Tag

, ,

La collana “I Classici del Giallo Mondadori” di ottobre (n. 1401) presenta La tomba insanguinata di Edgar Wallace.

Apparso originariamente a puntate dal 25 gennaio al 18 marzo del 1908 su “Ideas”, il romanzo è apparso in Italia originariamente nel 1937, con il titolo L’enigma della cassaforte, come numero 7 de “I Romanzi Gialli” della milanese Vittoria, con la traduzione di G. Bacci. Riappare poi nel 1965 come La tomba insanguinata e con la traduzione di Fenisia Giannini, come numero 266 de “I Capolavori dei Gialli” (Mondadori). La Garden Editoriale lo ripresenta nel 1992 come Angel Esquire nella collana “La Biblioteca Classica del Romanzo Giallo” (n. 55), finché nel 1995 la Newton Compton lo ristampa con il titolo L’enigma della cassaforte come numero 73 (29 aprile 1995) della collana “Il Giallo Economico Classico”, con la traduzione di Stefania Carimati: quest’ultima edizione la trovate anche in eBook.

La scheda di Uruk:

1401. La tomba insanguinata (Angel Esquire, 1908) di Edgar Wallace [ottobre 2017] Traduzione di Fenisia Giannini
Inoltre contiene il racconto: I più deserti campi, di Riccardo Bettini, Silvia Brizio, Elisa Capanni, Marcello Pedretti e Simonetta Pugnaghi

La trama:

Un milionario con l’hobby dei marchingegni e degli indovinelli è in punto di morte. Ha messo insieme una fortuna spillando soldi ai giocatori nei suoi casinò e ora vorrebbe risarcire la figlia di uno degli sprovveduti che ha rovinato. Ma anche i suoi soci reclamano la propria parte. Allora, niente di meglio che un diabolico rompicapo per dirimere la questione e i quattrini andranno a chi lo risolverà. Il guaio è che qualcuno decide di anticipare l’arrivo della Signora con la Falce. Così, per aprire la cassaforte che custodisce l’eredità, non resta che decifrare i rebus del defunto. A ciascuno il suo problema. Quello di far luce sulla vicenda toccherà invece a Christopher Angel, il detective più anticonvenzionale di tutta Scotland Yard. Non si sa come abbia raggiunto questa posizione senza essere mai stato un funzionario di polizia, eppure è in gamba. Forse riesce naturale, a un ex cacciatore di leoni in Africa, non lasciare scampo neanche agli assassini.

L’incipit:

L’avvocato William Spedding, dello studio legale Spedding, Mortimer & Larach, si era procurato un appezzamento di terreno in Lombard Street con un sistema più che normale. Dopo la morte di un’anziana signora, che abitava in Market Harborough e che non ha nulla a che fare con questa storia, quel terreno era stato venduto all’asta.
L’avvocato William Spedding l’aveva acquistato per 106.000 sterline: la somma era abbastanza alta perché la cosa fosse posta in rilievo da tutti i giornali della sera e da parecchi del mattino.
I progetti per la costruzione di un edificio decisamente fuori dell’ordinario furono esaminati e approvati dall’ufficio urbanistico. L’ispettore di quest’ufficio, a onor del vero, rimase meravigliato dalla sistemazione interna dei locali; dato però che il progetto rispettava i regolamenti edilizi londinesi, non gli rimase che approvarlo con un’alzata di spalle. L’elegante facciata non aveva nulla di vistoso e l’architetto aveva ottimamente risolto il problema dell’aerazione e quello dell’illuminazione.
— Non riesco a capire, avvocato Spedding — disse l’ispettore indicando la pianta del progetto — come pensa il vostro cliente di poter lavorare in tranquillità: avrà a disposizione un ingresso e un’unica grande sala. E gli uffici privati? E cosa c’entra questa enorme cassaforte nel bel mezzo della sala? Ci saranno pure degli impiegati: dove staranno? Non avrà un attimo di pace!
Il legale sorrise freddamente. — Avrà tutta la pace che vorrà — rispose.

L’autore:

Edgar Wallace (1875-1932), britannico, è uno dei grandi del giallo. Dopo aver prestato
servizio nell’Esercito, è stato corrispondente dell’agenzia Reuter e del “Daily Mail” in Sudafrica durante la guerra anglo-boera. Di ritorno in Inghilterra ha fondato giornali e periodici, e una casa editrice per pubblicare i propri libri, rifiutati dagli editori. Dopo la Prima guerra mondiale ha raggiunto il successo internazionale come autore e sceneggiatore grazie a una vastissima produzione di storie, che spaziano dal poliziesco all’avventura alla fantascienza. Tra i suoi personaggi principali: i Giusti, il sovrintendente Minter, il detective Elk, J.G. Reeder.

L.

– Ultimi post simili: