Tag

La Garzanti ripesca questo mese uno dei vecchi romanzi che Michael Crichton ha scritto con lo pseudonimo John Lange.

La scheda di Uruk:

La vendetta del deserto (Easy Go, 1968) di John Lange (Michael Crichton) [luglio 2017] Traduzione di Doriana Comerlati

La trama:

La grande piramide di Cheope domina l’orizzonte. Mentre il vento gli soffia accanto e la sabbia si alza leggera, Harold Barnaby, brillante egittologo, la osserva e ripensa a quel papiro e alla verità che custodisce. Non avrebbe mai immaginato di poter fare una scoperta così importante. Non avrebbe mai immaginato che esistessero ancora tesori nascosti di cui nessuno sapeva l’esistenza. Non avrebbe mai immaginato che nel decifrare un testo in geroglifici sarebbe apparsa una tomba regale finora sconosciuta. Solo lui ne è al corrente, e ora è determinato a trovarla. Perché quel ritrovamento sarà la sua fortuna. C’è un unico problema: compiere lo scavo all’insaputa delle autorità. Un’impresa quasi impossibile per un professore di archeologia. Harold Barnaby capisce che ha bisogno di aiuto. Ha bisogno di soci abbagliati come lui dalla sete di oro e ricchezza. E così coinvolge nella missione uno scrittore dalle molte conoscenze, un ricco finanziatore, un contrabbandiere e un noto ladro internazionale. La ricerca del tesoro ha inizio. Ma il deserto è un ambiente ostile, forse troppo per un gruppo di estranei legati solo dalla propria avidità. E quando si riporta alla luce qualcosa che è stato sepolto per secoli, a volte il prezzo da pagare è molto alto. Perché il deserto non perdona.

L’incipit:

La Grande Piramide di Cheope riempiva l’orizzonte. Era una costruzione titanica, una gigantesca massa di pietra giallo-bruna che si innalzava possente, sfidando l’immaginazione. Vicino alla base, nella vasta ombra che essa proiettava, Harold Barnaby parlava con una guida.
«Voglio salire», stava dicendo.
L’altro lo guardò con scarso entusiasmo, poi si strinse nelle spalle. «Okay, capo», si arrese. «Ti accompagno.»
«Bene.»
Barnaby fece scorrere lo sguardo lungo la facciata dell’edificio fino alla sommità. Se da lontano la piramide sembrava digradare dolcemente, da vicino pareva quasi a picco. In quel momento stava scendendo un gruppo di turisti, puntini quasi indistinguibili dalla sua posizione.
«Sei solo?» chiese la guida. Era un tipo basso, molto scuro di pelle; indossava pantaloni larghi, sandali e un’assurda giacca formale nera sulla quale era appuntato il distintivo di ottone.
«Sì. Sono solo.»
«Okay, capo, andiamo. Fai quello che faccio io, d’accordo? Metti i piedi e le mani dove li metto io. Ti faccio vedere.»

L’autore:

Michael Crichton (Chicago, 1942 – Los Angeles, 2008) è uno dei più grandi autori di bestseller al mondo, noto anche come regista cinematografico e autore della serie televisiva E.R. Medici in prima linea. I suoi libri hanno venduto centinaia di milioni di copie e sono stati tradotti in trentotto lingue; da tredici di essi sono stati tratti dei film. In Italia sono tutti editi da Garzanti; tra i più noti Andromeda, Jurassic Park, Congo, Sol Levante, Stato di paura.
Dei romanzi scritti in gioventù con lo pseudonimo di John Lange sono già apparsi in nuova edizione Codice Beta, Zero assoluto e Il silenzio degli abissi.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci