Tag

, , ,

IncubiMiracoliBancarelle estive fortunate, quelle dove ho rischiato l’insolazione e il collasso ma che mi fruttano un’antologia ghiottissima di Robert Bloch: si tratta di un vecchio numero della serie “Pocket Mistero Serie Viola”, facente parte degli storici “I Libri Pocket” (Longanesi), diretti da Romano Rinaldi.
Dopo una ristampa nel 1979 (“I Super Pocket” n. 258), questo libro scompare nel nulla…

Ecco la scheda di Uruk:

503. Incubi e miracoli (Dragons and Nightmares, 1969) di Robert Bloch [1° aprile 1975] Traduzione di Maria Luisa Cesa Bianchi
La buona azione del cavaliere (A Good Knight’s Work, da “Unknown Worlds”, ottobre 1941)
Il drago affamato (The Eager Dragon, da “Weird Tales”, gennaio 1943)
Il custode degli incubi (Nursemaid to Nightmares, da “Weird Tales”, novembre 1942)
Poscritto (febbraio 1968)

Dragons_NightmaresEcco la trama:

Robert Bloch, famoso scrittore di racconti di fantascienza e di tensione, autore di Psyco e chiamato da Alfred Hitchcock a collaborare a molte tra le sceneggiature dei suoi film, dichiara in questo libro, ritenuto da lui stesso e dalla critica uno dei più importanti apparsi sinora, di essersi ispirato allo stile essenziale e affascinante di Damon Ruyon.
Tra le pagine si trovano infatti personaggi che si rifanno a quelli famosi della narrativa e del cinema dell’orrore come, a esempio, il conte Dracula, il Lupo Mannaro, e altri mostri non disgiunti da quelli della antica mitologia.
Si tratta, dunque, di uno dei volumi più bizzarri e fantastici della grande narrativa. Il testo appare per la prima volta nella versione italiana. Non è una ristampa, è un originale completo.

Ristampa del 1979

Ristampa del 1979

E, per finire, l’incipit:

Sto premendo sull’acceleratore, l’aria si riversa dentro all’autocarro e le bestemmie si riversano fuori, perché questa mattina non mi devo essere svegliato del mio verso giusto.
Ai vecchi tempi informavo sempre la mia cricca di voler mollare tutto, comprare una cascina e allevare polli.
Così adesso ho la cascina e allevo polli ma rimpiango i vecchi tempi in cui facevo il diavolo a quattro.
È una di quelle cose che ti capitano, e forse oggi anche due o tre, tutte insieme. Ma forse tu sei più fortunato e non vivi nel Corn Belt, per questo ti snocciolerò qualche particolare onde provarti che chi ti dice questo, sa quel che si dice.

Illustrazione per "Weird Tales"

Illustrazione per “Weird Tales”

L.

Annunci