Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Extra23Agosto è il mese perfetto per le indagini letterarie, e “Il Giallo Mondadori Extra” (n. 23) presenta questa estate un’antologia imperdibile: Delitti in giallo, dodici racconti italiani per una grande estate di mistero.

La scheda di Uruk:

23. Delitti in giallo, a cura di Franco Forte [agosto-settembre 2015] Supplemento a Il Giallo Mondadori n. 3134
Introduzione, di Franco Forte
Tutto quel pulp. Un’indagine di Susanna Marino, di Cristiana Astori
Inutili attese. Un’indagine di Filippo Dolci, di Manuela Costantini
Il bruto di Vallelunga. Un’indagine di Bas Salieri, di Stefano Di Marino
La donna cannone. Un’indagine di Erica Franzoni, di Annamaria Fassio
L’odore del gelo. Un’indagine di monsignor Attilio Verzi, di Andrea Franco
La signora Silvana. Un’indagine del commissario Veneruso, di Diego Lama
Donne al buio. Un’indagine di Angela Garzya, di Enrico Luceri
La finestra dell’Hikikomori. Un’indagine del commmissario Soliani, di Massimo Lunati
Le dita del diavolo. Un’indagine di Dante Servadei, di Marco Phillip Massai
Il terzo testimone. Un’indagine di Matteo Montesi, di Marzia Musneci
Maria Cardosa. Un’indagine di Leonardo Cardosa, di Carlo Parri
L’ultimo volo dell’Aquila. Un’indagine del professor Johann Maria Abbati, di Ilaria Tuti

La trama:

Tutti presenti. Ci sono il commissario capo Erica Franzoni, impegnata a risolvere il caso di un’insegnante sgozzata con un colpo di forbici, e il vicequestore Cardosa, sulle tracce della sorella scomparsa a Marsiglia. C’è il detective privato Matteo Montesi, alle prese con un cadavere sventrato nel bosco e due ragazze bionde forse testimoni dell’omicidio, e c’è il ricercatore dell’occulto Bas Salieri, all’opera in un tetro angolo di Dolomiti su un delitto così efferato da evocare una creatura non umana. E poi monsignor Attilio Verzi, con il suo talento unico nel distinguere gli odori, e Susanna Marino, con le sue storie sul confine pulp tra cinema e morte… Questi e tanti altri gli investigatori, professionisti o dilettanti, ognuno con il suo metodo e il suo originale approccio alla scena del crimine, schierati da un drappello di autori affermati ed esordienti di qualità, in una galleria di personaggi capaci di contendere le luci della ribalta ai colleghi anglosassoni. E quale migliore palcoscenico per le loro indagini della collana che in Italia ha dato il nome a questo genere?

L’incipit dell’introduzione di Franco Forte:

Perché, vi chiederete, un titolo all’apparenza ridondante come “Delitti in Giallo”? Perché questa antologia è stata pensata e realizzata per raccogliere in un unico contenitore i migliori autori italiani del Giallo Mondadori (ecco spiegata la “G” maiuscola nel titolo), insieme a un gruppo ristretto di esordienti di qualità che, come tradizione della nostra collana, intende gettare i presupposti per rendere fertile il terreno letterario del giallo e scoprire nuovi talenti.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci