Tag

,

Anno Domini 448Nuovo numero della collana “First” (Newton Compton) e nuovo grande romanzo storico: dopo Anno Domini 367, ecco Anno Domini 448 di John Henry Clay.

La scheda di Uruk:

8. Anno Domini 448 (At the Ruin of the World, 2015) di John Henry Clay [30 giugno 2016] Traduzione di Francesca Noto

La trama:

448 d.C. L’impero romano si sta sgretolando. L’imperatore è debole. Molti romani ormai vivono sotto il dominio di re barbari. Politici furbi e generali ambiziosi si contendono il potere. E come se ciò non bastasse, dalla Germania arriva una minaccia ancora più scura: Attila, re degli Unni, sta raccogliendo le sue orde ed è determinato ad annientare Roma una volta per tutte. In tempi di grande pericolo e inganno, dietro ogni sorriso può celarsi un tradimento e ogni manica può nascondere un pugnale affilato. Toccherà a tre giovani tenere alto il sogno di Roma, la città più potente del mondo intero. E quando i loro destini si incroceranno, saranno chiamati a prendere le armi e far scorrere il sangue. Avranno una sola parola d’ordine: la salvezza dell’Impero, o la morte. «Le storie s’intrecciano vorticosamente tenendoti incollato pagina dopo pagina. Ho perso parecchie ore di sonno ma facevo fatica a chiuderlo e aspettare il giorno dopo. Scritto veramente bene, l’autore è bravissimo nel descrivere i personaggi, gli ambienti, l’atmosfera di quel periodo… Davvero un gran libro.»

L’incipit:

Gli uomini dicono, per quanto si possa dare ascolto ai racconti degli uomini, che tutto cominciò con un mandriano. Costui aveva vissuto per tutta la vita in campagna, oltre il grande fiume Danubio. Da bambino, aveva guidato la mandria del suo pigro padre tra gli ampi pascoli e le montagne innevate di quella terra barbarica, e quando suo padre morì, il bestiame divenne suo.
A quel punto, pensando di avere bestiame e mogli in abbondanza, e più figli del necessario, il mandriano iniziò a considerarsi un uomo importante, degno dell’attenzione del suo re. Ma quando andò a trovarlo, fu preso in giro prima ancora che entrasse nel palazzo. «Non hai niente da offrirgli», gli disse la guardia reale. «Ti credi ricco, ma la tua intera mandria non basterebbe per un singolo festino di questa sala»
.

L’autore:

John Henry Clay è docente di Storia all’università di Durham. Ha studiato all’università di York e ha lavorato come ricercatore all’Accademia Austriaca delle Scienze di Vienna. La Newton Compton ha pubblicato i suoi romanzi storici Anno Domini 367.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci