3148Il Giallo Mondadori n. 3148: La voce delle ombre di Paolo Lanzotti
Agosto 1849. Sotto i colpi di cannone degli austriaci, Venezia resiste eroicamente a un assedio che dura ormai da oltre un anno. Ma per la gloriosa Repubblica Veneta la disfatta è alle porte. La sente nell’aria l’ex sbirro della polizia asburgica Teodoro Valier, chiamato da Daniele Manin, l’uomo che regge le sorti della rivoluzione, a risolvere un caso di omicidio. Con la pioggia incessante di granate, la penuria di cibo e l’epidemia di colera che falcidia la popolazione, sembra quasi uno scherzo. Quando non si sa nemmeno dove seppellire i cadaveri, uno in più che differenza può fare? Purtroppo la vittima è un valoroso combattente ostile a Manin, che qualcuno potrebbe additare come mandante del delitto, e dunque s’impone di scoprire quanto prima la verità. Compito difficile per Valier: messo al bando con il sospetto infamante di essere ancora al servizio del nemico, dovrà indagare senza i crismi dell’ufficialità. Aggirarsi come un fantasma ascoltando la voce delle ombre, tra calli e campielli dove l’odore di alghe putrefatte che esala dai canali annuncia un destino ineluttabile. Perché nella città della laguna la morte non ha ancora finito di esigere il suo tributo.

apocrifi_sherlock_26Sherlock Mondadori n. 26: Sherlock Holmes: la leggenda del barone nero di James Lovegrove
Una spaventosa figura si aggira sui tetti della Londra notturna. Grazie a una forza sovrumana e a un arsenale avveniristico, il misterioso Barone Cauchemar semina il terrore fra i criminali della metropoli. Un giustiziere solitario alleato della polizia oppure un criminale a sua volta? O forse solo un personaggio nato dalla superstizione popolare? Non è l’unico rebus da risolvere in questo fosco autunno del 1890, dopo che ben tre attentati dinamitardi hanno sconvolto la popolazione. Perfino un noto dottore ne è stato sfiorato: sceso alla stazione di Waterloo, è stato investito dall’esplosione di una bomba per ritrovarsi illeso nel mezzo di una carneficina. Stampa e Scotland Yard seguono senza troppa fantasia le piste degli anarchici e dei nazionalisti irlandesi. In Baker Street, al 221B per la precisione, un investigatore munito di pipa e violino coltiva in proposito un’idea più ardita. Per lui potrebbe esserci un legame proprio con le apparizioni del fantomatico vendicatore. Indagare su eventi straordinari richiede capacità fuori dell’ordinario, e Sherlock Holmes certo non ne difetta. Ma riuscirà la sua mente ineguagliabile a prevalere in uno scontro titanico fra supereroi?

1389I Classici del Giallo Mondadori n. 1389: Occhi nel buio di Margaret Millar
Sulla famiglia Heath grava da sempre un’atmosfera oscura. Densa di cattivi presagi. Prima la morte della madre, per malattia. Poi l’incidente d’auto che ha reso cieca una delle due figlie, Kelsey. La sorella Alice e il fratello Johnny, perfino Philip il fidanzato, vivono con lei e mai avrebbero il coraggio di abbandonarla: è una questione di coscienza… o magari è perché ha ereditato l’intero patrimonio? Certo Kelsey, che crudelmente non perde occasione di addossare loro la colpa della sua disgrazia, non si prodiga per essere benvoluta. Gode nel farli soffrire, parola di Alice, e ha anche qualcosa della strega: dice di vedere un muro di occhi intorno a sé. Gli occhi di chi la spia, di chi la odia, di chi attende la sua morte. Non è pazza, no, è solo un po’ strana. Però un sesto senso deve possederlo davvero. Risulta chiaro a tutti, quando viene uccisa brutalmente in casa. Meno chiaro sarà per l’ispettore Sands come smascherare il suo assassino. E scacciare l’atmosfera oscura che, da sempre, grava sulla famiglia Heath.

segretissimospecial_professionista14Segretissimo Special: Il Professionista Story 14 di Stephen Gunn (Stefano Di Marino)
Avventura, azione, spionaggio, esotismo ed erotismo. Chance Renard, il Professionista. Agente di ventura, impegnato in ogni angolo del mondo in missioni impossibili contro nemici sempre più feroci, sempre più letali. Al suo fianco donne troppo belle e troppo pericolose. E una sola regola: nessuna regola. Tornano, in una collana quadrimestrale, tutte le avventure del Professionista, a partire dalle origini e con romanzi inediti scritti appositamente per colmare le lacune nella storia di una vera leggenda di Segretissimo.

segretissimosas20Segretissimo SAS n. 20: Missione a Saigon di Gérard de Villiers
Malko è appena sbarcato a Saigon e già ne ha abbastanza. La città è in guerra ventiquattr’ore su ventiquattro. Lo dimostra la fine atroce del colonnello Mitchell, bruciato vivo davanti al bunker dell’ambasciata americana. Era assegnato all’operazione Sunrise, mirata a sostituire il governo legittimo con burattini manovrati dalla CIA, e il suo omicidio è un avvertimento. C’è qualcuno che sa. Ora tocca al Principe delle Spie prendere il posto della vittima nel complotto e scoprire il traditore responsabile della fuga di notizie. Insomma, uno dei soliti incarichi di tutto riposo che l’Agenzia tiene in serbo per lui. Avrebbe dovuto capirlo subito che i tanti dollari dell’ingaggio per quella sua vacanza nel Sudest asiatico preludevano a qualcosa di poco piacevole…

urania1635Urania n. 1635: Il replicante di Sigmund Freud di Barry N. Malzberg
Lo spazio esterno e interno hanno misteriose corrispondenze, per questo non si può mandare le astronavi allo sbaraglio senza un minimo di advice (consiglio) e meglio ancora counseling (assistenza specializzata). Per questo sono stati creati i simulacri, perfette copie di luminari che aiuteranno gli equipaggi a superare i conflitti dei viaggi “dove nessuno è mai stato prima”. Ma a chi appartengono le personalità dei nuovi androidi-consiglieri? A umoristi come Mark Twain, a poetesse come Emily Dickinson, per alleviare lo stress del viaggio nel vuoto con la saggezza della civiltà. Questo per quanto riguarda i primi modelli: in seguito ci sarà bisogno di ben altro e si capirà che quando le difficoltà dello spazio incalzano, quando si rischia di sfiorare la nevrosi, bisogna richiamare dalla morte il più qualificato di tutti, lo stesso Sigmund Freud. Peccato che qualcuno, a bordo della prossima astronave, lo abbia già ribattezzato dottor “Frode”…

uraniacollezione165Urania Collezione n. 165: Pianeta Tschai (prima parte) di Jack Vance
Il pianeta è quello che i nostri uomini politici chiamerebbero “un mondo pluralistico”. Le razze e sottorazze sono innumerevoli, gli incroci, gli ibridismi, le degenerazioni, le mutazioni non si contano; un precario equilibrio si è stabilito tra società diversissime, che vanno dalla più raffinata tecnologia al nomadismo, da condizioni barbariche a rigide gerarchie di tipo medioevale. Per Adam Reith, il terrestre che vi è precipitato solo e disarmato, non si tratta soltanto di sopravvivere giorno per giorno, né di imparare a scoprire il nuovo come Marco Polo. Il suo scopo, cui resta disperatamente attaccato a ogni svolta avventurosa, è quello di procurarsi con ogni mezzo un’astronave e ripartire per la Terra…
In questo volume i due primi romanzi completi: Naufragio sul pianeta Tschai e Le insidie di Tschai.

L.

Annunci