Nefertiti la regina del sole_Promo.inddLa Tre60 inizia il 2017 con un grande romanzo storico firmato da un nome illustre del genere.

La scheda di Uruk:

Nefertiti. La regina del sole (Néfertiti. L’ombre du soleil, 2013) di Christian Jacq [12 gennaio 2017] Traduzione di Maddalena Togliani

La trama:

Bella, carismatica e indomabile, la regina Nefertiti ha un’unica debolezza: l’amore assoluto che la lega al marito, il faraone Akhenaton. Un amore che sembra in pericolo da quando il sovrano ha accolto nel suo letto una seconda moglie, Kiya, principessa dei Mitanni. E non importa che quel matrimonio abbia il preciso scopo di rinsaldare un’alleanza militare contro la minaccia degli Ittiti: la sete di potere di Kiya supera anche quella di Nefertiti e la donna tesse ben presto una rete di alleanze con funzionari corrotti e senza scrupoli, mettendo in grave pericolo le sorti dell’intero Paese e la vita stessa della regina…
Tuttavia l’espansione degli Ittiti sembra irrefrenabile e, quando il regno dei Mitanni viene da loro sottomesso, la capitale egizia, Tebe, piomba nel terrore di un attacco che segnerebbe la fine di un’intera civiltà. Il destino è nelle mani di Akhenaton e di Nefertiti, nella loro volontà di restare uniti, di assicurare finalmente la pace al loro popolo. Ma basterà la protezione di Aton, dio del sole, per dare un futuro luminoso all’Egitto?
Con piglio da maestro, Christian Jacq torna ad appassionare i lettori con le vicende di una donna eccezionale, protagonista di una straordinaria avventura nel cuore dell’antico Egitto.

L’incipit:

L’oro del sole al tramonto inondava l’Ombra del Sole, la residenza dove si era ritirata Nefertiti, a debita distanza dal centro della nuova capitale creata dal marito, il faraone Akhenaton. Aveva sperato che, isolandosi, avrebbe recuperato le forze, ma lo sfinimento cresceva inesorabilmente.
Quanto amava la fine del giorno, quell’ora tanto serena. Le sommità delle colline si tingevano di un colore rossiccio, il Nilo scintillava, gli animali rientravano dai campi, le melodie dei flauti deliziavano i raccolti. Poi sarebbe calata la notte, sinonimo di una morte che al sole divino sarebbe spettato sconfiggere.
Un sole che Nefertiti non avrebbe più contemplato su quella terra.
«È arrivato lo scultore Thutmose» l’avvertì il Vecchio, suo fedele servitore fin dall’infanzia.
«Che entri pure.»
La voce era quasi impercettibile, il Vecchio si spaventò.
«Lo mando via e chiamo il medico di palazzo!»
«No, è inutile. Ma avvisa il re, digli di fare in fretta.»
Thutmose era lo scultore preferito della regina, che nel frattempo aveva preso posto su un trono di legno dorato, del quale stringeva i braccioli.
Con mano esitante per via dell’emozione, l’artista svelò la sua opera.
«Ecco il vostro ritratto, Maestà.»

L’autore:

Christian Jacq ha raggiunto il successo mondiale con Il romanzo di Ramses, una saga pubblicata in 29 Paesi che ha battuto ogni record di vendita. Un caso editoriale straordinario, nato dalla sua passione per l’antico Egitto, dai suoi studi di archeologia e dalla sua strepitosa vena narrativa. Tre60 ha pubblicato i libri della Saga di Setna, Il figlio di Ramses, raccolti anche in un nico volume, che hanno scalato immediatamente le classifiche italiane.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci