Tag

max-allan-collins-csi-miamiIl prolifico Max Allan Collins ha amato scrivere storie negli universi narrativi dei telefilm americani di successo: ho trovato uno dei suoi titoli forse meno noti, targato Sperling & Kupfer.

La scheda di Uruk:

CSI: Miami – Ondata di calore (CSI: Miami 2 – Heat Wave, 2004) di Max Allan Collins [aprile 2006] Traduzione di Gian Luigi Giacone

La trama:

Seduto in un lussuoso bar di Miami Beach mentre fuori sta per scatenarsi una tempesta, il boss del crimine Kurt Wallace si sente quasi invincibile. Ma, improvvisamente, insieme alla pioggia battente si scatena anche il feroce regolamento di conti tra le gang mafiose che controllano la città. Oltre a Kurt perdono la vita sette persone. L’imbattibile squadra della Polizia Scientifica, capeggiata da Horatio Caine affiancato dall’indomita e bellissima Caileigh Duquesne, esperta balistica, si precipita immediatamente sul luogo della sparatoria. Le analisi dei proiettili, del DNA e delle impronte digitali, unite a un formidabile intuito, portano alla scoperta di torbidi retroscena. Non si tratta solo d’incastrare i pesci piccoli che gestiscono il racket della prostituzione e il gioco d’azzardo illegale; la posta in gioco è alta e coinvolge l’ambiguo Kenneth LaRussa, procuratore degli Stati Uniti, sotto il cui sguardo forse volutamente distratto, ingenti quantità di droga confiscate ai gangster e conservate nel deposito federale vengono reimmesse sul mercato. Ma una terribile rivelazione turberà ancora di più i mitici investigatori…

L’incipit:

Onde blu cobalto sferzavano la spiaggia infrangendosi con fragore sulla battigia. Il cielo plumbeo sembrava ingannevolmente calmo, pronto ad accogliere la tempesta che si addensava appena dietro l’orizzonte. Era un periodo calmo per Miami, ma qualcosa di minaccioso si stava avvicinando. Qualcosa di scottante, e non si trattava del tempo atmosferico.
Qua e là, gli alberghi vuoti sembravano grandi cappelle funerarie, come se la città si stesse lentamente trasformando in un enorme camposanto, anche se il resto della skyline sembrava ancora rendere omaggio all’Atlantico con scintillante ottimismo. Quella sera il mare era titubante e si muoveva lento come la tetra figura incappucciata di nero armata di falce. La minaccia dell’imminente burrasca si faceva più ineluttabile di minuto in minuto e il benvenuto dei neon di Miami Beach appariva sempre più forzato, con quel cielo che da plumbeo era divenuto color fuliggine e poi nero come la pece.

L’autore:

Originario dell’Iowa, dove vive con la moglie e un figlio, Max Allan Collins, che è anche musicista rock e film-maker, ha al suo attivo cinque saghe poliziesche, numerosi racconti e vari romanzi tratti da serie TV e pellicole cinematografiche, quali CSI e La Pantera rosa. Più volte premiato per i suoi thriller di ambientazione storica, è anche autore di fumetti e testi di canzoni. Dalla sua graphic novel Road to Perdition è stato tratto il film Era mio padre.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci