Tag

, , , ,

RomanzoGiallo82Bancarelle estive fortunate, quelle che mi hanno permesso di recuperare questo consumato ma ghiotto numero della collana “Il Romanzo Giallo” della Garden Editoriale di Eleonora Corno, in piena fase di riproposizione del proprio catalogo. (Questo romanzo era già apparso nel numero 4 della stessa collana.)
L’immagine di copertina è firmata dal mitico Carlo Jacono.

Ecco la scheda di Uruk:

82. Sonno profondo (riportato The Sleeper ma in realtà The Sleepwalker, 1974) di Helen McCloy [luglio 1997] Traduzione di Mirko Pavelic

sleepwalkerEcco la trama:

Marian Tunsey si considera una donna fortunata. Ha un lavoro che le piace, un’auto di suo gusto e anche un uomo che le interessa… ma nubi si profilano all’orizzonte: una collega di lavoro insidiosa, qualcuno che le prende furtivamente la macchina in prestito… e un passato che per lei è una lavagna nera, perché un anno prima ha perso la memoria. Come se ciò non bastasse, Marian si scopre sonnambula finché una notte non si ritrova in macchina a molti chilometri da casa in una regione che le è totalmente ignota. Qual è allora il mistero che si annida nella sua mente e che neanche lo psichiatra cui si è affidata riesce agevolmente a risolvere? E perché quando finalmente il velo nero si squarcia, il passato sembra esploderle di fronte con tanta violenza e anche il presente si fa carico di minaccia in un agghiacciante crescendo di suspense e di terrore?

E, per finire, l’incipit:

Qualcosa nei suoi occhi, brillanti, scuri, decisi, mi rese inquieta. Una voce interna mi diceva: quest’uomo è pericoloso, non aver a che fare con lui.
Non mi lascio suggestionare dalle prime impressioni quindi ignorai la voce interna e sorrisi.
— Sono Marian Tansey. Ho telefonato. Dovete avere una vettura per me!
— La decappottabile!
— Come lo sapete?
— Ho preso io la vostra telefonata.

L.

Annunci