Tag

, , , ,

007TatuaggioContinua il viaggio di Uruk nel mondo letterario dell’agente segreto più famoso del mondo: rimaniamo fermi alla collana “Segretissimo” (Mondadori).

Ecco la scheda di Uruk:

1481. 007: l’uomo dal tatuaggio rosso [James Bond] (The Man With the Red Tattoo, 2002) di Raymond Benson [luglio 2003] Traduzione di Andrea Carlo Cappi

The Man With the Red TattooEcco la trama:

Nome in codice: Goro Yoshida.
Nazionalità: giapponese.
Professione: superterrorista.
Scopo della missione: scoprire per quale motivo una ricca famiglia britannica è stata annientata da un virus africano in Giappone. Controllare se le due organizzazioni terroristiche che rispondono agli ordini di Yoshida sono in possesso di un’arma batteriologica di potenza inaudita. Verificare quando, se e come intendono sferrare il loro attacco. In caso affermativo, annientare i terroristi prima del prossimo G8. A qualunque costo.
Agente consigliato: James Bond.

The Man With the Red Tattoo aE, per finire, ecco l’incipit:

Che cos’era quel ronzio acuto nell’orecchio, si chiedeva, mentre veniva sopraffatta da una nuova ondata di nausea. Un’ora prima si sentiva bene. Ma ora Kyoko McMahon era infreddolita, priva di forze e afflitta da un’emicrania martellante.
Il volo della Japan Airlines era decollato due ore prima dall’aeroporto di Narita e non sarebbe arrivato a Londra prima di altre dieci ore. Sarebbe riuscita a reggere? Provava un senso di vertigine e avrebbe voluto che il mondo smettesse di girarle intorno.
Rifiutava di pensare che fosse colpa del cibo preparato da Shikuza per la festa di compleanno della loro madre. Sua sorella, come tutti in famiglia, era meticolosa e ci si poteva fidare della sua cucina. A pensarci bene, a colazione suo padre si era lamentato del mal di stomaco e la madre si era alzata dal letto giusto per salutarla. Forse avevano bevuto troppo di quell’eccellente sakè Ginjo, la sera prima.

L.

Annunci