Tag

Torna l’appuntamento settimanale con le uscite Delos Digital, la casa specializzata in tutti i colori della narrativa.


Sherlock Holmes e il caso della spia involontaria (The Affair of the Involuntary Spy, 2016) di Archie Rushden (Traduzione di Chiara Buonomo
Sherlockiana n. 236 (29 gennaio 2019)
Delos Digital ~ Amazon

Giallo – racconto (15 pagine)

Una moglie disperata porta all’attenzione di Sherlock Holmes il caso del marito, Alfred Hope-Mapperly, progettista di armamenti militari alla Tarr & Company. Una serie di comportamenti insoliti conducono l’uomo a essere arrestato con l’accusa di spionaggio. Le indagini di Sherlock Holmes riusciranno a svelare le cause che si nascondono dietro i suoi strani comportamenti e a scagionarlo da ogni accusa?

Archie Rushden è un archivista, con oltre trent’anni di esperienza nella cura dei manoscritti, dai testi medievali ai diari della Grande Guerra. Con un altro nome, ha pubblicato numerose opere scolastiche su fotografie storiche e su temi di storia locale e militare.
I racconti pubblicati su Sherlockiana rappresentano la sua prima avventura nel mondo tardo-vittoriano della Londra di Sherlock Holmes e John Watson.


Übermensch, di Davide Del Popolo Riolo
Odissea Digital Fantascienza n. 63 (29 gennaio 2019)
Delos Digital ~ Amazon

Fantascienza – romanzo (308 pagine)

La Germania nazista ha vinto la Seconda guerra mondiale. Un’ipotesi che si può ormai definire “classica” per il genere della Storia alternativa, a partire dal capolavoro di Philip K. Dick The Man in the High Castle. Ma nel mondo descritto da Davide Del Popolo Riolo gli eventi hanno preso una strada diversa per una ragione molto particolare; l’inserimento nell’equazione della storia di una variabile inattesa, l’Eroe Ariano, che ha spazzato via i nemici di Hitler.
Narrato su diverse linee narrative, intrecciate con le cronache calcistiche e i rapporti militari tedeschi, il romanzo di Davide Del Popolo Riolo fonde storia e mito con una forza straordinaria, affascinando il lettore a ogni pagina. Fino alla conclusione in quell'”Alto castello” che assumerà tutto un altro significato.

Davide Del Popolo Riolo è nato ad Asti nel 1968. Laureato in Giurisprudenza all’Università di Torino nel 1992, è avvocato e svolge la professione a Cuneo, dove vive. Ama viaggiare in Europa e in questi anni ne ha visitata una buona parte.
Fin da ragazzino ha amato la storia e la letteratura, anche e soprattutto fantascienza e fantasy, ma non solo.
Come scrittore ha esordito nel 2014 con De Bello Alieno, vincitore del Premio Odissea e in seguito il Premio Vegetti, che ha stupito proponendo un originale storia steampunk in epoca romana. Successivamente col suo secondo romanzo Non ci sono dei oltre il tempo ha vinto il premio Kipple. Tra le altre opere pubblicate da Delos Digital ErasmoLa mediatriceLa crisi del C.U.O.R.E. e, nella collana Futuro Presente, Liberi dal bisogno.


Il Palazzo delle Molte Acque del professor Fluvius (Professor Fluvius’s Palace of Many Waters, 2014) di Paul Di Filippo (Traduzione di Marco Crosa)
Robotica n. 77 (29 gennaio 2019)
Delos Digital ~ Amazon

Fantascienza – racconto lungo (31 pagine)

Boston, 1877. Una ragazza si risveglia del tutto priva di memoria: scopre di chiamarsi Charlene, e di essere, al pari altre sette splendide giovani donne, al servizio del misterioso professor Fluvius. Vestito tutto d’azzurro, elegante e bizzarro, Fluvius sembra anche essere piuttosto ricco: l’oro con cui finanzia la costruzione di uno splendido, ambizioso palazzo di terme nel centro della città sembra non finire mai. Ma qual è il suo scopo? Chi è davvero Fluvius, chi è il suo viscido servitore Usk, e soprattutto è veramente Charlene?

Paul Di Filippo è nato nel 1954 a Providence, Rhode Island. È noto per essere uno scrittore eclettico, originale e mai prevedibile. I suoi racconti spaziano in tutti i sottogeneri della fantascienza. Ha esordito con grande successo nel 1995 con La trilogia Steampunk, a cui hanno fatto seguito nove romanzi – molti ancora inediti nel nostro paese – e nove raccolte di racconti. Il romanzo Un anno nella città lineare, uscito in Italia nella collana Odissea, è stato finalista ai maggiori primi del settore, e ha introdotto il Mondo Lineare, una delle sue creazioni più originali, un omaggio a grandi scrittori d’avventura come Edgar Rice Burroughs e Jack Vance, mondo al quale è tornato col recente La principessa della Giungla Lineare. Di Filippo esercita inoltre l’attività di critico letterario per le più importanti riviste americane di  sf. Nel 2005 si è poi impegnato nella stesura di testi per fumetti, realizzando la mini serie Beyond the Farthest Precinct illustrata da Jerry Ordway basata sulla serie Top 10 creata da Alan Moore per la America’s Best Comics.


Il grande attacco, di Kenji Albani
History Crime n. 58 (29 gennaio 2019)
Delos Digital ~ Amazon

Storico – racconto lungo (54 pagine)

Ri Song Gun non ne vuole sapere di combattere. Men che meno per i russi che l’hanno catturato a Khalkin Gol. Ma la vita è grama, soprattutto se Hitler ha invaso la Russia, e Stalin ha bisogno di quanti più uomini possibile.
Forse Ri è un pessimo soldato. Ma, avendo collaborato con la polizia coloniale giapponese in Corea, ha delle doti investigative. Il maggiore lo incarica di trovare chi rifornisce di armi i tedeschi. È un graduato sovietico! Poco tempo e lo scandalo può scoppiare. Ri è affiancato da Arkadij, da Ufa, un imbecille; ma un vero gorilla.
Fra battaglie all’ultimo sangue, molti morti, tanti sacrifici, con il Papasha fra le strade di Berlino, Ri cerca di indagare. Ma qualcuno fa di tutto per intralciare l’inquisizione.

Kenji Albani è nato a Varese il 13 novembre 1990 (il nome è giapponese, ma lui è italiano). Segnalato al concorso Giulio Perrone Editore nel 2008, ha poi pubblicato una ventina di racconti fra riviste letterarie locali e piattaforme online. Inoltre, ha pubblicato una quindicina di articoli di vario genere (dallo sportivo al culturale, passando per la paleontologia) su siti e riviste specializzati. Al momento studia all’Università degli Studi dell’Insubria di Varese, facoltà scienze della comunicazione, e a settembre si è diplomato come sceneggiatore di fumetti alla Scuola del Fumetto di Milano. Sempre in settembre ha pubblicato Il serpente che si morde la coda, collana Imperium di Delos Digital.


La notte dei supereroi, di Giancarlo Vitagliano
Thriller n. 96 (29 gennaio 2019)
Delos Digital ~ Amazon

Thriller – romanzo (172 pagine)

I più grandi artisti di comics di supereroi americani sono ritrovati uccisi in modo efferato e, sulla scena del delitto, l’assassino lascia frasi apparentemente incomprensibili scritte con il sangue delle vittime. Il detective della polizia incaricato delle indagini, il ruvido sergente Esposito, ignora del tutto il mondo dei comics e decide di farsi affiancare da un collega più giovane che ne è un grande appassionato. I due si addentrano nel mondo dei fumetti, scoprendo amicizie, rivalità e cupidigia. I sospetti, però, non bastano, ci vogliono certezze; per questo il giovane poliziotto condurrà il detective in quello che per lui sarà il sorprendente mondo dei fan dei comics.
Ma gli omicidi continuano mentre qualcuno sfoglia vecchi fumetti…
Riusciranno i due a scoprire perché il sangue dei creatori di fumetti continua a scorrere e a fermare il serial killer?

Giancarlo Vitagliano è nato a Napoli, dove vive con la moglie, due figlie e un cane. Dopo aver frequentato il Liceo Classico si è laureato in medicina ed è cardiologo presso il più grande ospedale del sud. Appassionato di storie, è un lettore compulsivo di libri e fumetti, amante del cinema e delle serie TV; da sempre ne sogna di proprie ascoltando musica o andando in giro in moto. Da alcuni anni ha smesso di fantasticare soltanto e ha deciso di scrivere le storie che gli nascono in mente. Ha pubblicato diversi racconti e sei romanzi: Fantasmi dentro, Cicorivolta Edizioni 2009, Che musica ascolti, Photocity Edizioni2011, L’amore negato, Lettere Animate Editore 2014, Il viaggiatore perfetto, Homo Scrivens 2015 (secondo al Premio Nazionale Megaris 2016 e terzo al Premio L’Iguana 2016), Malaika, Watson 2015, Milo. Detective per amore, Homo Scrivens 2017 (menzione al Premio letterario Festival Giallo Garda 2018).


Una (semplice) storia di sesso e sangue, di Nicola Verde
Passione Criminale n. 8 (29 gennaio 2019)
Delos Digital ~ Amazon

Narrativa – racconto lungo (24 pagine)

Raimondo Antonini degli Espositi, marchese di Roccaverdina, ama praticare il sesso attraverso il corpo della moglie Margherita, succube di quella perversione. È un “gioco” al quale partecipano attori vecchi e nuovi, in un vortice di depravazione che sembra appagare tutti. Unica regola da rispettare: Margherita non dovrà mai baciare il partner provvisorio. Ma, quando accadrà l’inevitabile, come reagirà Raimondo vedendo crollare il suo potere?

Nicola Verde (Succivo, CE, 1951) oltre a un gran numero di racconti, ha pubblicato i romanzi Sa morte Secada (Dario Flaccovio 2004); Un’altra verità (Dario Flaccovio 2007); Le segrete vie del maestrale (Hobby & Work 2008); La sconosciuta del lago (Hobby & Work 2011); l’opera noir a più mani Verità imperfette (Del Vecchio 2014); Il marchio della bestia (Parallelo45 2017); Il vangelo del boia (Newton Compton 2017 già finalista al premio Tedeschi).
Di prossima uscita: il secondo volume delle memorie apocrife di Mastro Titta, il boia papalino, titolo provvisorio L’arte dell’inganno (Newton Compton); Il profumo dello stramonio (La Lepre).


Sherlock Magazine 45, a cura di Luigi Pachì
(29 gennaio 2019)
Delos Digital

Ancora una volta ci troviamo davanti a un numero ricchissimo di materiale. A partire dall’approfondimento di Irene Izzo sull’attore Basil Rathbone, per proseguire con la disamina delle opere di Agatha Christie.

Poi abbiamo un’ulteriore e illustratissima tappa di Luigi Siviero sui fumetti sherlockiani, così come l’immancabile disamina del Canone a cura di Enrico Solito.

I contributi di Milo Julini terminano con questo numero e ci regalano un ultimo pezzo dal titolo L’archivio di Sherlock Holmes. Non mancano le rubriche Aforismi canonici e Osservatorio sherlockiano. Per la narrativa trova spazio il racconto dell’autore inglese Paul D. Gilbert intitolato L’avventura del cutter Alicia nel quale una grossa barca a vela scompare in un esteso banco di nebbia, mentre Holmes cerca di gettar luce su una cospirazione più sinistra di quanto si possa immaginare.


L.

– Ultimi post simili: