Tag

, , ,

Nuovo numero per la collana “Segretissimo Special”, che questo agosto presenta il romanzo vincitore del Premio Altieri 2019.

La scheda di Uruk:

44. Nero & Zagara: Fuoco su Baghdad (2019) di Scilla Bonfiglioli [agosto 2019]
Inoltre contiene il racconto:
LEX – Evoluzione Uomo, di Errico Passaro

La trama:

Nero&Zagara sono una coppia nella vita e nel lavoro. Lavoro che consiste nel risolvere dietro compenso situazioni difficili, all’ombra dei conflitti che negli ultimi quindici anni hanno messo a ferro e fuoco i territori mediorientali. Negli ambienti dei servizi segreti mondiali, così come nel sottobosco della criminalità organizzata del Mediterraneo orientale, il nome del loro sodalizio viene sussurrato con timore reverenziale ed è sinonimo di efficienza. La CIA li ha ingaggiati per una missione in Iraq. L’annunciato referendum per l’indipendenza del Kurdistan ha scatenato la reazione del governo centrale, deciso a impedire la secessione. Per evitare che la situazione precipiti, i due devono rintracciare per conto degli americani Asso Nebez, un combattente peshmerga. L’uomo che può impedire a questa polveriera di esplodere. O che può far saltare in aria l’intera regione. Stando alle notizie disponibili, è recentemente scomparso a Baghdad durante un tumulto. Ed è là che avrà inizio la caccia. Nella città che nonostante gli attentati e la distruzione riesce a stare ancora in piedi, ad andare avanti tutti i giorni come se niente fosse.

L’incipit:

Dubai, giugno 2017
Nel mestiere di Oscar White ci si abituava a dover fare buon viso a un gioco che, se non era cattivo, era quantomeno incomprensibile.
Era la prima volta a Dubai, per l’agente della CIA. Se fosse dipeso da lui, non ci sarebbe stata neanche quella. Oscar White non provava la minima attrazione per la metropoli caotica, divisa tra aspre rocce, polvere di deserto, candide spiagge di coralli e conchiglie ridotte in polvere, ma anche destreggiarsi in territori poco amichevoli, alla fine, faceva parte del gioco.
Il gioco che l’aveva condotto lì, tuttavia, non l’aveva deciso lui. Al contrario, era retto e indirizzato da una serie di accordi e di non detti, da azioni compiute anni prima e che si riverberavano nel presente proponendo scenari inaspettati; era un gioco sospeso come la tela di un ragno, su cui bisognava muoversi leggeri, per non distruggere tutto. Con abbastanza astuzia da non rimanere invischiati.
Oscar White amava il suo lavoro.
Amava di meno Dubai, però. Nel giro degli ultimi tre giorni di ricerca, aveva battuto larghe strade illuminate a giorno anche di notte, vicoli oscuri e tutte le reti ferroviarie metropolitane. Aveva appoggiato il sedere su una quantità di taxi che non riusciva più nemmeno a enumerare.
Ma di Nero&Zagara, quei due figli di puttana, neanche l’ombra.
Tre giorni di lavoro e non era riuscito a trovare uno straccio di pista che lo conducesse alla più famigerata coppia di mercenari del Medio Oriente. Sembravano scomparsi nel nulla lì, a Dubai, dove l’avevano indirizzato i suoi informatori di Tel Aviv.
In compenso, aveva imparato che era possibile acquistare qualunque cosa dai distributori automatici: nel Dubai Mail le macchinette illuminate elargivano una vasta gamma di prodotti che andava dai preservativi ai lingotti d oro, senza alcuna differenza nelle modalità d acquisto. Nel negozio Sharaf DG del Times Square Center si potevano avere anche computer portatili, tablet, macchine fotografiche e telefoni, prelevandoli direttamente dal distributore. Bastava inserire le banconote o la carta di credito nella fessura giusta e subito un braccio automatico recuperava il bottino e lo sputava fuori dal portello, in un tripudio di luci. Una voce femminile e metallica salutava il cliente con uno
“Thank you, sir!” da fare venire gli incubi. Sembrava di stare dentro Blade Runner.
Un gioco incomprensibile, appunto, in una città assurda.

L’autrice:

Scilla Bonfiglioli vive a Bologna, dove scrive e pratica aikido e karate. Autrice della saga fantasy L’ultima soglia (Delos Digital), pubblica diversi racconti nel Giallo Mondadori e in “Segretissimo”. Nel 2017 vince il Premio Segretissimo, nel 2018 il Premio Gran Giallo Città di Cattolica e nel 2019 si aggiudica il Premio Altieri con il romanzo Fuoco su Baghdad.

L.

– Ultimi post simili: