Tag

,

La Newton Compton porta in libreria un grande thriller.

La scheda di Uruk:

824. L’ospite inatteso [Lottie Parker 1] (The Missing Ones, 2017) di Patricia Gibney [4 gennaio 2018] Traduzione di Laura Decè

La trama:

La buca non era profonda. Un sacchetto di farina avvolgeva il piccolo corpo. Tre faccine guardavano dalla finestra, gli occhi neri di terrore. Uno dei bambini disse: «Chi sarà il prossimo?»
La detective Lottie Parker cerca un collegamento tra la morte di una donna assassinata in una cattedrale e quella di un uomo impiccato a un albero del suo giardino. Le vittime hanno infatti un passato oscuro in comune. Ma nel corso delle indagini Lottie vede man mano riaffiorare antichi dolori che ben conosce, e quello strano caso sembra iniziare a riguardarla personalmente. Solo muovendosi in fretta potrà fermare l’allungarsi della scia di sangue, ma andare fino in fondo potrebbe farle correre un pericolo terribile che la riguarda molto da vicino…

L’incipit:

31 gennaio 1976
La buca che scavarono non era profonda, meno di un metro. Il corpicino era racchiuso in un sacco di farina color bianco latte ed era legato stretto, con i lacci sporchi di un grembiule che una volta era stato bianco. Fecero rotolare il sacco sul terreno, anche se era leggero e avrebbero potuto alzarlo senza problemi. Non mostrarono alcun rispetto per il defunto. Uno di loro con un calcio lo spedì in mezzo alla buca e lo schiacciò ancora più giù nel terreno con la suola delle scarpe. Non fu recitata alcuna preghiera, niente parole ispirate, ma solo vangate di terra umida che velocemente coprivano il candore con l’oscurità, simile al calare di una notte non annunciata dal crepuscolo. Sotto l’albero di mele, che avrebbe fatto nascere dei boccioli bianchi in primavera e donato ricchi frutti in estate, giacevano due cumuli di terra, uno compatto e solido, l’altro fresco e friabile.
Tre faccine osservavano dalla finestra del terzo piano con occhi terrorizzati. Si inginocchiarono su uno dei loro letti, con quei cuscini ruvidi.
Mentre le persone sotto raccoglievano i loro utensili e se ne andavano, i tre continuarono a guardare verso il melo, che era ora illuminato che le loro giovani menti non potevano comprendere. Tremavano, ma non per il freddo.
Il bambino in mezzo parlò senza girare la testa.
«Chi di noi sarà il prossimo?»

L’autrice:

Patricia Gibney proviene dal cuore dell’Irlanda. Ha tre figli e, dopo la perdita del marito, ha cominciato a scrivere a scopo terapeutico. La sua passione è diventata un’occupazione a tempo pieno quando ha deciso di affiliarsi all’Irish Writers Centre e ha cominciato a fare sul serio. L’ospite inatteso è il primo libro di una serie incentrata sul personaggio di Lottie Parker. Il suo sito è http://www.patriciagibney.com.

L.

– Ultimi post simili: