3137Ecco cosa ci aspetta a novembre nelle edicole firmato Mondadori

Il Giallo Mondadori n. 3137: Cadaveri in divisa di Peter Lovesey
Da poliziotto a cadavere in zero secondi netti. Per l’agente Harry Tasker, in servizio di pattuglia a piedi per le strade di Bath, il passaggio di stato da vivo a morto è questione di un attimo. Niente grida, nessuna colluttazione e nemmeno ultime parole. In dodici settimane lui è il terzo che finisce ammazzato. Stesso modus operandi: un colpo alla testa, preciso, pulito, sparato a distanza con un fucile d’assalto, e nessuna traccia rilevante sulla scena del crimine. Opera di un tiratore esperto, letale e invisibile, in grado di essere ovunque e in nessun posto, sempre un passo avanti. La sola certezza è che continuerà a uccidere seguendo il suo spietato programma, se non si farà subito qualcosa per fermarlo. È tempo di assegnare il caso al sovrintendente investigativo Peter Diamond, l’uomo giusto per risolverlo. Capace di agire fuori dagli schemi e senza tabù, sfidando anche le resistenze e la sfiducia dei colleghi. Nel pericoloso, disperato tentativo di dare un nome al cecchino senza volto.

Sherlock Mondadori n. 15: Sherlock Holmes e il caso del papiro egizio di David Stuart Davies
Niente di nuovo sotto il cielo di Londra. La polizia indaga senza risultati sul furto di un antico papiro al British Museum, e si ritrova così a bussare al 221B di Baker Street per ricorrere una volta di più ai servigi di un noto investigatore privato. Come al solito gli ispettori di Scotland Yard non afferrano la natura del problema, e nessuno meglio di Sherlock Holmes sa riconoscere in una serie di eventi all’apparenza non connessi gli anelli di un’arcana catena. Perché non della banale impresa di un trafugatore di reliquie si tratta, ma di una vicenda ben più sinistra. Quanto sinistra, nemmeno lui può sospettarlo al momento di partecipare a una seduta spiritica per smascherare un sedicente medium. Qui tuttavia l’infallibile segugio vedrà materializzarsi la figura di un degno avversario, dedito a una ricerca frenetica del Libro dei Morti che custodirebbe il segreto della vita eterna. E contro le forze dell’oscurità evocate da un lontano passato, solo la luce della più ferrea logica potrà trionfare.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1378: Esperimenti deduttivi di Ellery Queen di Ellery Queen
Se un anziano patriarca, prima di morire assassinato con una pugnalata al cuore, lasciasse un ultimo messaggio denso di significati nascosti? Potrebbe essere una traccia per individuare il colpevole, o forse per decodificare la combinazione di una cassaforte contenente un preziosissimo ciondolo orientale, ma chi saprebbe darne la giusta interpretazione? E se la sorte di una competizione tra collezionisti fosse affidata a un misterioso indizio attribuito nientemeno che al presidente Lincoln, chi potrebbe decifrare un simile rebus? E chi mai sarebbe in grado di individuare l’autore di un delitto prima ancora che la vittima abbia esalato l’ultimo respiro? La risposta è sempre e solo una: Ellery Queen. Al quale il bizzarro Club dell’Enigma, i cui membri hanno come unico scopo quello di trarsi reciprocamente in inganno con elaborati indovinelli, propone di affrontare addirittura un test di ammissione… proprio a lui, che certo non ha bisogno di dimostrare ulteriormente le sue capacità. Come testimoniano queste grandi prove di deduzione, speciale tributo a un campione della scienza investigativa.

Segretissimo n. 1627: Codice Tunguska di ANtonio Zamberletti
Mi chiamo Weber, Klaus Weber. Qualcuno, dopo avermi visto sparare, mi ha soprannominato l’Occhio di Dio. Colui che con uno sguardo può concedere la vita o dare la morte. Dare la morte è il mio mestiere. Anche quelli che mi hanno reclutato un abisso di tempo fa lavorano per lei. Siamo pochi, duri, decisi. Abbiamo la guerra nel sangue, ma non abbiamo nulla a che vedere con l’esercito. Siamo qualcosa a metà fra commandos e agenti dei servizi segreti, un’organizzazione più efficiente e letale di qualsiasi altra. Noi siamo i risolutori, quelli incaricati di fare i lavori sporchi, le operazioni nere, clandestine ai massimi livelli, che non possono essere approvate né conosciute da nessun organismo, da nessun parlamento. Noi siamo fedeli al nostro paese. Noi siamo Argo. Benvenuti all’inferno.

Segretissimo SAS 9: A Ovest di Gerusalemme di Gérard de Villiers
Langley. Un uomo scavalca una finestra del grande edificio di acciaio e vetro e si lancia in un volo vertiginoso, fino all’impatto mortale diciassette piani più in basso. Un suicidio che promette grane a non finire, visto che a gettarsi nel vuoto è stato Foster Hillman, l’onnipotente capo della CIA. Quale inconfessabile ragione può avere spinto una personalità rispettata da tutti a un gesto così estremo? Caso vuole che, di lì a poco, avesse un appuntamento con Malko Linge: a Sua Altezza Serenissima toccherà il compito di fare luce sulla morte di Hillman per diradare le ombre del sospetto. Non resta che augurare buona fortuna al Principe delle Spie: ne avrà bisogno, muovendosi sulla scacchiera di un conflitto mediorientale che miete vittime anche molto lontano, a ovest di Gerusalemme.

Urania 1624: Il sangue e l’impero di Sandro Battisti e Francesco Verso
[I 2 romanzi vincitori del Premio Urania 2014]
L’impero restaurato – Un romanzo dell’Impero Connettivo che estende il suo dominio sullo spazio e il tempo ed è governato da una stirpe di re semieterni. L’imperatore alieno Totka_II e il suo plenipotenziario Sillax tentano di modificare il continuum dal futuro per interagire con le conquiste di Giustiniano I. Bisogna espandere il regno dei postumani!
Bloodbusters – Alan lavora per una delle più importanti agenzie di riscossione, in un paese in cui le tasse si pagano direttamente col sangue. Durante l’accertamento nei confronti di una debitrice, Alan e la sua squadra vengono beffati dal gruppo anarchico dei Robin Blood che gli sottraggono la donna. Peccato che Alan fosse quasi riuscito a convincere Anissa Malesano a versare almeno un anticipo, e che sia deciso a tutto pur di recuperare il suo sangue.

Urania Collezione 154: Gulliver di Marte di Edwin L. Arnold
Il Fiume della Morte scorre, pigro ed eterno, in una valle dimenticata. Chi lo percorre ha concluso la prima vita ma dopo essere precipitato dalle cascate tornerà sotto nuove spoglie… Per il tenente Gulliver Jones, arrivato su Marte con mezzi straordinari, è solo uno dei misteri di un mondo sconosciuto: un pianeta che pullula di foreste e antiche città, personaggi ambigui e creature bellissime. Seth la capitale-megalito, An l’essere che non appartiene “né a un genere né all’altro”, a metà fra la donna e l’uomo, e soprattutto l’eroica Heru, affiancheranno Jones in un mondo alternativo che non sfigura accanto a quelli immaginati da E.R. Burroughs e E.R. Eddison. Su Marte Gulliver affronterà ogni sorta di pericoli, nell’ultimo romanzo di un precursore della science fiction già adattato a fumetti dalla Marvel Comics.

Urania Millemondi 73: Il libro del tempo di Fritz Leiber
Fritz Leiber ha rivoluzionato il racconto fantascientifico
scoprendo l’ambiguo legame che esiste fra lo spazio-tempo con i suoi misteri e le creature che abitano l’interno della mente. Dopo il primo volume dei suoi racconti, tutti tradotti da Vittorio Curtoni (Il libro dello spazio, “Millemondi” n. 71), in questo secondo appuntamento il grande scrittore americano vi accompagnerà per i sentieri insidiosi e sorprendenti della sua attualissima narrativa. Leggerete gemme come “L’amico dell’elettricità”, “237 statue parlanti eccetera”, “La guerra dell’Inoal”, “La morte dei principi”, “Il gioco del sette” e “America la bella”, insieme a capolavori assoluti come “L’espresso per Belsen” e “Manicomio a sessantaquattro caselle”. Inoltre, il romanzo completo I tre tempi del destino (Destiny Times Three, uscito nel 1945 su “Astounding”).

L.

Annunci