che interpreta indizi e decifra tracce e che è insieme una caccia all’uomo, condotta da un manipolo eterogeneo (la prostituta compagna di Scudder, il narcos e suo fratello, uno spiritoso ragazzino dickensiano e due strani amici esperti di computer e marciapiedi), creature del disordine ma piene di una suadente armonia etica.
Un’altra notte a Brooklyn è un poliziesco che entra nel profondo del lettore. Grazie alla storia, la cui lettura è difficile da interrompere, per la felicità del ritmo e l’esatta ambientazione; ma anche perché i protagonisti sono fuorilegge dotati di una innocenza vera, amichevole e pura. Nell’orrore che non risparmia ferocia, si scopre come dal male realmente possa venire il bene.

La preda perfetta (7)E, per finire, l’incipit:

L’ultimo giovedì di marzo, più o meno tra le dieci e mezza e le undici del mattino, Francine Khoury disse al marito che sarebbe uscita a fare un po’ di spesa.
«Prendi la mia macchina» disse lui. «Io non mi muovo».
«Troppo grande» rispose lei. «L’ultima volta che l’ho guidata mi sembrava di governare una nave».

Lawrence Block (1938) ha scritto più di una cinquantina di romanzi aggiudicandosi più volte il Premio Edgar, massimo riconoscimento destinato alla letteratura poliziesca americana. Ha creato diverse figure di investigatori. Di essi il più popolare è Matthew Scudder, ex poliziotto ed ex alcolista, padre e marito divorziato, compagno della prostituta Elaine, che si muove a New York, città beneamata dall’autore. La serie di Scudder conta più di una quindicina di romanzi.

L.

Annunci