Tag

La Newton Compton con la collana “First” porta in libreria un grande thriller firmato da Spencer Kope: Omicidi senza traccia.

La scheda di Uruk:

44. Omicidi senza traccia (Collecting the Dead, 2016) di Spencer Kope [3 agosto 2017] Traduzione di Alessandra Di Dio

La trama:

Magnus “Steps” Craig è un esperto dell’FBI, specializzato nella ricerca di serial killer e di persone scomparse. I giornali lo hanno soprannominato il “Segugio umano” per la sua capacità di seguire tracce invisibili a chiunque altro. Ma questa sua abilità nasconde un segreto, un dono speciale di cui sono a conoscenza solo poche persone: suo padre, il direttore dell’FBI e Jimmy Donovan, suo collega. Quando viene ritrovato il cadavere di una donna, Steps riesce incredibilmente a ricollegare l’omicidio a un altro caso e scopre la “firma” che lega i due delitti: l’emoticon di una faccina triste. E appena una nuova vittima viene rapita, Magnus si lancia subito all’inseguimento del misterioso assassino…

L’incipit:

Aveva i piedi piccoli.
Dico
aveva perché affermare che ha i piedi piccoli implicherebbe che è ancora viva. Ma non lo è. Lo so. Lo so sempre. È la mia abilità speciale, il mio fardello, la mia maledizione. Gli altri credono che stiamo cercando una runner scomparsa, forse ferita o dispersa, ma di certo viva. A loro non posso dire che è troppo tardi; come potrei spiegare una simile informazione?
Non mi crederebbero comunque.
La gente è riluttante a dare qualcuno per morto.
Mi rigiro la scarpa che ho in mano, osservandola da ogni angolazione. È una selezione casuale dal suo armadio, fatta precedentemente al mio attivo, procedura standard per una pista come questa. Esamino l’usura sulla suola, le ammaccature sul cuoio, i segni di cedimento sul cinturino, come se facendolo si dissipasse e rivelasse il mistero della sua camminata, del suo portamento, del modo in cui talvolta strascicava appena il piede sinistro, quasi impercettibilmente.
Si impara a conoscere le scarpe, nel mio ambito di lavoro: scarpe da donna, scarpe da uomo e, purtroppo, scarpe da bambino. Questa è una décolleté con cinturino alla caviglia, tacco sette e tomaia in pelle. non di fascia alta, ma nondimeno bella. So che l’ha indossata per l’ultima volta all’incirca due settimane fa… ma questa informazione non troverà posto nel mio rapporto
.

L’autore:

Spencer Kope è un criminologo che lavora con la polizia della Contea di Whatcom (Washington), si occupa di delitti di ogni tipo, inclusi numerosi “cold case” che ha contribuito a risolvere. Collabora anche con l’FBI, la DEA e altre agenzie governative americane, nonché con la polizia federale.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci