Marie Force - 1 InvestigationIl fenomeno televisivo House of Cards è ormai dirompente in Italia e così la HarperCollins Italia ha un’idea di marketing avanzato: prendere una vecchia serie di gialli al femminile targati Harlequin ed ambientati a Washington, che non hanno il benché minimo legame con House of Cards, e scrivere in copertina che sono legati ad House of Cards.

House-of-CrimeNasce così l’apocrifa serie “House of Crime. Omicidi alla Casa Bianca“, che in realtà è la versione italiana della fortunata serie “Fatal” dell’autrice statunitense Marie Force. Il nome della serie è dovuto al fatto che ogni titolo inizia appunto per Fatal, cioè esattamente la parola che in Italia è stata cancellata dal titolo! Così per esempio Fatal Justice è diventato semplicemente Justice
Nel 2016 la serie in patria è arrivata al decimo titolo, ma per ora in Italia ne sono usciti due.

La scheda di Uruk:

1. Investigation [Fatal 1] (Fatal Affair, 2010) di Marie Force [15 gennaio 2016] Traduzione di Lucia Rebuscini

La trama:

Fatal AffairWashington è la città del detective Samantha Holland. Le “scene del crimine” sono sempre state la sua passione fin da bambina e il suo intuito l’ha aiutata in più di un’occasione nel risolvere anche i casi più ostici. Almeno fino all’ultima indagine dove qualcosa è andato storto e lei si è vista portare via carriera e credibilità. Per questo ha bisogno di riscattarsi e di un caso nuovo in cui tuffarsi anima e corpo. L’occasione si presenta quando il senatore John O’Connor viene trovato brutalmente ucciso nel suo letto e l’indagine viene assegnata proprio a lei. La situazione è davvero complicata anche perché Sam si trova a dover collaborare con Nick Cappuano, amico fraterno e capo dell’ufficio stampa del senatore, ma anche sua vecchia conoscenza. Lei deve far forza su se stessa per rimanere concentrata sul caso, nonostante si senta in bilico tra ciò che vorrebbe fare e ciò che è giusto fare. Sam sa che anche il più piccolo errore potrebbe risultare fatale, soprattutto alla luce dell’inarrestabile scia di cadaveri che trova sulla propria strada.

L’incipit:

Mentre Sam alzava la mano destra per pronunciare il giuramento che l’avrebbe fatta diventare tenente, ogni telefono cellulare e ogni cercapersone nella stanza cominciò a vibrare.
Staccando gli occhi dal funzionario del Comune, Sam azzardò uno sguardo al suo collega, il detective Freddie Cruz, e notò l’espressione cupa sul suo bel viso mentre controllava il cercapersone.
Nel momento in cui Sam finì di pronunciare le ultime parole del giuramento, parecchi degli altri agenti nella stanza schizzarono verso le porte, gridando che l’avrebbero vista più tardi al party. Sam sentì uno di loro dire: «Lite domestica, numerosi feriti».
Ahi, pensò lei. Lite domestica… feriti. Un incubo per i poliziotti.
«… ho la più assoluta fiducia che continuerà a servire con onore, distinguendosi anche nel suo nuovo ruolo, tenente Holland» concluse il capo della polizia, Joe Farnsworth, l’uomo che quando era bambina Sam chiamava zio Joe.

Marie Force - 2 Justice

La scheda di Uruk:

2. Justice [Fatal 2] (Fatal Justice, 2011) di Marie Force [15 gennaio 2016] Traduzione di Teresa Rossi

La trama:

Fatal JusticeIn piedi davanti al cadavere di Julian Sinclair, esponente della Corte Suprema, il tenente Sam Holland è notevolmente turbata. Il fatto che lei sia stata una delle ultime persone a vederlo in vita la sera prima, alla festa per la nomina a senatore di Nick Cappuano, non gioca a suo favore. Sam non può non considerare che Julian è la seconda persona, dopo il senatore John O’Connor, legata a Nick a essere trovata brutalmente uccisa. Per questo deve relegare i sentimenti che prova per lui e non perdere l’obiettività e la freddezza necessari per portare avanti l’indagine. Se non fossero sufficienti le altalene emotive che Sam sta vivendo, le ombre di un caso irrisolto che coinvolgono suo padre si allungano su di lei mettendola in serio pericolo. Segreti sepolti e verità non dette rischiano di far naufragare tutto il suo mondo per la seconda volta. La giustizia può essere cieca, ma mischiare le emozioni con la politica è di sicuro una scelta fatale.

L’incipit:

Mentre Sam alzava la mano destra per pronunciare il giuramento che l’avrebbe fatta diventare tenente, ogni telefono cellulare e ogni cercapersone nella stanza cominciò a vibrare.
Staccando gli occhi dal funzionario del Comune, Sam azzardò uno sguardo al suo collega, il detective Freddie Cruz, e notò l’espressione cupa sul suo bel viso mentre controllava il cercapersone.
Nel momento in cui Sam finì di pronunciare le ultime parole del giuramento, parecchi degli altri agenti nella stanza schizzarono verso le porte, gridando che l’avrebbero vista più tardi al party. Sam sentì uno di loro dire: «Lite domestica, numerosi feriti».
Ahi, pensò lei. Lite domestica… feriti. Un incubo per i poliziotti.
«… ho la più assoluta fiducia che continuerà a servire con onore, distinguendosi anche nel suo nuovo ruolo, tenente Holland» concluse il capo della polizia, Joe Farnsworth, l’uomo che quando era bambina Sam chiamava zio Joe.

L’autrice:

Marie Force, nata e cresciuta a Rhode Island, ha girato il mondo e intrapreso numerosi lavori al seguito del marito, ufficiale di Marina. Ha iniziato a scrivere seriamente nell’inverno del 2003 per trovare una via di fuga dalla sofferenza della madre, malata di cancro. Da lì è stato un vorticoso susseguirsi di personaggi meravigliosi, di storie sempre più convincenti e di un successo fatto di milioni di copie vendute e di una folla di fans e sostenitori.

L.

Annunci