Tag

, , ,

La Pocket Books porta in digitale (ovviamente NON in Italia!) un nuovo romanzo di Star Trek Discovery, il quinto di questa nuova saga.

Stando ad una nota dell’autore, «I principali eventi di questa storia iniziano nell’ottobre del 2256, cinque mesi dopo la Battaglia delle Stelle binarie, e due anni dopo la prima missione dell’Enterprise su Talos IV.»

La scheda di Uruk:

Star Trek Discovery: The Enterprise War (2019) di John Jackson Miller [30 luglio 2019]

La trama in traduzione esclusiva:

Sentito della ripresa delle ostilità fra la Federazione e l’Impero Klingon, il capitano Christopher Pike cerca di potare la U.S.S. Enterprise a casa per riunirsi alla flotta. Ma nella terribile nebulosa nota come Pergamum il coraggioso capitano si ritrova in un’epica battaglia, con gli storici nemici l’un contro l’altro. Con non solo l’Enterprise, ma il suo equipaggio stesso come bottino di guerra.
Tagliato fuori da qualsiasi comunicazione con la Terra per un anno intero, Pike e il suo fido primo ufficiale, Numero Uno, fatica a trovare e riunire l’equipaggio della nave, mentre l’ufficiale scientifico Spock affronta un mistero che mette a dura prova anche le sue grandi capacità… con qualcosa di più della loro stessa sopravvivenza che dipende dal risultato…

L’incipit in traduzione esclusiva:

2236
Sono morto. Mi hanno seppellito.
Christopher Pike si svegliò per via di quei pensieri, e del dolore. Sentì come se il mondo, o una sua parte sostanziosa, gli fosse crollato addosso. Solo al buio, sdraiato sulla pancia con il sangue che gli colava dal collo e una montagna a crollargli sulla schiena, scoprì che ogni respiro gli costava fatica. Nessun episodio asmatico vissuto sin dall’infanzia poteva essere paragonato a quell’agonia.
Ma poteva provare quelle sensazioni, e già questo era qualcosa.
Non sono morto. Semplicemente non posso muovermi.
Il diciassettenne si scrollò la terra dagli occhi e cercò di mettere a fuoco. Non c’era nulla da vedere. Poi del flash di memoria lo colpirono. Aveva iniziato a correre quando era iniziato il rumore: in realtà “correre” non è il termine adatto, per la sua corsa sguaiata da cane della prateria, infilandosi in buchi nel terreno e scavando per allargarli.
Quando tempo era passato?
Cercò di ricordarlo. Niente. Pike provò a parlare, ma poteva a malapena udire la voce che gli usciva di bocca, mentre la montagna stava ancora rombando.
Spostò la sua attenzione sul liberarsi il braccio sinistro, parzialmente addormentato: fare qualcosa gli schiariva la mente. Ricordò la calda mattina californiana e di come aveva infranto alcune leggi per raggiungere dei santuari locali da preservare.

L’autore

John Jackson Miller è uno sceneggiatore di fumetti il cui lavoro più noto è la saga Star Wars: Knight of the Old Republic e Star Wars: Knight Errant della Dark Horse Comics. Ha scritto romanzi di vari altri universi narrativi, come Star Trek e Halo. Cura riviste e un grande sito, entrambi dedicati ai fumetti.

L.

– Ultimi post simili: