Tag

, , ,

Gialli del Momento 33Dall’archivio di Gianni Lègge, venditore che trovate su eBay e ComproVendoLibri, pesco questo splendido numero della collana “I Gialli del Momento“, quattordicinale diretto da Stefano Surace per la casa milanese Il Momento.
La collana sciaborda di italiani sotto copertura, quindi è facile che l’impronunciabile autore di questo romanzo sia in realtà il “traduttore” Paolo Fiori.

La scheda di Uruk:

33. A suon di musica (500.00 D.M.) di Wolfgang Triteng [11 giugno 1971] Traduzione di Paolo Fiori

La trama:

Cinquecento mila marchi sono spariti, portati via da un direttore di banca poco onesto e per chi li ritroverà è pronto un bel premio. Ma sono già tre mesi e mezzo che è avvenuto il furto e non è ancora stato possibile recuperare il malloppo, in compenso però è stato ripescato il disonesto direttore di banca e, dire ‘‘ripescato” è quanto mai azzeccato… Una lotta mortale, spietata, senza esclusione di colpi si svolge tra la moglie del ladro, una donna infelice e perversa, una bionda avventuriera ed uno strano ed enigmatico personaggio dal passato tutto da dimenticare. Chi dei tre riuscirà a impossessarsi del “grisbi”? E chi dei tre sopravviverà alla spietata sarabanda di colpi?

L’incipit:

A Monaco di Baviera, il quartiere di Harlaching è un quartiere abbastanza residenziale.
Frenai la macchina e spiegai di nuovo il giornale, la piccola pubblicità. Diceva che avrei dovuto guardare il nome scritto sotto i campanelli. Ma, questo cognome, non c’era.
Allora provai con imo dei sette. Nessuna risposta. Provai con tutti e sette e ci fu soltanto un ronzio da qualche parte. Pioveva che Dio la mandava, come piove in Baviera quando attacca. Due Volkswagen partirono in gran premura e io, Dieter Pfister, me ne stavo lì come un cane bagnato. Tirai giù tutte le madonne protestanti che conoscevo, davvero non ne potevo più. Non volevo buttare all’aria quella sporca cosa. Una sporca cosa a base di parecchi marchi.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci