Tag

, , , , ,

La Newton Compton porta in libreria un nuovo grande romanzo a sfondo storico firmato da Anthony Riches.

La scheda di Uruk:

855. La spada dell’imperatore [Impero 7] (The Emperor’s Knives, 2014) di Anthony Riches [19 aprile 2018] Traduzione di Mariachiara Eredia

La trama:

Dopo aver affrontato i pericoli dei campi di battaglia ai confini del mondo, Marco Valerio Aquila è tornato a casa per cercare la sua vendetta contro gli uomini che hanno distrutto la sua famiglia, trucidandola senza pietà. È talmente accecato dall’ira da non curarsi del fatto che un simile proposito potrebbe causare dolore a lui stesso e a coloro che gli sono ancora cari. Tutto ciò che importa al giovane centurione è accertarsi che una giustizia brutale si abbatta sulla misteriosa cabala di assassini che ha sterminato i suoi. Anche se questo significasse affrontarli sul loro stesso terreno, rischiando la vita. Lo aspettano minacce e nemici di ogni genere: un influente senatore, il capo di una banda di canaglie, un ufficiale dei pretoriani e un campione dell’arena, Mortiferum, noto in tutta la città per la sua immensa forza. In attesa nell’ombra, i pugnali sono già sguainati e stanno per esigere il loro prezzo di sangue.

L’incipit:

Roma, settembre 184 d.C.
«Perdona il disturbo, signore. Ho l’onore di parlare con Sesto Destro Basso?».
L’uomo sull’uscio annuì, lanciando uno sguardo minaccioso ai due uomini che gli stavano di fronte nel piccolo ma ordinato giardino sul davanti della sua casa, uno spazio separato dalla strada principale che si inerpicava sul colle Aventino da un muro robusto che correva tutto intorno ai modesti confini della proprietà. La sua aria irritata era dovuta non poco al fatto che i visitatori inattesi avessero congedato sbrigativi lo schiavo che aveva aperto loro la porta, ordinandogli in tono perentorio di andare a chiamare il suo padrone per via dell’apparente “delicatezza” della faccenda in questione.
«Esatto. E voi siete?».
Il più alto dei due uomini, che a quanto pareva parlava per entrambi, sorrise umilmente.
«Io? Un uomo di poca importanza, anche se questo potrebbe servire a garantire la mia buonafede per quanto riguarda la faccenda che desidero discutere con te». Il visitatore sollevò l’estremità della cintura per mostrare il disegno stilizzato della punta triforme di una lancia d’argento lucente. «Questo, Destro Basso, è il segno distintivo di un
beneficiarius, un uomo scelto per prestare fedele servizio a uno dei suoi superiori nell’esercito. Nel mio umile caso sono soltanto un uomo del genere, al servizio di un ufficiale di rango estremamente alto. La sua assoluta necessità di restare anonimo in questa faccenda fa sì che anch’io, a mia volta, debba nutrire lo stesso desiderio di anonimato, e quindi temo che tutto quello che posso dirti qui, sulla soglia di casa tua, è che la mia visita riguarda fatti accaduti nella provincia di Britannia poco più di due anni fa».

L’autore:

  • Anthony Riches - è laureato in studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie L’impero, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche mondiali in breve tempo. Per saperne di più: www.anthonyriches.com

    Continua a leggere

L.

– Ultimi post simili: