Tag

, , ,

lee-child-punto-di-non-ritorno-2016Uscito già nel 2015, la Longanesi ristampa Punto di non ritorno di Lee Child in occasione dell’uscita della versione cinematografica con Tom Cruise.

La scheda di Uruk:

Punto di non ritorno [Jack Reacher 18] (Never Go Back, 2013) di Lee Child [6 ottobre 2016] Traduzione di Adria Tissoni

La trama:

Jack Reacher torna a casa.
O per lo meno al luogo più simile a una casa che un uomo senza legami e senza radici come lui abbia mai avuto. Dalle nevi e dal gelo del South Dakota arriva fino in Virginia, per raggiungere il quartier generale della 110ª Unità della polizia militare. È lì che ha prestato servizio come maggiore, prima di scegliere una vita libera lungo le strade d’America, al servizio della giustizia.
Un viaggio nel passato, ma anche nel futuro: Reacher è spinto dal desiderio e dalla curiosità di conoscere di persona la donna che ha preso il suo posto, quel maggiore Susan Turner che finora è stata per lui solo una voce gentile e intrigante al telefono.
Ma nulla va mai come deve andare.
Susan Turner pare scomparsa nel nulla e nessuno sembra gradire la presenza di Reacher, al quale vengono annunciate due notizie sconvolgenti. Una che lo riporta a un violento episodio di sedici anni prima e lo potrebbe costringere ad anni di galera. L’altra molto, troppo personale e devastante per la sua coscienza.
Di fronte a una minaccia ci sono solo due strade da percorrere: la fuga o il combattimento, e per un uomo come Reacher la scelta non si pone…

L’incipit:

Alla fine caricarono Reacher in macchina e lo portarono in un motel a un chilometro e mezzo di distanza, dove l’impiegato del turno di notte gli diede una stanza che aveva tutte le caratteristiche che s’aspettava, perché ne aveva viste migliaia simili. C’era una stufa a parete che borbottava roca, troppo rumorosa per tenerla accesa durante la notte, il che permetteva al proprietario di risparmiare sull’elettricità. Per lo stesso motivo tutte le lampadine erano da pochi watt. La moquette era a pelo corto così, quando veniva lavata, si asciugava nel giro di qualche ora, e si poteva riaffittare la stanza nello stesso giorno. Non che venisse lavata spesso. Era scura, con un motivo geometrico, perfetta per nascondere le macchie, come del resto il copriletto. Il getto della doccia sarebbe stato tenue e stentato, gli asciugamani sottili, il sapone piccolo e lo shampoo scadente. I mobili erano di legno, tutti scuri e rovinati, il televisore piccolo e vecchio, le tende grigie di sporcizia.
Tutto come s’aspettava. Nulla che non avesse già visto mille volte.
Però restava sempre squallido.
Perciò prima di mettersi la chiave in tasca, si girò e tornò nel parcheggio. L’aria era fredda e un po’ umida. Era metà sera, nel cuore dell’inverno, nell’angolo nordorientale della Virginia. Il Potomac scorreva pigro poco lontano. Al di là di esso, a est, le luci di Washington rischiaravano le nubi. La capitale del paese, dove succedeva di tutto.

L’autore:

Lee Child è nato a Coventry, in Inghilterra, nel 1954. Dopo aver lavorato per vent’anni come autore di programmi televisivi, nel 1997 ha deciso di dedicarsi alla narrativa: il suo primo libro, Zona pericolosa, è stato accolto con un notevole successo di pubblico e critica, e lo stesso è accaduto per gli altri romanzi d’azione incentrati sulla figura di Jack Reacher, personaggio definito dall’autore «un vero duro, un ex militare addestrato a pensare e ad agire con assoluta rapidità e determinazione, ma anche dotato di un profondo senso dell’onore e della giustizia».
Lee Child vive negli Stati Uniti dal 1998.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci