Tag

, , , ,

RomanziBruciare11Numero d’annata di una collana che non ha lasciato molti segni nella nostra editoria: “I Romanzi da Bruciare” della Boselli, periodico quindicinale diretto da Dino De Rugeriis, romanziere e saggista che nel ’69 scriverà anche due sceneggiature cinematografiche.
L’autore Drew D. Rogers puzza davvero tanto di pseudonimo, e probabilmente è in realtà quello Stefano Neri che si firma come traduttore.
La copertina è curata da Jvonne Cocco.

Ecco la scheda di Uruk:

11. Il Quartetto di gentiluomini e la Creola Triste (A Gentlemen’s Quartet n. 2) di Drew D. Rogers [25 giugno 1957] Traduzione di Stefano Neri

Ecco la quarta di copertina:

Il terribile sole del Texas, una orrenda macchina giallo-limone, i bronzei Apaches, le ombre, la malinconia di una Creola troppo ricca e troppo bella; poi i capelli rossi di Janine, la sottile bocca di Jean e lo sceriffo “venduto”. Tutta qui la sconvolgente avventura del “Quartetto” sbalzato dalla nebbia di New York, nel deserto affocato del Sud, sulla riva di un mare di piombo liquido. Chi poté contare le pallottole sparate, le pugnalate, gli attentati? Chi poté farlo se non il Destino? Il Destino che viaggia in aereo, poi, al mise a ridere e venne fuori la faccenda di Londra.

E, per finire, l’incipit:

Proprio mentre stava chiudendo la porta, Hozumi Ito la vide. La donna se ne stava nell’angolo più buio del corridoio, ogni tanto la luce intermittente di una pubblicità esterna le tagliava il volto che il piccolo giapponese giudicò bellissimo. Le si avvicinò sorridendo e le disse:
— Cerca qualcuno, miss ?
— Sì, rispose la donna con una singolarissima voce, cerco qualcuno del «Quartetto di gentiluomini».
— Bene, allora lo ha trovato, io sono appunto uno del «Quartetto». Il capitano Hozumi Ito, ai suoi ordini. Al caso però possiate rimandare il vostro colloquio, ve ne sarei oltremodo grato.

L.

Annunci