Tag

, , , , ,

La Newton Compton porta in libreria un nuovo grande romanzo a sfondo storico firmato da Douglas Jackson.

La scheda di Uruk:

901. I nemici di Roma [Gaio Valerio Verre 5] (Enemy of Rome, 2014) di Douglas Jackson [22 novembre 2018] Traduzione di Rosa Prencipe

La trama:

Estate del 69 d.C. Roma e il suo impero sono in fermento, costretti nella morsa di una guerra civile spietata. L’imperatore Otone si è ucciso e il suo rivale, Vitellio, occupa il trono imperiale. Tuttavia, c’è fermento anche in Oriente: le legioni hanno dichiarato imperatore Tito Flavio Vespasiano. Nella calura secca di una mattina di agosto, Gaio Valerio Verre si prepara per il suo ultimo giorno sulla terra. Indebolito, accusato ingiustamente di aver disertato a Bedriacum, sembra destinato a morire da traditore. Ma la mano del boia si ferma. I nemici di Vitellio risparmieranno la vita di colui che fu l’Eroe di Roma, a condizione che giuri fedeltà a Vespasiano e alla sua causa. Valerio, prostrato dalla schiavitù e speranzoso di ritrovare il suo amore perduto, accetta. Dovrà così aprirsi la strada a sud di Roma per persuadere il suo amico Vitellio a farsi indietro per il bene dell’Impero. Ma questa non è una guerra come tutte le altre, e Valerio, con i suoi tormenti interiori, è intrappolato in una spirale di tradimenti, corruzione e sangue.

L’incipit:

Pannonia occidentale, agosto 69 d.C.

«Sei condannato a morte».
Il verdetto provocò un violento sussulto a Gaio Valerio Verre, come se gli fosse stata gettata addosso acqua ghiacciata. Tutta l’aria sembrava essere stata risucchiata dalla tenda opprimente e i tre ufficiali di fronte a lui, dietro al traballante tavolo, baluginavano come un miraggio nel deserto. Al centro, Vedio Aquila, comandante della Tredicesima legione, continuava a illustrare i reati del prigioniero. Verre vedeva le sue labbra muoversi, ma il significato delle parole si perdeva nello spazio che li separava. Era impossibile che stesse accadendo.
La guerra civile che dilaniava l’impero romano dalla morte di Servio Sulpicio Galba, quasi nove mesi prima, avrebbe dovuto essere finita. L’assassino di Galba, Otone, era morto, il suo esercito sconfitto sull’umida pianura tra Cremona e Bedriaco da forze leali al governatore della Germania, Aulo Vitellio. Adesso Vitellio sedeva su un trono dorato con il mantello dell’imperatore e la corona d’alloro, la sua posizione era stata confermata dal Senato e dal popolo di Roma. Divisione, inganno e tradimento di vecchi alleati sono l’essenza stessa della guerra civile.
Valerio Verre considerava Vitellio suo amico, ma aveva combattuto per Otone a Bedriaco, come vice comandante della I Adiutrix. Aveva guardato i soldati della Prima battersi come campioni, ma le coorti erano state annientate quando l’ala sinistra dell’esercito era crollata. Un’aquila era stata vinta ma quella della Prima era andata perduta, e la perdita di un’aquila equivaleva alla perdita dell’orgoglio di una legione, del suo onore e della sua anima. In qualche modo Valerio era sfuggito al massacro finale, solo per scoprire che adesso un altro uomo contendeva il trono a Vitelli. Quell’uomo era Tito Flavio Vespasiano, proconsole della Giudea, le cui legioni siriane ed egiziane, precedute da un’avanguardia dalla Mesia e dalla Pannonia, erano in marcia sull’Italia settentrionale.
Dopo Bedriaco, Valerio, bollato come traditore a Roma, era fuggito a Est per unirsi alle forze di Vespasiano. La barba lunga, maleodorante e dall’aspetto più simile a quello di un capraio monco che di un detentore della Corona Aurea, era stato arrestato come disertore dai primi soldati in cui si era imbattuto. Quando Aquila l’aveva riconosciuto, Valerio aveva creduto che quella sarebbe stata la fine delle sue traversie. Invece era solo l’inizio.

L’autore:

  • Douglas Jackson - è un ex giornalista e nutre da sempre una grande passione per la storia romana. Vive in Scozia, con la moglie e tre figli. È autore, tra gli altri, dei romanzi Il segreto dell’imperatore, Morte all’imperatore!, L’eroe di Roma, Combatti per Roma, La vendetta di Roma, Nel segno di Roma e I nemici di Roma, pubblicati dalla Newton Compton. I suoi libri sono tradotti in dodici Paesi. Per saperne di più, ecco il suo sito ufficiale: www.douglasjackson.net.

    Continua a leggere

L.

– Ultimi post simili: