Tag

, , ,

GialliNewton14Delizioso classico del giallo di inizio Novecento in una delle sue ristampe meno blasonate: non trattandosi di Agatha Christie, Fletcher è considerato un autore di scarto…
Numero 14 della collana “Il Giallo Economico Classico” (Compagnia del Giallo – Gruppo Newton).
L’illustrazione di copertina è firmata da Nocerino.

La scheda di Uruk:

14. Il mistero del diamante giallo [Daniel Perivale] (The Orange-Yellow Diamond, 1920) di Joseph Smith Fletcher [18 settembre 1993] Traduzione già pubblicata anonima nei “Gialli Economici Mondadori” nel 1937, opportunamente riveduta e aggiornata

La trama:

Orange-YellowLe scogliere di Folkestone sono un luogo davvero incantevole per trascorrervi le vacanze. Questo pensa Rowland Lawson, gentiluomo di Londra convalescente dopo una grave malattia, mentre discende canticchiando verso la spiaggia; ma alla svolta del sentiero l’attende una terribile sorpresa.
Inizia così una storia piena di colpi di scena, che ruota intorno al mistero di uno splendido diamante appartenuto a una dama della corte di Russia. Le indagini, compiute dal raffinato Daniel Perivale della polizia inglese e dal celebre investigatore francese Laborle, ci portano a Parigi, al ristorante del «Cane Giallo»…

L’incipit:

Lungo le scogliere di Folkestone si estende una lunga fila di alberghi e pensioni familiari dai quali, in certe giornate, si può, senza esagerazione, gettare un’occhiata sulla Francia. La costa francese si trova infatti a una ventina di miglia, cosicché nelle giornate limpide si scorgono i suoi promontori, e durante la notte i suoi fari lanciano ad intervalli la loro luce verso l’Inghilterra.
È un luogo incantevole per passarvi le vacanze. L’aria è dolce e salubre e la vicinanza del continente esercita sui turisti un’attrazione grazie alla quale gli alberghi che dominano la spiaggia sono quasi sempre gremiti.
Verso la fine d’ottobre del 1922 risiedeva in uno di quegli alberghi un giovane gentiluomo londinese, Rowland Lawson, convalescente di una grave malattia.

L’autore:

Joseph Smith Fletcher (1863-1935) nacque a Halifax e, rimasto orfano a otto mesi, crebbe con la nonna a Darrington, nello Yorkshire. A diciotto anni partì per Londra, dove iniziò a scrivere per alcuni giornali. Pubblicò novelle, poesie, biografie, commedie e drammi teatrali, ma il suo nome è rimasto legato ai racconti polizieschi e del mistero. Si interessò inoltre di archeologia e antiquariato. I suoi gialli sono stati tradotti in molte lingue: in Italia la sua notorietà si è particolarmente diffusa nel periodo tra le due guerre e nel secondo dopoguerra.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci