Tag

, , , , , ,

1017 - James Hadley Chase - Patto di morteTrovato su una bancarella fortunata questo splendido titolo d’annata de “Il Giallo Mondadori“, nel periodo della “Serie Nera”.
Il romanzo di James Hadley Chase appartiene al periodo in cui il re del noir si firmava Raymond Marshall, ma in Italia è apparso con la firma Chase.
Ritradotto da Chiara Libero, il romanzo è stato ritradotto nel 1992 da Feltrinelli con il titolo Inutile prudenza.
L’illustrazione di copertina è firmata, come di consueto, da Carlo Jacono.

La scheda di Uruk:

1017. Patto di morte (The Wary Transgressor, 1952) di James Hadley Chase [28 luglio 1968] Traduzione di Maria Luisa Bocchino
Inoltre contiene il racconto: Il re dell’aria (King of the Air, da “EQMM”, giugno 1968) di Christianna Brand – Traduzione di Hilja Brinis

La trama:

The Wary TransgressorLa Nemesi, ha detto un celebre filosofo, è come un contraccolpo naturale che coglie invariabilmente alla sprovvista chi infrange le leggi umane, per cauto e per astuto che egli sia. Facendo di questa massima quasi lo spunto di questo suo romanzo, James Hadley Chase ha composto una «danza macabra» di una forza drammatica sconcertante. Sul fondale di luoghi incantevoli familiari a molti, le fasi di un diabolico piano si susseguono veloci dal momento in cui David Chisholm, disertore americano, s’imbatte nella splendida Laura e allaccia con lei una torbida relazione. La donna cova il proposito di sbarazzarsi del marito invalido e della figliastra. Per ironia, sarà il «giustiziere» da lei designato a decretare la sua condanna valendosi del suo stesso piano per realizzare il delitto perfetto, ma la Nemesi, la Dea della vendetta, avrà l’ultima parola. Il sipario cala su un finale a sorpresa degno dell’insuperabile autore di «Colpo a freddo» e di tanti altri capolavori del Giallo-nero.

L’incipit:

Vennero fuori dalla vettura come patate da un sacco. Sostarono in gruppo a guardare il Duomo con le sue centotrentacinque guglie e le sue duemila statue, l’aria poco più intelligente di quella che avrebbe avuto un gregge di pecore.
Si sarebbe potuto individuare, a prima vista, chi di quel gruppo fosse inglese e chi americano. I turisti inglesi erano pieni d’alterigia poiché anche nel loro paese avevano bellezze e antichità del genere, mentre gli americani, addirittura sbalorditi, si davano febbrilmente da fare e senza alcun ritegno con le più svariate macchine fotografiche e cineprese.
— Questo gruppo è mio… il mio Getsemani — disse Umberto, sottovoce. — Che bel branco di buzzurri! Prima ancora di risalire sull’autobus, avranno già dimenticato quello che ho detto. E domani non si ricorderanno nemmeno com’è fatto il Duomo.

L’autore:

James Hadley Chase è nato a Londra nel 1906. Spirito indipendente, se ne andò di casa giovanissimo, guadagnandosi da vivere vendendo enciclopedie casa per casa. Nel 1939 scrisse Niente orchidee per Miss Blandish che riscosse un immediato successo. È tuttora il suo romanzo più venduto nel mondo. Da allora, ha dato alle stampe circa cento romanzi, quasi tutti ambientati in America.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci