Tag

, ,

Ellory - Il circo delle ombreLa collana “Peñarol”, curata dallo scrittore Antonio Pagliaro, sta pubblicando per 21 Editore un totale di quattro romanzi inediti di un autore troppo poco noto in Italia: il britannico R.J. Ellory.
In occasione dell’uscita del secondo, presento anche il primo.

La scheda di Uruk:

Il circo delle ombre (Carnival of Shadows, 2014) di R.J. Ellory [2015] Traduzione di Nicola Manuppelli

La trama:

Kansas 1959. Nella piccola cittadina di Seneca Falls è da poco arrivato il circo itinerante Diablo, quando il corpo di un uomo viene ritrovato sotto una delle giostre. L’agente speciale dell’FBI Michael Travis viene mandato a indagare su quello che è il suo primo caso di omicidio. Tormentato da un passato di dolore e di perdite, dopo aver assistito da bambino all’omicidio del padre da parte della madre e con il terrore di ereditare la tendenza al bere e alla violenza del genitore, Travis si aggrappa disperatamente alla logica e alle procedure ma tutto questo sembra andare a pezzi davanti al mondo illusorio del circo, diretto dall’enigmatico Edgar Doyle, e a un caso che diventa sempre più intricato. Coi suoi incredibili personaggi e lontano dalle normali logiche, il circo inizia a diventare per Travis qualcosa di affascinante e attraente, una via di fuga non solo al proprio dolore, ma anche ai dubbi che si accumulano. Perché forse le forze del male che Travis ha cercato di fuggire entrando nel FBI sono proprio quelle per cui si è messo al servizio. Che cosa sanno veramente i cittadini di Seneca Falls? E quali segreti inconfessabili mettono in pericolo la vita degli artisti del circo Diablo? Un piccolo omicidio di paese diventa così un viaggio nel cuore nero dell’America di Hoover, dove nulla è chiaro e buoni e cattivi non sono mai quello che sembrano; Travis dovrà decidere se mantenere la rigidità e la razionalità che lo hanno tenuto a galla fino a quel momento o cedere a fantasiose teorie che sembrano ribaltare tutto ciò in cui ha creduto.

L’incipit:

«È un caso insolito, agente Travis, e a essere sinceri, non sappiamo bene con che cosa abbiamo a che fare.»
L’agente speciale supervisore dell’FBI Tom Bishop era fermo sulla porta d’ingresso del proprio ufficio. Si appoggiò allo stipite, tenendo in una mano una sigaretta spenta e nell’altra una cartellina anonima.
«Ormai sono più di otto anni che fai parte dei nostri, Travis, ed è giunto il momento di darti in pasto ai leoni.»
Bishop si sedette alla scrivania. Posò la cartellina, poi si accese la sigaretta.
«Crediamo che il caso possa ricadere sotto l’articolo 28 sezione 540A0 del Codice degli Stati Uniti, Reati violenti contro cittadini di altri Stati… ma non ne siamo così sicuri. Abbiamo a che fare con un omicidio, questo è quanto sappiamo. Tuttavia, le sole cose di cui disponiamo al momento sono uno sceriffo di una piccola cittadina e un morto; e lo sceriffo ha bisogno del nostro aiuto.»

Ellory - Il diavolo e il fiume

La scheda di Uruk:

Il diavolo e il fiume (The Devil and the River, 2013) di R.J. Ellory [2016] Traduzione di Sandro Ossola

La trama:

In una perfetta sera d’estate del 1954, la sedicenne Nancy Denton si addentra tra i boschi della sua città natale a Whytesburg, nel Mississippi. Non viene più rivista. Due decenni più tardi, lo sceriffo John Gaines è testimone di un’atroce scoperta. Una giovane donna è stata dissotterrata dalla sponda del fiume; il cadavere è perfettamente conservato, ma reca i segni di un brutale omicidio rituale. Nancy è finalmente tornata a casa, ma il suo ritorno non pone fine alla vicenda per la sua famiglia, e nemmeno per i cittadini di Whytesburg. Già perseguitato dalle proprie esperienze in Vietnam. Gaines deve ora usare le sue capacità fino all’estremo limite, spingersi sempre più vicino al punto di rottura. Cosa è accaduto veramente alla bella e briosa Nancy? E perché i suoi amici rifiutano di parlare? Man mano che si avvicina alla verità, Gaines è costretto non solo ad affrontare i propri demoni, ma a dissotterrare segreti rimasti a lungo celati. E quella verità, tanto più oscura di quanto avesse mai immaginato, potrebbe essere l’unica cosa che lo porterà definitivamente alla distruzione.

L’incipit:

Quando arrivarono le piogge, trovarono il corpo della ragazza. Solo la faccia. O almeno fu così che apparve. Poi venne la mano – piccola, bianca e fine come porcellana. Affiorò dal fango nero e si fece vedere. Solo la faccia e la mano, il resto di lei ancora sommerso. Guardare giù verso la riva del fiume e vedere quella mano e quel viso era surreale e inquietante. E John Gaines – che recentemente, perché prestabilito o per opera della provvidenza, aveva raggiunto la posizione di sceriffo di Whytesburg, contea di Breed, Mississippi, e prima era tornato vivo da quei nove cerchi infernali che era stata la guerra in Vietnam, che era nato a Lafayette, louisianiano fino al midollo – osservava la scena seduto sui talloni, con animo sereno e occhio attento.

L’autore:

R.J. Ellory, autore inglese di gialli, molto conosciuto in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, è tradotto in tutto il mondo. In Italia sono stati pubblicati finora solo alcuni dei suoi romanzi tra cui Vendetta, La voce degli angeli, Un semplice atto di violenza (Giano – Neri Pozza).
21 Editore continua con questa pubblicazione il ciclo complessivamente di quattro romanzi di Ellory che saranno pubblicati tutti nei prossimi 18 mesi.

L.

Annunci