Tag

, , , ,

1391-sas-albaniaDallo scrigno di 80 romanzi di SAS, trovati questa estate 2016 su una bancarella fortunella, ecco questo numero di “Segretissimo” (Mondadori) risalente alla direzione Stefano Magagnoli.
L’illustrazione di copertina è firmata da Gianni Crispino.

La scheda di Uruk:

1391. Missione impossibile in Albania [SAS 133] (Albanie: mission impossible, 1999) di Gérard de Villiers [22 agosto 1999] Traduzione di Mario Morelli

La trama:

La trappola che dovrebbe incastrare un terrorista sudanese rifugiatosi in Albania fallisce e un informatore degli americani viene barbaramente ucciso. Tocca a Malko Linge organizzare il rapimento del terrorista protetto da una gang di banditi musulmani. Ma il nemico contrattacca con un disastroso attentato a Tirana. Non c’è più tempo a deposizione: con l’aiuto di una disinibita giornalista tedesca SAS deve entrare nella tana del lupo, dalla quale potrebbe non uscire così facilmente…

L’incipit:

— Buttiamolo nell’immondezzaio e cospargiamolo di benzina.
La voce calma e suadente di Fatmir Cerem era totalmente priva di emozione e non rivelava alcuna animosità. Ciononostante, Nasim Kastriot ebbe l’impressione che il cuore gli si rimpicciolisse e che la sua lingua raddoppiasse di volume: il polso gli batteva come impazzito e lo stomaco si era ridotto a una palla dolorante. Steso sul pavimento di terra battuta di una grande stanza dell’ex scuola materna che serviva da posto di riposo ai militari dell’UCK, l’esercito di liberazione del Kosovo, legato come un salame, riusciva a muovere solo la testa. Contorcendosi, poteva vedere il tavolo fatto di assi posate su due cavalletti, intorno al quale tre uomini stavano seduti su delle panche, e la porta che dava sull’esterno. A parte il mormorio dei tre uomini, il silenzio era totale.
I vecchi edifici malandati dell’UCK si trovavano al limitare del villaggio di Tropojë arroccato sui contrafforti della catena montuosa che divide l’Albania dal Kosovo. Appena si faceva buio, gli abitanti non si muovevano più di casa.

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci