Il Giallo Mondadori n. 3159: La torre degli scarlatti di Stefano Di Marino
È una bizzarra richiesta, quella che si vede rivolgere Sebastiano “Bas” Salieri nella sua residenza di Amsterdam. Riordinare e catalogare i volumi di un’antica biblioteca di famiglia ha certamente il suo fascino per uno studioso come lui, ma i reali motivi di interesse sono ben altri. Perché Bas, illusionista e conoscitore delle tradizioni occulte, cacciatore di ciarlatani e finti stregoni, sente di vivere ancora in un’epoca oscura, a dispetto di qualsiasi progresso. E allora basta il nome degli Scarlatti a risvegliare una sensazione di allarme. Sebbene il capostipite, Cosimo il negromante, sia morto da duecento anni, nella Toscana di oggi la sua stirpe e la sua dimora restano depositarie di segreti arcani. Come il leggendario ritrovamento di una necropoli etrusca e dei suoi tesori. Si dice che in un’imprecisata eredità contesa si celi la via per quella città funesta. Niente di meglio dunque che un incarico di copertura per cercare di discernere la verità dalla superstizione. E fare luce, prima che le tenebre abbiano il sopravvento, sul mistero della Torre degli Scarlatti.

Sherlock Mondadori n. 37: Sherlock Holmes: Il segreto degli elefanti di rubino di Christopher James
Ammansire un elefante fuggito dallo zoo per le strade di Londra è senza dubbio un compito inusuale per Sherlock Holmes. E tuttavia proprio da un simile episodio prende le mosse un’indagine che con questi pachidermi sembra avere diversi punti di contatto. Quando un nuovo cliente si presenta al 221B di Baker Street per consultare il detective in merito a un’intrusione avvenuta nella sua gioielleria, entra in scena una strana confraternita fondata nelle Indie Orientali, il Club dell’Elefante di Rubino. I suoi membri, in lizza con una congrega rivale, danno la caccia a otto rubini a forma di elefante che costituirebbero la chiave d’accesso a un diamante da mille e una notte. Ce n’è abbastanza per catturare l’interesse di Holmes, avvezzo per mestiere e soprattutto per disposizione mentale a cogliere tra fatti apparentemente slegati connessioni che al restante genere umano rimangono precluse. Così, tra una serie di furti alla National Gallery e una casta di sinistri figuri in abito nero e cilindro, si profila per il buon dottor Watson una straordinaria avventura da consegnare ai posteri.

I Classici del Giallo Mondadori n. 1400: La notte ha mille occhi di Cornell Woolrich
Quando si continua a ripetere più e più volte una certa azione, prima o poi qualcosa accade. Potrebbe testimoniarlo Tom Shawn, della squadra Omicidi di New York. Ogni notte verso l’una smonta dal servizio e cammina lungo il fiume, fantasticando mentre guarda le stelle, così luminose, così cariche di sogni. Finché una notte delle tante, l’unica che mai dimenticherà, qualcosa accade. Delle banconote per terra, poi un anello, lo guidano fino a una borsetta abbandonata sul parapetto del ponte, il contenuto sparpagliato tutt’intorno. Perché la proprietaria abbia voluto disfarsene, Shawn lo capisce con atroce chiarezza vedendola, in piedi sul parapetto, togliersi le scarpe e gettare via l’ultima sigaretta. Precipitarsi d’istinto ad afferrarla un attimo prima del gesto fatale significa però mutare ineluttabilmente, oltre al destino della ragazza più bella che lui abbia mai incontrato, anche il proprio. Mentre le stelle, così oscure, così cariche di incubi, stanno a guardare.

Gli Speciali del Giallo Mondadori n. 83: Delitti in gioco, a cura di Mauro Boncompagni

JOHN V. TURNER, L’uomo dal fazzoletto
Per un boxeur come Al Fanlagan, soprannominato il Massacratore, l’incontro per il titolo dei pesi medi dovrebbe essere una passeggiata. Eppure Al va giù al primo round, per non rialzarsi più. Infatti è morto. Avvelenato. Ma come può essergli stata somministrata la sostanza letale, se nelle ore precedenti non aveva assunto cibo né bevande? L’unica ipotesi possibile, per l’avvocato Amos Petrie, è che sia successo sul ring…

S.S. VAN DINE, Il mistero di casa Garden
Sodio radioattivo, l’Eneide di Virgilio e un cavallo da corsa: è con questo rebus astruso che un anonimo attira l’attenzione sulla famiglia Garden. Se poi nell’attico della loro residenza chi si è giocato tutto su un purosangue rivelatosi perdente si uccide con un colpo di pistola, l’enigma si colora a tinte fosche. Ma c’è tra i presenti l’investigatore Philo Vance, pronto a cimentarsi con un assassino che non ha tenuto conto del suo talento.

ELLERY QUEEN, L’avventura della finale di baseball
Ellery Queen, tifoso accanito, si sta godendo a New York la finale del campionato di baseball, ma tutto sembra congiurare per impedirgli di assistere in pace al match. Come quando un famoso ex giocatore muore all’improvviso tra gli spettatori. Allora Ellery dovrà rivolgere per qualche istante la geniale mente al caso di omicidio più inopportuno che gli sia mai capitato.

Segretissimo EXTRA n. 4: Agente Ghost. Regola di ingaggio di Darko Bay
Werner Lee ha degli amici, un bel lavoro, una vita tranquilla. Fa il maestro di sci sulle montagne dei Grigioni, in Svizzera. Sente di meritarlo, tutto quel bianco silenzio, dopo troppi anni in cui ha convissuto con la violenza, dopo troppo rosso sangue e troppe urla. Della sua seconda vita, quella dell’agente Damon Fletcher, nessuno può sospettare. Lui è un’arma pronta a essere innescata quando la Sezione Ghost dell’intelligence britannica prepara un’operazione illegale. È uno spettro, la cui esistenza non sarebbe mai confermata dai suoi datori di lavoro. E ora è venuto il momento di tornare sul campo. Günter Mayerhof, ex agente della Stasi riciclatosi come trafficante d’armi, sta morendo. Per decenni ha accumulato dati su intrighi politici e missioni top secret: un patrimonio inestimabile di informazioni custodito in un caveau che l’agente Ghost deve riuscire a violare. Ma è proprio là, nel sotterraneo blindato, che lo attende una sorpresa. Qualcosa che potrebbe cambiare per sempre tutto quello in cui ha creduto.
All’interno, l’approfondimento “Spie partigiane” di Maria Teresa Caprile.

Segretissimo SAS n. 31: L’abito non fa la monaca di Gérard de Villiers
Cadere vittima di un rapimento in pieno giorno e in pieno centro città, sotto la minaccia armata di una suora? Può succedere, a Montevideo. Se però succede al capo della stazione locale della CIA, è un problema. Che un funzionario del suo calibro finisca nelle mani dei ribelli tupamaros imbarazza non poco l’Agenzia, disposta a tentare l’impossibile per recuperarlo vivo. E quando c’è di mezzo l’impossibile, nessun agente operativo è più adatto di Malko Linge. Di riuscire nell’impresa con le buone, offrendo una ricompensa per il rilascio o per ottenere informazioni utili, le chance non sono molte. Del resto il sequestrato non gode di grande popolarità, da quelle parti: come suo personale contributo alla risoluzione del conflitto che infiamma il paese, ha creato uno squadrone della morte. Se allora si dovrà passare alle maniere forti, Malko non si lascerà certo intimidire da un’affascinante guerrigliera travestita da religiosa. Anche se non porta la tonaca, il Principe delle Spie ha una vera vocazione come dispensatore di pace. Naturalmente eterna.

Urania n. 1646: Il razzo a orologeria di Greg Egan
In un remoto universo dove le leggi fisiche sono completamente diverse, ruota il pianeta su cui vive Yalda, aliena mutaforma con “generalmente sei membra simmetriche”, occhi sul davanti come sul retro della testa e in grado di emettere luce. Poiché in quell’universo la luce non ha velocità uniforme e la sua generazione produce calore, Yalda è decisamente una creatura calda, ma l’ambiente si fa ancora più scottante quando cominciano a piovere gli stellanti, sorta di meteore roventi e distruttive. Il popolo di Yalda ha una tecnologia piuttosto arretrata, ma per reagire al pericolo decide di inviare nello spazio un razzo meccanico che raggiunga altri mondi e importi la scienza più avanzata. Il viaggio richiederebbe intere generazioni (tempo soggettivo sul razzo) ma solo pochi anni di tempo planetario e così la missione viene varata… Le altre sorprese di questo stupefacente romanzo sono all’interno del volume, che segna il ritorno di Greg Egan sulle pagine di “Urania”.

Urania Collezione n. 176: Sabbie, tempeste e pietre preziose di Cordwainer Smith
Casher O’Neill è un avventuriero del cosmo con i suoi buoni motivi: trovare la gemma grazie alla quale potrà tornare sul mondo originario e fare giustizia dei soprusi subiti dal suo popolo. Per ottenere la gemma dovrà superare tre prove che consistono nella discesa su tre diversi pianeti. Ma il Mondo delle Gemme, delle Tempeste e delle Sabbie sono luoghi gelosi: Casher lo scoprirà a sue spese in questa triplice avventura, uno dei capolavori di Cordwainer Smith e di tutta la fantascienza americana.

L.

Annunci