Tag

,

In questa Estate 2018 torna, in digitale, l’opera prima di un autore ed editore italiano.

La scheda di Uruk:

Gli eretici di Zlatos (1990) di Franco Forte
– Cosmo. Collana di Fantascienza n. 206 (Editrice Nord), febbraio 1990]
– Odissea Digital Fantascienza n. 50 (Delos), maggio 2018

La trama:

L’Europa ha conosciuto terribili sconvolgimenti, vittima di un immane olocausto che ha trasformato II volto dell’intero continente e ridotto la popolazione umana a uno sparuto gruppo di sopravvissuti, regredito a condizioni primordiali. Sette secoli dopo il disastro, la civiltà è alla ricerca de! primo passo verso la restaurazione. Ma occorre prima di tutto abbattere un intollerabile ostacolo, propagandato dalla Chiesa della Nuova Fede come il simulacro della distruzione e perpetuato attraverso le nuove stirpi: Zlatos, la mitica città sotterranea dove i discendenti di coloro che provocarono l’olocausto sopravvivono agli stenti del mondo… Uomini e mutanti si troveranno quindi partecipi di una imponente crociata, allestita per indagare oltre i confini delle Terre Orientali alla ricerca dell’Eresia da distruggere, come monito per le generazioni future. Ma troppi sono gli interessi che gravitano attorno a questo grandioso proposito: è in gioco il predominio assoluto su tutte le Terre Scampate all’Olocausto. Saranno Asaf e Nettali, due giovani Missionari del Culto, a reggere nelle proprie mani il peso gravoso degli eventi… fino a quando non sì scatenerà In modo risolutivo il Potere racchiuso nelle loro menti!

L’incipit:

Una goccia d’acqua stillò lentamente dalla parete rocciosa, scivolò sul granito umido e andò a raccogliersi con altre perle luccicanti nel pallido chiarore di una torcia, creando un sottile rivolo d’acqua che alimentava una larga pozza in espansione.
L’uomo che reggeva la torcia non badava alle grosse gocce che piovevano sul suo berretto di pelle, o precipitavano sul terreno con sonori schiocchi che echeggiavano nel vasto silenzio della galleria. Era intento a esaminare delle grosse tacche incise nella roccia, che il tempo aveva reso quasi invisibili. Lo spesso strato di polvere che su di esse era depositato pareva calcificato, e ne celava quasi completamente le sembianze.
Alcune sembravano grosse lettere squadrate, altre invece simili a strani geroglifici il cui significato si era forse perduto nei secoli.
Con una mano, Goran sfiorò i rilievi di un’intaccatura che pareva una grossa E, alla quale mancava buona parte della stanghetta inferiore.
Ecco, si disse. È questo il punto.
Estrasse dalla cintola uno scalpello e un martello, porse la torcia al ragazzino infreddolito che l’accompagnava e si mise all’opera sulla grossa incisione incompleta.
A ogni colpo di martello una scheggia di calcare schizzava nel pallido bagliore delle torce, e un’eco vibrante si ripercuoteva lungo tutta l’estensione della galleria.
Cercando di scaldarsi il più possibile alla tenue fiamma delle torce, Orislav rimase a fissare suo padre che lavorava tenacemente, concentrato in quella strana operazione come se inseguisse uno scopo di vitale importanza.
Orislav non conosceva il significato di quelle incisioni che si perdevano all’infinito nella galleria, forse fino al grigio muro che delimitava il mondo, e sebbene gli fosse stato spiegato, ancora non riusciva ad afferrare il motivo per cui suo padre insistesse nel portarlo con lui in quell’antro gelido e buio.
Orislav sapeva che quelle trasgressioni venivano punite severamente, e aveva cercato più volte di convincere Goran a desistere, o quanto meno a lasciarlo fuori dall’impresa.
— Oggi capirai per quale motivo ti porto con me — ripeteva spesso suo padre, ma ogni volta Orislav tornava da quelle spedizioni più incerto e confuso che mai.

L’autore:

Franco Forte nasce a Milano nel 1962. Giornalista, traduttore, sceneggiatore, editor delle collane edicola Mondadori (Gialli Mondadori, Urania e Segretissimo), ha pubblicato per Mondadori i romanzi Cesare il conquistatoreCesare l’immortaleCaligola – Impero e FolliaIl segno dell’untoreRoma in fiammeI bastioni del coraggioCarthagoLa Compagnia della MorteOperazione CopernicoIl figlio del cielo, L’orda d’oro – da cui ha tratto per Mediaset uno sceneggiato tv su Gengis Khan – e La stretta del Pitone e China killer (Mursia e Tropea). Per Mediaset ha scritto la sceneggiatura di un film TV su Giulio Cesare e ha collaborato alle serie “RIS – Delitti imperfetti” e “Distretto di polizia”. Direttore della rivista Writers Magazine Italia, ha pubblicato con Delos Books Il prontuario dello scrittore, un manuale di scrittura creativa per esordienti.

L.

– Ultimi post dell’Estate 2018: