Tag

, , , , ,

Segretissimo734Trovato su bancarella un vecchio numero della storica collana “Segretissimo” (Mondadori) diretta all’epoca da Laura Grimaldi.
Il romanzo è la terza avventura del colonnello William Kendall, comandante di una Unità Speciale, e il suo vicecomandante tenente colonnello Aaron Eisenberg, già incontrati in Eisenberg: all’ottava crociata (Segretissimo n. 717) e Eisenberg: mercante di morte (n. 726)
L’illustrazione di copertina è firmata dal celebre Carlo Jacono, sebbene – come si può vedere più sotto – attinga alla copertina originale.

Ecco la scheda di Uruk:

734. Eisenberg: fuoco a volontà [William Kendall 3] (Defame and Destroy, 1976) di Philip Chase [22 dicembre 1977] Traduzione di Beata Della Frattina

Defame and DestroyEcco la trama:

La bella Diana sa a chi rivolgersi, quando ritiene di aver scoperto una pericolosa fuga di notizie che dalle Nazioni Unite, dove lei lavora, viene riversata in mani capaci di usare le informazioni per scopi tutt’altro che pacifici. Ma se avesse saputo che una volta avvertito Eisenberg la situazione sarebbe precipitata fino a mettere in pericolo la vita stessa dell’agente speciale per il quale lei nutre un interesse particolarissimo, forse avrebbe preferito tacere. Comunque, ormai è fatta, e il crepitare dei colpi delle armi da fuoco è inferiore solo alla spasmodica tensione che percorre tutta la vicenda, fino alla soluzione.

E, per finire, l’incipit:

Dalla finestra del decimo piano, il tenente colonnello Aaron Eisenberg poté vedere la lunga berlina nera quando era ancora a sei isolati di distanza. Avanzava lentamente lungo la strada deserta, come se il conducente cercasse un posto dove parcheggiare o il numero di una casa. Poi, quando si trovava ancora a due isolati, accelerò improvvisamente.
Eisenberg schiacciò il pulsante in alto sul congegno di comando che teneva nel palmo della mano sinistra e disse: — Dieci — a voce abbastanza alta da attivare il fonorivelatore del microfono a gola che aveva legato al collo. Poi depose il congegno di comando sul davanzale e concentrò tutta l’attenzione sulla macchina nera e sulla mitragliatrice calibro cinquanta montata sulla finestra al suo fianco.

L.

Annunci