Tag

,

erano_bravi_ragazziLa collana “Nuova Narrativa Newton” (Newton Compton) porta in questi giorni in libreria un romanzo di stringente attualità: Erano due bravi ragazzi (2016) dei giornalisti Emiliano Scalia e Mattia Giuramento.

La scheda di Uruk:

679. Erano due bravi ragazzi (2016) di Emiliano Scalia e Mattia Giuramento [15 settembre 2016]

La trama:

Fabrizio appartiene alla Napoli bene, è figlio di un medico molto noto. Andrea invece viene da Miano, un quartiere di periferia, dove la camorra la fa da padrone.
S’incontrano per caso a una festa e quell’incontro segna l’inizio e la fine di tutto. Perché i due, pur così diversi, si piacciono, e quando Fabrizio, seguendo Andrea, si trova coinvolto in un duplice omicidio, invece di scappare subisce il fascino di quel che non conosce. E la scalata ai vertici della criminalità è breve: Fabrizio e Andrea conquistano la fiducia di Totonno, il boss di Miano, e cominciano a lavorare per lui. Ma sono giovani, quel che hanno non gli basta: puntano più in alto e convincono Totonno a fare affari coi cartelli messicani. All’inizio tutto procede bene, poi, lentamente, qualcosa nel meccanismo che hanno messo a punto s’inceppa. Sequestri di droga, denunce sui giornali, morti scomode ed ecco che il sodalizio col boss si spezza. E la vendetta, quella più crudele, si scatena…

L’incipit:

A Napoli c’è un posto che sembra Medellin. È un ingorgo di vicoli alle spalle del palazzo col murale di Maradona. Patrizia Caruano abita in uno di quei vicoli.
Alle tre Patrizia esce di casa. Ha in mano una busta da lettere. Bianca, comune. Attraversa i vicoli deserti nella controra, rallenta appena davanti all’edicola di un santo e poi davanti a testa bassa, quasi correndo. Arriva davanti a un portone di ferro battuto e legno massiccio. C’è un uomo, immobile. È talmente grosso e scuro che si confonde con il portone. Deve averla riconosciuta perché fa un leggerissimo cenno col mento quando Patrizia gli scivola accanto, nell’unico spazio possibile tra lui e il portone, ed entra nel grande atrio del palazzo. In mano ha sempre la busta. Sale l’altissima scalinata circolare del palazzo, attraverso una scia di odori di pranzi che si rincorrono e si ferma all’ultimo piano. In cima all’ultimo gradino ci sono due ragazzi. Avranno la sua età, ma il loro sguardo è diverso, e dal rigonfiamento sotto il giubbotto Patrizia capisce che è meglio non scoprire in che cosa consista la differenza
.

Gli autori:

Emiliano Scalia, romano, legato a Napoli dall’amore. Sua moglie è del quartiere Chiaia, ma lavora con lui nella redazione di Sky Tg24. Giornalista, fotografo, quattro figli e tanti libri. Una vita impegnativa.

Mattia Giuramento, pugliese di nascita e di elezione, vive a Bisceglie – dove abitano moglie e figli – ogni volta che può, ma lavora a Roma ogni volta che deve. Giornalista a Sky Tg24, legge da sempre moltissimo.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci