Tag

, , , ,

007NessunoVivePerSempreCaccia fortunata alle bancarelle, dove ho trovato questo numero di “Segretissimo” (Mondadori) con un inedito di Bond.

La scheda di Uruk:

1299. James Bond 007: nessuno vive per sempre [James Bond] (Nobody Lives Forever, 1986) di John Gardner [11 febbraio 1996] Traduzione di Giuseppe Settanni

La trama:

Anche le spie vanno in vacanza, e quella di James Bond dovrebbe essere veramente piacevole: Roma, la Riviera, Salisburgo. Ma lo Spectre è sempre in agguato, e decide di rendere le ferie di 007 un po’ più movimentate. Così, dopo omicidi, rapimenti e continui passaggi di frontiera, Bond dovrà ammettere che anche la Florida sa essere affascinante, un posto affascinante e pieno di guai.

L’incipit:

Nobody Lives ForeverJames Bond mise la freccia all’ultimo istante facendo una brusca frenata – una manovra scomposta molto poco in carattere con la sontuosa souplesse della Bentley che stava pilotando – e deviò sul raccordo in curva in corrispondenza dell’ultima uscita a nord di Bruxelles, lungo l’autostrada e5.
Un’ulteriore precauzione, probabilmente superflua. Per raggiungere Strasburgo prima di mezzanotte, come era nei suoi programmi, sarebbe stato molto più sensato non uscire dall’autostrada, percorrere la tangenziale che aggirava i sobborghi della capitale belga, e proseguire quindi lungo la N4 fino al confine meridionale. Ma Bond, pur essendo a tutti gli effetti in vacanza, restava sempre oltremodo vigile e prudente, come l’esperienza gli suggeriva. Quella piccola deviazione in mezzo alla campagna gli avrebbe permesso di accertare rapidamente se aveva qualcuno alle costole, e nel giro di un’ora avrebbe potuto rientrare in autostrada, immettendosi sulla E40.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci