Tag

, , , , ,

Dallo scrigno di 80 romanzi di SAS, trovati nell’estate 2016 su una bancarella fortunella, ecco questo numero di “Segretissimo” (Mondadori) risalente alla direzione Laura Grimaldi.
L’illustrazione di copertina è firmata da Carlo Jacono.

La scheda di Uruk:

1076. Bel golpe SAS [SAS 85] (Embrouilles à Panama, 1987) di Gérard de Villiers [26 luglio 1987] Traduzione di Mario Morelli
– Inoltre contiene il saggio: [Top Secret] Panamà e dintorni: De Villiers ci azzecca ancora, di Giorgio Boatti

La trama:

SAS ha gli occhi d’oro. SAS ha un debole per le donne, SAS ama le cose belle. Ma SAS non è disposto a svendere le sue lealtà; e attorno a questa determinazione gira tutta la sua vita. E così, quando la CIA gli chiede di sistemare le cose a Panama, dove un certo generale comincia a passare i limiti della decenza, mette sulla bilancia il peso di ciò che gli viene chiesto e le conseguenze che un suo rifiuto potrebbe avere, e senza esitare parte per la missione. Ma il generale è inavvicinabile. O almeno, si può arrivare a lui solo attraverso Miranda Ochoa, che è bella, sensuale e disponibile. E passa attraverso la camera da letto del generale. Come si sa, Malko non ha difficoltà con le donne, e anche questa volta riuscirà ad “ammorbidire” l’affascinante signora. Tranne che… Ma per sapere che cos’accade da questo punto in avanti, bisognerà leggere il libro. Se no, che SAS è, se non c’è la sorpresa finale?

L’incipit:

Il minibus con la scritta Frontera-David sul davanti, rallentò bruscamente per non investire un campesino in bicicletta, carico di canne di bambù lunghe qualche metro.
Julio Chavarria, strappato al suo torpore, diede un’occhiata all’esterno, ma vide solo la muraglia di giungla di un bel verde brillante in mezzo alla quale la strada serpeggiava pigramente.
Dal posto di frontiera di Paso Canoa, che segnava il limite fra la Costa Rica e il Panama, il passaggio era sempre rimasto lo stesso. Julio Chavarria cercò di riprendere sonno malgrado il volume altissimo della radio del minibus, che riversava le solite salsas tropicali, intervallate da pubblicità urlate da voci aggressive.
Guardava sfilare la vegetazione tenendo la mano destra chiusa intorno al manico della valigetta di pelle posata sulle sue ginocchia. E pensava che le comunicazioni lasciavano davvero a desiderare nel suo paese. Aveva preso un taxi da San Josè, la capitale della Costa Rica, fino al confine, e quel piccolo autobus era il mezzo più rapido per raggiungere David, grosso centro della provincia di Chiriqui, dove avrebbe preso il Twin-Otter della Perla Airline fino a Panama.

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci