Tag

, , , , ,

Dallo scrigno di 80 romanzi di SAS, trovati nell’estate 2016 su una bancarella fortunella, ecco questo numero di “Segretissimo” (Mondadori) risalente alla direzione Laura Grimaldi.
L’illustrazione di copertina è firmata da Carlo Jacono.

La scheda di Uruk:

292. SAS: un cimitero sul fiume Kwai [SAS 10] (L’or de la rivière Kwaï, 1968) di Gérard de Villiers [3 luglio 1969] Traduzione di Sarah Cantoni

La trama:

Lui è un agente segreto del tutto particolare: alto, biondo, occhi glaciali; ironico, gelido, tenero; intelligente, arguto, sornione. Si chiama Malko Linge e porta nientemeno che il titolo di Sua Altezza Serenissima. È il «sangue blu» della CIA, in altre parole. E per una missione come quella che bolle in pentola ci vuole uno come lui. A Bangkok è scomparso un uomo. E fin qui niente di strano. Bangkok è una città d’intrigo e di mistero, dove tutto può succedere: ma l’uomo è un ex agente della CIA. Non solo: a New York viene trovata barbaramente uccisa sua sorella. È evidente che sono in movimento forze occulte, all’apparenza inafferrabili, ma tese spasmodicamente verso una meta ben precisa. E Malko Linge, quando si muove, diventa una sorta di magnete capace di attrarre e di annientare tutte le energie negative che lo circondano.

L’incipit:

Il grido rauco di un geco fece sussultare Pong Punnak. La grossa lucertola era posata su una stele, in pieno sole, a un metro dall’uomo accovacciato dietro un ciuffo di arbusti punteggiati di orchidee selvatiche color rosso fiamma. Il tailandese contò i gridi, vagamente inquieto: pari portavano disgrazia, dispari erano di buon augurio.
Otto volte si ripeté il suono cavernoso, poi sul grande cimitero ritornò il silenzio, rotto solo dal mormorio delle acque limacciose del fiume Kwai che scorreva rapido ai due lati dell’isoletta. Il sampan di cui si era servito Pong Punnak era nascosto fra le alte erbe, all’estrema punta dell’isola, circa un chilometro più in là.
Pong Punnak guardò il lucertolone, come per implorarlo di gridare ancora un po’, ma il rettile aveva ripreso la sua siesta abbassandosi sugli occhi sporgenti una cortina grigiastra.
Era quasi mezzogiorno e il sole cadeva a picco sulle pietre tombali, tutte simili, allineate per parecchie centinaia di metri.
Per distrarsi, Pong Punnak si divertì a decifrare l’iscrizione incisa sulla lapide accanto alla quale era nascosto; nonostante il tempo trascorso, le lettere spiccavano chiaramente: «Winston Stilwell, sergente, 2nd King’s Own Yorkshire Light Brigade. 9 gennaio 1946».

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci