Tag

, , , , ,

Modesty_Blaise_ODonnellGhiotto numero d’annata della collana “i Garzanti” diretta da Livio Garzanti. Protagonista è un’eroina nata a fumetti, passata alla narrativa e infine al cinema, con successo sempre decrescente.
Primo della decina di romanzi di Peter O’Donnell dedicati all’actionwoman Modesty Blaise: solo pochi sono usciti in Italia, a volti firmati dallo pseudonimo Madeleine Brent.
L’illustrazione di copertina ritrae l’attrice Monica Vitti nel film Modesty Blaise.

Ecco la scheda di Uruk:

226. Modesty Blaise [Modesty Blaise 1] (Modesty Blaise, 1965) di Peter O’Donnell [31 marzo 1970] Traduzione di Paolo C. Gajani

Modesty_Blaise_novelEcco la quarta di copertina:

Modesty Blaise è una ragazza bellissima che non arretra davanti a nessuna impresa difficile, pericolosa, sanguinosa: sa sempre fare i propri affari e sa sempre trovare e lasciare i propri uomini, inesorabile in amore come in battaglia. Un servizio segreto inglese riesce ad agganciarla per portare a compimento un incarico più scabroso di tutti gli altri. Modesty Blaise si è ritirata, ricca e sicura, dalla vita attiva, ha ventisei anni, potrebbe godersi quiete e lusso, ma il richiamo dell’avventura è prepotente, ed eccola allo sbaraglio, in un succedersi vertiginoso di lotte e incubi, misteri e agguati, sugli sfondi più insoliti e affascinanti. Nuda o vestita, in calzamaglia o con il suo equipaggiamento fantascientifico, passa da un abbraccio a una stretta mortale, da una tortura a una strage. Gli uomini le piacciono, ma non esita a sfogare su di loro risentimento, furore, odio: è la più terribile e la più attraente donna che esista. Da questo romanzo, primo di una serie, Joseph Losey ha tratto un noto film con Monica Vitti nella parte dell’inquietante eroina.

Monica Vitti nel film del 1966

Monica Vitti nel film del 1966

E, per finire, l’incipit:

Fraser si accomodò gli occhiali secondo l’angolo in virtù del quale sapeva di assumere l’espressione di compita ottusità che prediligeva. Passandosi un dito lungo il naso, egli ostinatamente fissò lo sguardo sul fascicolo aperto che aveva in mano.
«A quanto immagino, signore,» disse in tono guardingo, «Modesty Blaise potrebbe anche essere persona molto difficile perché noi… ehm, perché noi la si possa effettivamente avere.» Sbatté le palpebre, gettando un’occhiata in direzione dell’alto uomo massiccio dai capelli grigi che in piedi accanto alla finestra osservava il convulso traffico serale nella sottostante Whitehall.

Peter O’Donnell è nato in Inghilterra nel 1921. È autore di innumerevoli racconti e famoso sceneggiatore di fumetti. Modesty Blaise, prima di divenire la protagonista di un fortunato ciclo di romanzi, è stata la popolarissima eroina di una serie di strisce apparse dal 1962 sull’“Evening Standard”.

L.

Annunci