Tag

, ,

La Newton Compton porta in libreria un grande thriller da cui è stata tratta l’attesissima serie su Netflix.

La scheda di Uruk:

861. Diablo (El diablo me obligó, 2011) di F.G. Haghenbeck [5 aprile 2018] Traduzione di Andrea Russo

La trama:

Dopo la morte del fratello posseduto da un demone, Elvis Infante è diventato un diablero e si guadagna da vivere dando la caccia a ogni sorta di creatura ultraterrena, per poi venderla al mercato nero. Ma la sua ultima missione sembra diversa da tutte le altre. Nella squallida periferia di Los Angeles si troverà ad affrontare un gigolò travestito da prete, la mafia internazionale, veterani di guerra degli Stati Uniti e una spietata assassina. Elvis scoprirà che il gioco in cui si è andato a cacciare è molto più grande di lui e ci sono fili che dirigono i suoi movimenti senza che se ne accorga.

L’incipit:

Le strade offrivano uno spettacolo deprimente dell’umanità che inveiva contro se stessa. Ampi viali di cemento simulavano arterie gangrenose. Case senza alcuna pretesa si ammassavano ai lati, separate da terreni incolti che aspettavano, innocenti, di essere divorati dagli agenti immobiliari. Le pubblicità in spagnolo annunciavano la miglior stazione radio per ascoltare musica “caliente!” o i servizi di Nickie López Chávez. “Avvocato specialista in liti sul posto di lavoro! Guadagna fino a 10.000 dollars cash!”. Se la città di Los Angeles è ciò che esiste di più lontano dal paradiso di Dio, allora l’East Side è il didietro del diavolo. Almeno, una delle sue emorroidi.
Nessuno avrebbe creduto che fosse mezzanotte. Il quartiere era ancora sveglio, sembrava godere di vita propria. Bisognava tenere gli occhi ben aperti per evitare una pallottola, gentile concessione di una banda. La pioggia aveva distribuito uno strato di grasso sul quartiere, ricreando l’aspetto del manto di un cavallo. Con quel clima soffocante, gli abitanti del quartiere uscivano per prendere un po’ d’aria fresca sotto le ragnatele delle scale d’emergenza o nei portici delle case. Erano fuggiti dall’incubo della fame nel loro Paese. Sopravvivevano al caldo e alla polizia dell’immigrazione, facendosi vento mentre pulivano i bagni di un McDonald’s. C’erano donne in abiti leggeri, coronate da un’orgia di bigodini; uomini dalla pancia prominente in pantaloni da cui si affacciava un testicolo desideroso di refrigerio. Davanti a quello scenario, l’uomo col completo nero continuò a guidare. Osservava le famiglie che chiacchieravano nei loro cortili pieni di biciclette inutilizzabili e bottiglie che non avrebbero mai più riusato. La sua auto risaltava come un diamante in un piatto di fagioli. Curiosò nella mappa della città. Metà delle vie della zona non comparivano nella sua cartina. Ma l’indirizzo che cercava invece c’era. Lo aveva evidenziato con un cerchio.

L’autore:

F.G. Haghenbeck è nato nel 1965 in Messico. È autore di romanzi, graphic novel e libri per ragazzi. Le sue opere hanno ricevuto importanti premi in Messico e in Spagna e sono state tradotte in 14 lingue. Diablo si è aggiudicato il prestigioso Premio letterario Bram Stoker e i diritti sono stati acquistati da Netflix che ha prodotto una serie ambientata in Messico, in uscita nel 2018 in tutto il mondo.

L.

– Ultimi post simili: