Tag

, , , , ,

Il quarantottesimo numero della collana “Il Giallo Mondadori Sherlock”, la prima al mondo a far rivivere ogni mese le gesta del celebre detective, presenta questo agosto Sherlock Holmes. La signora Hudson e la maledizione degli spiriti.

La scheda di Uruk:

48. Sherlock Holmes. La signora Hudson e la maledizione degli spiriti (Mrs Hudson and the Spirits’ Curse, 2015) di Martin Davies [agosto 2018] Traduzione di Angelo Petrella

La trama:

Questo non è un caso come un altro. Un messaggio alquanto bizzarro, contenuto in una busta scritta con inchiostro scarlatto e accompagnato da un sottile pugnale d’argento, introduce un potenziale cliente al cospetto di Sherlock Holmes. Nelle stanze del 221B prende così forma, in una sera di novembre, il racconto di un commerciante rientrato a Londra dopo una lunga permanenza ai tropici. È una storia di spiriti maligni, di una maledizione scagliata contro gli intrusi occidentali, le cui anime saranno lentamente divorate fino alla morte. E in effetti alcuni dei suoi soci sono già stati visitati da una crudele entità che non ha lasciato loro scampo. Davvero non è un caso come un altro. Non solo per gli eventi apparentemente inspiegabili connessi a quelle tenebrose leggende, cui Holmes non attribuisce tuttavia il minimo fondamento, ma anche per il contributo che il grande segugio riceverà da una figura abituata a muoversi dietro le quinte. Si tratta della signora Hudson che, affiancata dalla giovane assistente Flottie, dimostrerà un inatteso talento investigativo collaborando a un’indagine infestata da serpenti velenosi e giganteschi ratti di Sumatra. Sì, è venuto per lei il momento di salire alla ribalta.

L’incipit:

Fu Scraggs, il garzone del fruttivendolo, che mosso a compassione dalle condizioni disagiate e dallo stato mentale in cui versavo mi presentò la persona che avrebbe trasformato la mia vita. Stavo per intraprendere talmente tante avventure che la mia esistenza sarebbe traboccata di eccitazione, così come la strada traboccava di nebbia, quella notte.
Ripensando a quella fatidica serata, mi è difficile credere di essere stata capace di correre così in fretta. Al giorno d’oggi le mie ossa scricchiolano già solo nel trascinarmi fra le pile di carte, qui nel mio studio. E se mi avventuro fuori per una lezione all’istituto, devo chiedere a uno dei miei studenti di riaccompagnarmi a casa, nell’eventualità in cui abbia bisogno di un braccio a cui appoggiarmi lungo la strada che attraversa il parco.
Ma quella notte correvo come il vento o, in ogni caso, come la folata fetida che soffiava in mezzo agli oscuri, ostili, nauseanti sobborghi. Vestita di stracci, senza gonna a intralciarmi, corsi finché il sapore del sangue che mi martellava le orecchie iniziò a riempirmi la bocca, i polmoni non riuscirono più a inalare aria e le gambe vennero assalite dai crampi. Quando non fui più in grado di correre, mi trascinai verso l’uscio più scuro che ci fosse e crollai lì, trattenendo il fiato e restando in ascolto dei miei inseguitori.

Extra:

Il volume è impreziosito dal saggio: Focus sulla governante di Baker Street di Luigi Pachì:

«Il romanzo che proponiamo questo mese porta per la prima volta in Italia, nella nostra collana, un nuovo autore. Si tratta di Martin Davies.
L’autore di
Mrs Hudson and the Spirits’ Curse è inglese, vive a Londra ed è un consulente della bbc, con il ruolo di editor e produttore. A questo suo primo romanzo hanno poi fatto seguito un altro paio di avventure dedicate alla figura della governante del Grande Detective, Mrs Hudson and the Malabar Rose e Mrs Hudson and the Lazarus Testament, che verranno entrambe da noi pubblicate nei prossimi mesi sul Giallo Mondadori Sherlock.»

L.

– Ultimi post simili: