3139La collana “Il Giallo Mondadori” di gennaio (n. 3139) presenta L’odore dell’inganno, un grande giallo storico di Andrea Franco.

La scheda di Uruk:

3139. L’odore dell’inganno (2016) di Andrea Franco [gennaio 2016]
Inoltre contiene il racconto Il male liquido di Miller Gorini

La trama

È una domenica dell’agosto 1846 quando un’insolita richiesta d’aiuto giunge a monsignor Verzi, capo dell’Ufficio delle Inchieste. Un nobile romano, il conte Palmigiani, lo prega di ritrovare la nipote Chiara scomparsa da alcuni giorni, in vista del matrimonio combinato con il nipote di un cardinale. Se don Attilio acconsente a occuparsene, avverso com’è al cinismo e agli intrighi degli uomini di potere, lo fa solo per il bene della ragazza. Nessuno infatti sembra avere davvero a cuore la sua sorte. Troppi interessi, troppo denaro in gioco. Ora dovrà mettere il naso, letteralmente, nelle segrete cose delle famiglie più influenti della città. Perché la sua risorsa è un olfatto straordinario, capace di ricavare indizi fin dal più evanescente dei profumi, là dove il suo prossimo non coglierebbe altro che un vago sentore. Si affiderà a questo dono e alla sua capacità di sondare l’animo umano per il difficile compito che l’attende. Senza tuttavia mai dimenticare, insieme al suo innato senso del dubbio, una certezza assoluta: di essere fallibile.

L’incipit

Inganno.
Monsignor Attilio Verzi pensava spesso al significato profondo dell’inganno. Al significato profondo, ma anche a quello superficiale, al suono di una parola che già solo a pensarla lasciava una scia di malessere. “Ci sono parole cattive” si chiese “come ci sono odori fastidiosi?”
Non poté immergersi completamente in quel percorso di pensieri che trovava affascinante, perché il volto serio di Odoardo Palmigiani, il conte Palmigiani, come aveva precisato con un tono pomposo della voce tartarea il nobile stesso, presentandosi, continuava a fissarlo nel modo altezzoso di molti uomini di potere.

L’autore

Andrea Franco nasce a Ostia Lido nel 1977. Divide da subito il proprio tempo tra due grandi passioni: il pianoforte e i libri. Ha composto una sessantina di brani, è pianista e tastierista in una band di musica pop rock (i Lavrocks) e ha pubblicato un buon numero di racconti.

L.

Annunci