Tag

, , , , , , ,

Prima di darlo via, schedo questo numero della collana “Segretissimo SAS” (Mondadori).

L’illustrazione di copertina è firmata dal grande Victor Togliani.

La scheda di Uruk:

7. Il disertore di Pyongyang (parte prima) [SAS 168] (Le défecteur de Pyongyang – tome I, 2007) [luglio 2008] Traduzione di Mario Morelli

La trama:

Malko Linge è in vacanza. dalla CIA e dal mondo delle ombre sanguinarie. Tutto quello che vuole è spassarsela indisturbato con Alexandra. Ma la CIA non può attendere. Kim Song Hun, capo del Bureau 39 del Partito dei Lavoratori, è in possesso di documenti che scottano e gli americani li vogliono ad ogni costo. esiste un unico uomo in grado di recuperare le informazioni sui fondi segreti dell’esercito nordcoreano e i piani per l’armamento nucleare. Quest’uomo è il Principe delle Spie.

L’incipit:

Sua Altezza Serenissima, il principe Malko Linge, se la spassava in piena beatitudine. Steso su un tavolo da massaggio dell’albergo Shan-gri-La di Bangkok, con il viso avvolto in asciugamani caldi e profumati, sentiva le mani della piccola massaggiatrice thailandese corrergli lungo le gambe, facendo assorbire alla pelle l’olio profumato.
La ragazza si era dedicata a tutti i muscoli del suo corpo cominciando dall’alto, stirandogli le dita di ogni mano con forza imprevista, senza mai fargli male. Una latina sexy dal visino provocante che non doveva avere molto sotto il camice bianco.
Arrivato da due giorni in Thailandia, Malko aveva la sensazione di aver fatto un salto di molti secoli indietro nel tempo, grazie alla cortesia dei thailandesi, sempre sorridenti, di una gentilezza squisita, desiderosi di prevenire ogni suo desiderio. Un’oasi di dolcezza in un mondo di bruti, come diceva la pubblicità. Dopo i pericoli, lo stress, la stanchezza dei viaggi rischiosi nei quattro angoli della terra, era delizioso abbandonarsi in un ambiente di sogno e lasciarsi coccolare.
Una dolce musica asiatica riempiva il salottino dei massaggi al terzo piano dello Shan-gri-La, aggiungendo un tocco di euforia.
Malko sentì le mani della massaggiatrice thailandese risalire lungo le cosce, sempre più su, e sentendola sfiorarle il pene coperto da un piccolo asciugamano non poté frenare un brivido di eccitazione. Era davvero molto vicina. La ragazza si interruppe di colpo, tornò ai piedi e tirò gli alluci uno dopo l’altro. Il breve sogno di Malko svanì. Cullato dalla musica, si era quasi appisolato quando sentì una mano molto leggera posarsi sull’asciugamano nel punto in cui c’era il rigonfiamento del membro. La carezza di un’ala di farfalla.
Sullo sfondo musicale sentì un sussurro.
— Massaggio?
La leggera pressione rivelava con precisione di che cosa si trattava. In Thailandia era frequente che massaggi del tutto normali si trasformassero in massaggi speciali per iniziativa delle operatrici desiderose di arrotondare il guadagno. Anche nei migliori stabilimenti.
L’esitazione di Malko fu di breve durata. Una prestazione a tariffa non gli interessava.
— No, grazie.

L’autore:

Nato a Parigi nel 1929 da una famiglia di militari con ascendenze aristocratiche, Gérard de Villiers inizia la carriera come giornalista, dopo essersi laureato in Scienze politiche. Nel 1965 scrive il primo romanzo con protagonista SAS, Sua Altezza Serenissima Malko Linge: SAS a Istanbul. Seguiranno 200 avventure di SAS, e De Villiers introdurrà nella spy story elementi di sesso e di violenza prima sconosciuti. L’autore è scomparso nel 2013.

L.

– Ultimi post simili: