Tag

, ,

3150La collana “Il Giallo Mondadori” di dicembre (n. 3150) presenta La morte e l’oblio di Annamaria Fassio.

La scheda di Uruk:

3150. La morte e l’oblio (2016) di Annamaria Fassio [dicembre 2016]
Inoltre contiene il racconto:
Bas Salieri – La fonte dei 13 Monaci, di Stefano Di Marino

La trama:

Una mattanza di stampo mafioso in Calabria è stata l’inizio di tutto. Lui ucciso in un agguato a un falso posto di blocco, lei stuprata e freddata con una pallottola in testa nella sua stanza d’albergo. Danni collaterali, un autista e una guardia del corpo. Poi un incendio doloso in un laboratorio farmaceutico, in Spagna. L’esplosione, le vittime, i capannoni divorati dal fuoco come scheletri neri contro il cielo. E poi c’è Zelda la russa, la protetta di un boss. Finita in clinica dopo un incidente, ora vive perduta nelle tenebre dell’oblio, nemmeno ricorda il proprio nome. Vicende diverse, lontane, ognuna delle quali sembra apparentemente fare storia a sé. Ecco, apparentemente. Per il commissario Erica Franzoni, capo della Mobile di Genova, devono essere in qualche modo intrecciate, ma ogni volta che prova a riordinare le idee si smarrisce in un labirinto di supposizioni. Per trovare la verità sarà allora costretta a entrare in un universo parallelo. Un mondo di vite spezzate da una violenza improvvisa e brutale.

L’incipit:

Dalla terrazza dell’albergo Rocco contemplava lo sfavillio di Messina al di là dello Stretto. La città, nell’oscurità del mare e del cielo, era brillante, morbida, seducente. Un po’ santa e un po’ puttana, pensava, con la striscia lunga di Ganzirri che si protendeva verso la costa calabrese. Grosse navi mercantili attraversavano lo specchio d’acqua e un quarto di luna calante faceva capolino tra le nuvole.
— Una serata speciale — disse Margherita alle sue spalle. — Peccato che tu debba andare via…
— Ma tornerò, e presto anche. — Rocco sorrise nel buio. La macchina sarebbe venuta a prenderlo fra dieci minuti. — Una riunione importante, Margherita. Non posso mancare. Ho preso un impegno con tuo padre.
— Lo so. Ma io ho sempre paura quando non ci sei.
Rocco l’abbracciò e la tenne stretta. — Non ti succederà niente, te lo prometto.

L’autrice:

Annamaria Fassio Annamaria Fassio è nata a Genova. Dopo numerosi lavori, tra cui quello di tecnica istologa presso l’Università, ha insegnato nel capoluogo ligure dove per oltre dieci anni ha tenuto corsi di scrittura creativa per insegnanti e bambini. Si è occupata anche di teatro. Attualmente è in pensione. Vincitrice nel 1999 del premio Tedeschi con il romanzo Tesi di laurea (Il Giallo Mondadori n. 2654), ha scritto poi I delitti della Casa Rossa (2749), Biglietto di sola andata (2804), Una città in gabbia (2833), Povera Butterfly… (2859), Maria Morgana (2886), Una vita in prestito (2920), Gangster (2960), Shanghai (2986), Santiago 544 (Segretissimo n. 1568), Di rabbia e morte (Il Giallo Mondadori 3038), Terra bruciata (3058), Controcorrente (3087) e L’oro di Sarah (3112). Annamaria Fassio è stata pubblicata anche in Germania.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci