Tag

, , , , ,

Quarantaquattresima avventura del Principe delle Spie Malko Linge, in questa nuova ristampa di “Segretissimo SAS” (Mondadori), questo ottobre in edicola: Con Krisantem ad Atene.

La scheda di Uruk:

44. Con Krisantem ad Atene [SAS 44] (Meurtre à Athènes, 1976) di Gérard de Villiers [ottobre 2018] Traduzione di Bruno Just Lazzari

La trama:

Henry Eagleton ha un bersaglio dipinto sulla schiena. Questo succede, ad Atene come altrove, se sei il capo della stazione locale della CIA e la tua copertura viene resa pubblica su un giornale. Un colpo basso che equivale a una condanna a morte. Eseguita immediatamente in un agguato che stronca la carriera e soprattutto la vita del funzionario davanti all’ingresso della sua residenza. Dopo la fine della dittatura militare, in Grecia agenti segreti e terroristi di ogni latitudine combattono le loro spietate guerre sotterranee. Malko Linge, arrivato nella capitale per mettersi sulle tracce dei sicari e vendicare la vittima, non avrà gioco facile in una partita di tutti contro tutti. Per fortuna ha con sé un’arma non convenzionale: Elko Krisantem, il suo maggiordomo turco, factotum con uno speciale talento per l’omicidio. E non sarà certo il Principe delle Spie, noto amante delle arti, a scoraggiare questa nobile vocazione.

L’incipit:

“Happy birthday, dear Henry! Happy birthday to you!”
Una salva di applausi punteggiò il classico augurio. La folla si aprì per lasciare che Henry Eagleton si avvicinasse alla torta posata sul tavolo, sulla quale spiccavano quattro candele rosse e sei bianche. Il primo segretario dell’ambasciata degli Stati Uniti gonfiò le guance e, con un solo soffio, spense le dieci candele.
Esplose un altro scroscio di applausi mentre l’americano si raddrizzava ridendo.
Con i folti baffi neri, il cranio pelato e gli occhi sporgenti, assomigliava moltissimo a una gigantesca foca.
Nella sala delle feste dell’ambasciata si era raccolto un centinaio di persone. Tutti, dall’ambasciatore agli impiegati greci, erano venuti a festeggiare i quarantasei anni di Henry Eagleton.
Uno degli invitati, con baffetti, occhi ridenti, testa pelata, sulla cinquantina, prese due coppe di champagne e, offertane una al primo segretario, alzò il proprio bicchiere e disse in greco: — Al tuo soggiorno ad Atene! Spero che vi festeggerai i cinquanta.
Henry Eagleton accostò la coppa a quella dell’ospite.
— Ti credevo in mare, Mattiaki. Che cosa fai qua?
— È stato il meltemi a spingermi fino a qui. Quel maledetto vento!
Da maggio in poi, il generale Mattiaki Agathiou, capo del KYP, il servizio segreto greco, viveva praticamente a bordo del suo veliero. Aveva conosciuto Henry Eagleton durante un soggiorno di quest’ultimo a Cipro, cinque anni prima, e i due uomini si davano del tu. Questo era il terzo soggiorno in Grecia di Henry Eagleton, assegnato a suo tempo al programma di assistenza militare JUSSMAG. Si vantava di parlare il greco come un greco.

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili: