Tag

, , , , ,

1286-sas-la-pantera-di-hollywoodDallo scrigno di 80 romanzi di SAS, trovati l’estate 2016 su una bancarella fortunella, ecco questo numero di “Segretissimo” (Mondadori) risalente alla direzione Gian Franco Orsi.
L’illustrazione di copertina è firmata da Massimo Rosestolato.

La scheda di Uruk:

1286. La pantera di Hollywood [SAS 15] (La panthère d’Hollywood, 1969) di Gérard de Villiers [13 agosto 1995] Traduzione di Mario Morelli

La trama:

Il KGB non si dimentica dei vecchi agenti, neanche dopo 28 anni. E neanche se Sono diventati ricchi e famosi negli USA. Ricchi come Gene Shirak, richiamato in missione per condurre in Messico un misterioso indiano navajo. Accanto a lui c’è una donna con una particolare predilezione per le pantere maschio. Un SAS d’annata, inedito in Italia.

L’incipit:

“Darling” Jill Rickbell tolse delicatamente dalle mani del navajo la coppa di champagne che lui teneva goffamente in mano e gli si avvicinò fino a toccarlo. Il bolero e i pantaloni di seta cruda portati senza nulla sotto mettevano in evidenza i particolari più intimi del corpo della giovane donna.
— Venga qui, Zuni — mormorò “Darling” Jill.
L’indiano fremette come un cavallo coccolato, ma non si avvicinò. L’alcol, a cui non era abituato, gli faceva girare la testa, e il mondo dei bianchi lo spaventava.
Per di più era solo un domestico in quella casa così bella, che lui non sarebbe nemmeno riuscito a immaginare quando ancora si trovava nella sua riserva dell’Arizona, nel Deserto Dipinto. Non si sarebbe mai dovuto trovare lì, dietro il colonnato della piscina, con quella donna bianca che gli si offriva. “Darling” Jill si passò la lingua sulle labbra aride.
Il corpo del giovane indiano fasciato nei vecchi jeans e nella T-shirt bianca le faceva venire voglia di piantargli dentro le unghie.
Nel vasto campionario di maschi che aveva segnato la sua esistenza non c’era mai stato nessun indiano.
E quello che le stava di fronte non avrebbe avuto il tempo di goderselo a lungo.

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci