Tag

, , , ,

1184-sas-missione-a-moscaDallo scrigno di 80 romanzi di SAS, trovati questa estate 2016 su una bancarella fortunella, ecco questo numero di “Segretissimo” (Mondadori) risalente alla direzione Gian Franco Orsi.
L’illustrazione di copertina è firmata da Paolo Rovedoni.

La scheda di Uruk:

1184. SAS: missione a Mosca [SAS 99] (Mission à Moscou, 1990) di Gérard de Villiers [15 settembre 1991] Traduzione di Mario Morelli

La trama:

KGB e CIA sono al corrente della presenza in Russia di Alì Jafar, temibile terrorista arabo e sospettano quindi un possibile attentato contro Gorbaciov. Ma trovare Alì Jafar in una città come Mosca non è impresa da poco, anche perché nessuno lo conosce di persona. Anzi, uno che lo conosce c’è: è Malko Linge il quale viene subito spedito nella capitale sovietica. Comincia così la caccia che, naturalmente, coinvolge buoni e cattivi, belle donne, russi e americani. Malko-SAS corre rischi a non finire e solo l’astuzia del responsabile CIA di Mosca riuscirà a salvarlo da morte sicura. Ancora una rocambolesca avventura dell’affascinante Malko, ancora un romanzo zeppo di azione, suspense e attualissime analisi politiche. Insomma, una spy-story di lusso.

L’incipit:

— Un altro po’ di vodka, Igor Nicolaievich?
— Sì, grazie, compagno generale.
Il generale Vladimir Ivanovich Sokolov vuotò la caraffa di vodka nel bicchiere del suo subalterno, il colonnello Igor Nicolaievich Sciamirov, facendo una smorfia di disapprovazione che rendeva quasi buffo il suo viso tondo e flaccido, ravvivato da due occhi di un azzurro metallico.
— Ci conosciamo già da molto tempo e perciò dovresti essere meno formale con me, Igor Nicolaievich.
— È vero, è vero, Vladimir Ivanovich — balbettò il colonnello, piuttosto imbarazzato.
Lui e il generale Sokolov erano stati in Afghanistan nello stesso reparto del gru, il servizio segreto di informazioni dell’Armata Rossa. Nel corso di un’operazione segreta, il generale, che allora era solo colonnello, gli aveva salvato la vita, uccidendo un mujahid che tentava di sgozzarlo.

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci