Tag

, , ,

La Newton Compton porta in libreria un nuovo grande thriller firmato da Eric Van Lustbader, l’autore della “rinascita” di Jason Bourne.

Questo è il secondo romanzo di Lustbader sul tema, dopo Il testamento di Gesù (The Testament, 2006), Piemme 2007.

La scheda di Uruk:

871. Il testamento di Satana [Testament 2] (The Fallen, 2017) di Eric Van Lustbader [31 maggio 2018] Traduzione di Antonio David Alberto

La trama:

La fine del mondo è stata annunciata più volte nel corso della Storia da diversi profeti. Adesso, però, senza alcun preavviso, sta arrivando davvero.
In una caverna nascosta tra le montagne del Libano, un uomo fa una scoperta destinata a cambiare il mondo. Quello che viene alla luce è rimasto nell’ombra per migliaia di anni: il Testamento di Satana.
A Istanbul il capo di una setta di Osservanti, Bravo Shaw, viene informato da Fra Leoni dell’imminente guerra tra Bene e Male. Un pericolo mortale sta per abbattersi sull’umanità: il terribile esercito di Satana, i Caduti.
Bravo, Ayla, Fra Leoni ed Emma, la sorella non vedente di Bravo, rappresentano l’unica speranza di salvezza di fronte al caos generato dal Testamento di Satana. Se vogliono evitare che l’umanità venga resa schiava dai Caduti, dovranno scoprire segreti talmente pericolosi da mettere a rischio le loro stesse vite.

L’incipit:

Cascate della gola di Baatara, Tannourine, Libano

«È già ora?».
Le ombre che circondavano i quattro uomini erano spigolose, imprecise e, perciò, misteriose oltre la comprensione di Val. Avevano le sembianze della pietra stessa, antica e dunque inscrutabile.
Michel scosse la testa, le carnose labbra imbronciate. «Valentin, mi stai ascoltando?».
Le ombre intorno a loro erano diverse da quelle trovate nelle città tenebrose, le quali erano costantemente in movimento come i pesci intorno a una nave affondata. Queste invece erano immobili, impenetrabili, e nascondevano la spaccatura nel fianco della montagna da cui, alle loro spalle, le cascate di Baatara scorrevano con il rumore di diecimila cannoni. Il ruggito era viscerale, l’aria vibrava e fremeva per l’energia della caduta. Su ogni lato, oltre il velo degli spruzzi, squadrati blocchi rettangolari di pietra si ergevano verticalmente, come impilati da qualche gigante bambino.
Michel Charles de Gaulle alzò il naso in aria come un segugio a caccia di una preda. «Lo sentite?».
I due uomini di Michel indossavano mimetiche militari e stivali alti con spesse suole di gomma. Avevano continuato a fumare senza sosta dopo aver scalato l’ultimo lembo di roccia nascosto dietro la cascata. Ora si erano concessi una pausa e anche loro annusavano l’aria. Non trovando nulla, erano tornati alle loro sigarette e alle loro barzellette oscene. Avevano bisogno di assumere più nicotina possibile in quel momento. Val aveva imposto il divieto di fumare all’interno della caverna, che si era aperta davanti a loro simile alle immense fauci di una creatura preistorica.

L’autore:

Eric Van Lustbader è nato a New York nel 1946. Prima di dedicarsi completamente alla scrittura, è stato insegnante nelle scuole primarie. A oggi può contare oltre venticinque romanzi bestseller, tradotti in più di venti lingue e diventati un successo in tutto il mondo.

L.

– Ultimi post simili: