Tag

Torna l’appuntamento settimanale con le uscite Delos Digital, la casa specializzata in tutti i colori della narrativa.


Sherlock Holmes contro l’uomo invisibile, di Lucio Nocentini
Sherlockiana n. 224 (16 ottobre 2018)
Delos Digital ~ Amazon ~ Libreria Etrusca

Giallo – racconto lungo (26 pagine)

Come può il grande detective, il più grande al mondo, mancare a questo stuzzicante appuntamento? La prima vittima è una cuoca crudelmente uccisa mentre fa la pasta sfoglia, e l’arma del delitto è proprio il suo matterello. La stanza in cui avviene il delitto è chiusa e l’assassino, se c’è, guarda caso è invisibile! Sherlock Holmes dovrà impiegare tutte le sue armi induttive, comprese quelle inaspettatamente culinarie, per risolvere questo macabro caso che affonda le radici nel lontano 1850, in Canada, dove avvenne una sanguinosissima strage…

Lucio Nocentini è nato ad Halloween nel 1954. È del 1999 il suo primo romanzo giallo Il mistero della minestrina vegetale (Mursia). Ha curato per Coniglio editore la fortunata antologia La minestra sul cortile (2006). Nel 2007 con Alimentare Watson! ha vinto il primo premio a “I sapori del giallo, gusti tra le righe”. A questo è seguito un altro romanzo apocrifo, Alimentare Sherlock! (Morganti editore). A quattro mani con Lia Volpatti ha pubblicato Il terrore corre sul Nilo, (2008-2012, Hobby & Work) doveroso omaggio ad Agatha Christie. Altri titoli di Nocentini, Assassinio sul Malpensa-Express, Caccia al lardo, Algida, Dieci piccoli sette nani, Diavoli e cavoli. Finalista al premio Alberto Tedeschi (2015) con La verità è un’altra, di prossima pubblicazione. Quando non scrive, non dipinge e non fa il giornalista, fa il dentista!


I fiumi di Coyote (The River Horses, 2007) di Allen M. Steele (traduzione di Lamberto Lolli)
Biblioteca di un sole lontano n. 46 (16 ottobre 2018
Delos Digital ~ Amazon ~ Libreria Etrusca

Fantascienza – romanzo breve (88 pagine) – Un romanzo breve del popolare ciclo del pianeta Coyote

Premesso che questo I fiumi di Coyote (The River Horses) si può gustare anche senza aver prima letto i vari romanzi del ciclo del pianeta Coyote, diciamo subito che è ambientato cronologicamente dopo la fine del secondo volume (Coyote Rising) e prima dell’inizio del terzo (Coyote Frontier).
Questo romanzo breve, pieno di avventura, suspence e condito anche da un pizzico di romance, racconta le vicende e le disavventure di Marie Montero e Lars Thompson, due veterani della rivoluzione contro il dominio coloniale terrestre che vengono mandati in esilio dalla cittadina di Liberty, ad esplorare l’ampio territorio ancora sconosciuto che circonda il piccolo baluardo di civiltà in mezzo a un enorme pianeta pieno di pericolo noti, come i boyd, giganteschi uccelli predatori, e ignoti.
Nel loro viaggio saranno accompagnati dal savant Castro, il vice-governatore terrestre della colonia, di fatto ormai unico ricordo di un periodo di guerra che tutti vogliono dimenticare. I tre non hanno molta fiducia l’uno negli altri, ma le sfide del pianeta e dei suoi immensi fiumi li costringeranno a trovare una via di compromesso e a metter da parte rancori personali: un viaggio avventuroso che li costringerà soprattutto a crescere a maturare… anche perché, dopo l’incontro con i cavalli del fiume il mondo non sarà più lo stesso

Allen M. Steele, Jr ha iniziato a scrivere fantascienza a tempo pieno nel 1988 con il racconto Live From The Mars Hotel apparso sulla rivista Asimov’s. Da allora è diventato un prolifico autore di racconti, romanzi, saggi e i suoi lavori sono stati tradotti in numerose lingue. Steele è nato a Nashville, Tennessee. Si è laureato in scienze della comunicazione presso il New England College di Henniker, New Hampshiree. Ha poi preso la laurea in giornalismo presso la University of Missouri in Columbia. Prima di arrivare alla fantascienza ha svolto diverse mansioni in ambito giornalistico, scrivendo sia per la stampa d’informazione sia per quella commerciale. Tra i suoi romanzi di fantascienza ricordiamo Orbital Decay, Clarke County, Space, Lunar Descent, Labyrinth of Night, The Jericho Iteration, The Tranquillity Alternative, A King of Infinite Space, Oceanspace, Chronospace, e soprattutto il ciclo di Coyote,  che ha riscosso grande successo anche in Italia (in corso di pubblicazione su Urania). Ha inoltre prodotto diverse antologie di racconti tra cui vanno citate Rude Astronauts, All-American Alien Boy, Sex and Violence in Zero-G, American Beauty e The Last Science Fiction Writer (2008). Con il romanzo breve Morte di capitan Futuro ha vinto nel 1996 il Premio Hugo, riconoscimento che ha poi riconquistato nel 1998 con un’altra novella, Dove gli angeli temono d’avventurarsi, e nel 2011, con il racconto L’imperatore di Marte (The Emperor of Mars), tutti pubblicati da Delos Digital.


Il tradimento, di Malachia
History Crime n. 57 (16 ottobre 2018)
Delos Digital ~ Amazon ~ Libreria Etrusca

Storico – racconto lungo (29 pagine)

Malachia è stato invitato dallo zio Jahûdah a trascorrere la Pesach con lui a Yerushalaim, dove finalmente gli farà conoscere il suo Maestro, Yeshùa, di cui tanto gli ha parlato. Tuttavia Malachia, giunto nella Città Santa, vedrà solo il cadavere di Yeshùa, ma nessuna traccia dello zio. Il ragazzo, preoccupato, comincerà così una disperata ricerca. Egli sarà accompagnato da un misterioso personaggio che non vuole svelare la propria identità. Quando troveranno Jahûdah sarà tardi per salvargli la vita, ma forse non troppo per conoscere la verità.

Malachia vive e lavora in Italia con la moglie e i tre figli. Appassionato lettore, è da sempre affascinato dalla figura di Yeshùa, e da sempre si interroga se ciò che sappiamo oggi sia realmente ciò che è accaduto in quei luoghi duemila anni fa.


L’uomo senza nome, di Franco Luparia
Dream Force n. 101 (16 ottobre 2018)
Delos Digital ~ Amazon ~ Libreria Etrusca

Spionaggio – racconto lungo (44 pagine)

In Europa una speciale task force della CIA sta smantellando l’organizzazione di assassini a pagamento chiamata KOM Syndicate. Ma a Langley sono convinti che non tutto sia come sembra. Di fare luce sulla vicenda viene incaricato un agente a contratto, esperto delle dinamiche dell’Agenzia e introdotto da anni nello sfuggente mondo dello spionaggio. La sua è una missione da svolgere nel completo anonimato, tanto che il suo nome non deve essere nemmeno sussurrato.
Quando costui inizia le indagini rivolgendosi ad Amanda Farris le porte dell’inferno si spalancano per farvi entrare entrambi.

Franco Luparia, classe 1964, è nato a Casale Monferrato, dove attualmente risiede e svolge la sua attività di Agente di Commercio. Da sempre appassionato di libri e film di avventura, con il tempo si è sempre più indirizzato su generi specifici: action, spy-stories, intrighi internazionali. La lettura di decine di classici lo ha spronato a cercare una sua dimensione di “narratore” occasionale.
Questo è il suo quinto racconto per la collana Dream Force. Con lo pseudonimo di Jason Hunter ha esordito sul n. 1623 di Segretissimo Mondadori, nel mese di maggio 2015, introducendo con un racconto breve il personaggio di Wildguy, i cui romanzi attualmente sono pubblicati da Edizioni della Goccia.


L’altra faccia della dama, di Amanda Libling
Senza sfumature n. 130 (16 ottobre 2018)
Delos Digital ~ Amazon ~ Libreria Etrusca

Romance – racconto lungo (40 pagine)

La vita sessuale dello scrittore cinquantenne Bent con la sua amante Lone, vent’anni più giovane, è un successo, come l’ultimo suo romanzo, L’altra faccia della dama. Ma l’adattamento cinematografico del libro, con l’arrivo di due affascinanti divi dello schermo, il danese Sigurd e la svedese Monika, intenzionati a sedurre l’uno Lone, l’altra Bent, metterà a dura prova il loro rapporto. Gelosia, sospetti e intrighi. Riusciranno i due amanti a mantenere la loro intesa?

Amanda Libling scrive sotto pseudonimo. Di madre italiana e padre danese, abita a Copenaghen ed è sposata con un autoctono. Ha due figlie. Insegna italiano in una scuola e legge molto sia in in italiano che in danese.


L.

– Ultimi post simili: