Tag

, , ,

Iggulden_Trinity pw.inddLa Piemme riporta in libreria, nella collana “Pickwick. Paperback Adulti”, il secondo episodio di una grande trilogia a sfondo storico: La Guerra delle Rose. Trinity di Conn Iggulden.

La scheda di Uruk:

La Guerra delle Rose 2. Trinity (Wars of the Roses. Book Two: Trinity, 2014) di Conn Iggulden [9 febbraio 2016] Traduzione di Paola Merla

La trama

È il 1454. I giorni scorrono vuoti e uguali per Enrico VI, re d’Inghilterra, ormai rinchiuso nel castello di Windsor, malato e incapace di comprendere ciò che sta succedendo intorno a lui. Lo sguardo perso nel nulla, i pensieri offuscati, è accudito dalla regina Margherita d’Angiò, che gli è rimasta leale e vicina – impegnata a salvaguardare gli interessi della famiglia, nella speranza che il figlio Edoardo possa un giorno riuscire dove il padre ha fallito. Ma mentre il regno d’Inghilterra sembra precipitare nella stessa nebbia che ottunde la mente di Enrico VI, c’è un uomo che estende giorno dopo giorno il suo potere e la sua influenza. Riccardo, duca di York, insieme ai conti di Salisbury e di Warwick, ha in mente di prendere il comando, e di spezzare il supporto di cui ancora gode la famiglia Lancaster. Un trio disposto a tutto, pur di non lasciare che il potere resti nelle mani di un re che non ha dimostrato la forza necessaria per resistere alle tempeste della Storia. Ma inaspettatamente Enrico VI sembra riprendere forze, e la sua salute finalmente migliorare. E quando fa trionfalmente ritorno a Londra, per riprendersi il trono che gli spetta di diritto, il delicato equilibrio del potere si spezza di nuovo. E tra York e Lancaster sarà ancora una volta battaglia. La sanguinosa battaglia per un trono che vale più delle vite umane, più dei destini dei singoli, più della pace.

L’incipit

Il visconte Michel Gascault non era certamente una spia. Avrebbe disprezzato quella parola se qualcuno l’avesse usata nei suoi confronti. Naturalmente era sottinteso che l’ambasciatore francese al suo ritorno alla corte d’Inghilterra avrebbe riferito al suo sovrano qualsiasi fatto ritenuto interessante. Inoltre, Gascault aveva una notevole esperienza dei palazzi reali d’Europa, così come dei campi di battaglia. Sapeva su che cosa Carlo VII avrebbe voluto essere informato, così prendeva nota accuratamente di tutto ciò che accadeva intorno a lui, per quanto poco fosse. Le spie erano individui spregevoli, di basso ceto, che si nascondevano nei portoni e sibilavano parole d’ordine. Il visconte Gascault d’un autre côté, d’altro canto, era un gentiluomo francese, non si abbassava a quel livello.

L’autore

Conn Iggulden, il più grande autore inglese di romanzi storici, è nato a Londra nel 1971. Ha esordito con la fortunatissima serie dedicata alle imprese di Giulio Cesare (Le porte di Roma, Il soldato di Roma, Cesare padrone di Roma, La caduta dell’aquila), seguita dall’altrettanto amata saga di Gengis Khan (Il figlio della steppa, Il volo dell’aquila, Il popolo d’argento, La città bianca e Il signore delle pianure), entrambe pubblicate in Italia da Piemme. Bloodline è il terzo episodio della nuova serie bestseller dedicata alla Guerra delle due Rose, dopo Stormbird e Trinity, che hanno ottenuto un successo straordinario in Inghilterra e nel resto del mondo.

L.

Annunci